Come misurare un angolo senza goniometro

Tramite: O2O 11/10/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

La geometria è una disciplina che studia le figure nel piano e nello spazio. Speso si dice che si può usare solo riga e compasso per una costruzione, anche molto complessa, perché esistono proprietà che rendono superfluo per esempio l'uso di strumenti, peraltro poco precisi, come il goniometro o la squadra. Con questa breve guida vi spiegherò come si fa a misurare un angolo senza goniometro sfruttando le sue proprietà trigonometriche. Buon divertimento, e ricordate che per quanto tedioso, questo ed altri esercizi sono indispensabili per un futuro professionale di alto livello.

28

Occorrente

  • Formule trigonometriche
  • Righello
  • Calcolatore scientifico
38

Usare la trigonometria

La trigonometria è la branca della geometria che si interessa dello studio degli angoli ed in particolare si concentra sui triangoli rettangoli, producendo poi le formule adatte anche per altre tipologie. In un triangolo rettangolo il seno di un angolo è legato direttamente al cateto che ha di fronte e all'ipotenusa secondo la formula: cateto=ipotenusa*seno(angolo). Tracciamo un triangolo a partire dall'angolo e utilizziamo la formula inversa del seno. In questo modo, possiamo calcolare l'ampiezza dell'angolo. Per risolvere la relazione basta una comunissima calcolatrice scientifica che ci permetta di effettuare calcoli con le funzioni trigonometriche. Si devono andare a misurare con precisione le lunghezze del cateto e dell'ipotenusa ed applicare la relazione.

48

Sfruttare seni e coseni

Purtroppo per noi, la relazione che abbiamo riportata al passo precedente non è sufficiente per trovare l'angolo che ci interessa. Il problema è piuttosto semplice da capire: ci sono infiniti angoli con lo stesso seno. Ora, per fortuna stiamo lavorando su un disegno geometrico e non su una ruota in movimento e quindi possiamo già ridurre il campo di indagine agli angoli compresi fra o e 360 gradi. In questo caso ci sono solo due angoli con lo stesso seno "a" e "180°-a" che sono speculari uno rispetto all'altro se si impiega un ipotetico asse y passante per il vertice e perpendicolare al lato scelto come secondo cateto, ossia uno dei due segmenti dell'angolo da misurare. Si deve quindi andare a calcolare anche il coseno che è legato al seno dalla relazione {[cos(a)]^2}+{[sin(a)^2]}=1.

Continua la lettura
58

Calcolare il coseno

Per andare a calcolare il coseno si usa un procedimento analogo rispetto al seno sempre sfruttando il triangolo rettangolo costruito a partire dall'angolo fornito come argomento del problema con una piccola variante. Il calcolo del coseno segue la semplice relazione matematica: ipotenusa*coseno(angolo)=cateto_solidale_angolo. Per cateto_solidale_angolo si intende il cateto giacente sull'ipotetico asse x del disegno. La coppia seno e coseno ci danno un'indicazione univoca dell'angolo, ma si può usare anche un'altra relazione che si basa sull'impiego delle tangenti e che a sua volta apre ad un'altra branca della trigonometria che è la parte dedicata a questa funzione.

68

Usare la tangente

Per procedere alla stima delle tangenti si deve fare un po' di costruzione con riga e compasso. Per praticità parlo di circonferenza a raggio unitario, ma in realtà va bene un raggio qualunque, a patto di normalizzare tutte le misure in base alla sua. Tracciare la circonferenza di raggio unitario con centro sul vertice dell'angolo che interseca l'asse x in "a" e l'ipotenusa in "p". Tracciare il segmento perpendicolare che interseca "a" e il prolungamento dell'ipotenusa nel punto "t". La distanza fra "p" e l'asse x è il seno dell'angolo, la distanza fra "p" e l'asse x è la tangente sempre dello stesso angolo. Misurare la tangente ed applicare la formula inversa per l'arcotangente, ricordando che l'angolo ricavato deve essere poi stimato in base al disegno, perché il risultato che ci viene è valido per coppie di angoli. Basta vedere se l'angolo che stiamo studiando è acuto oppure ottuso. Analogamente se giace nel terzo o quarto quadrante anche se serve uno sforzo mentale notevole per immaginare gli angoli in quelle posizioni perché noi per natura li riconduciamo sempre a angoli nel primo e nel secondo, girando il foglio. Prestate quindi attenzione alle condizioni al contorno.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di iniziare questi calcoli ripassiamo bene le formule di trigonometria
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come calcolare l'ampiezza di un angolo senza goniometro

L’ampiezza di un angolo è quella parte di piano compresa nell’angolo; rappresenta la misura espressa in gradi di un angolo, cioè la parte compresa fra due semirette. Essa si misura utilizzando il grado e i suoi sottomultipli. Per poter riuscire...
Elementari e Medie

Come Usare Il Goniometro

Se intendete imparare ad usare un goniometro è importante innanzitutto capire a cosa serve e come si usa. Il goniometro è infatti, fondamentale per calcolare un determinato angolo o per realizzarne uno nuovo con una certa misura. Conoscere questo...
Elementari e Medie

Come utilizzare un goniometro

Se frequentate la scuola media oppure un istituto superiore e state studiando il disegno tecnico, sicuramente vi sarete imbattuti, tra i vari strumenti utilizzati, nel cosiddetto "goniometro". Bene, in questa guida, vi fornirò una breve descrizione di...
Elementari e Medie

Come calcolare i gradi di un angolo di un triangolo

Calcolare i gradi di un qualsiasi triangolo non è difficile, basta armarsi di goniometro e di un po' di pazienza ed il gioco è fatto. Va precisato che in realtà, come andremo a vedere successivamente nel migliore dei casi basterà misurare solo un...
Elementari e Medie

Come costruire un angolo di 45°

Il disegno tecnico è una particolare disciplina che si studia già dalla scuola media inferiore e che ci permette di rappresentare correttamente delle figure geometriche su un piano, rappresentato dal foglio da disegno. Potrebbe capitare, però, di non...
Elementari e Medie

Come dividere un angolo retto in tre angoli da 30°

La definizione di un angolo è la parte di piano compresa tra due semirette che presentano un vertice in comune. Un angolo retto misura 90°, ed è pertanto l'esatta metà di uno piatto. Il suo utilizzo in geometria piana è abbastanza diffuso e fondamentale...
Elementari e Medie

Come costruire un angolo di 120°

In geometria, l'angolo è una figura che è costituita dalla parte di piano che si trova tra due semirette. L'ampiezza di un angolo si misura in gradi che partono da 0° e possono arrivare ad un massimo di 360°. Gli angoli sono suddivisi in 5 modelli:...
Elementari e Medie

Come costruire un angolo di 60°

In geometria ci sono degli angoli particolari di cui è necessario conoscere le proprietà e le caratteristiche fondamentali. Solitamente questi angoli peculiari sono multipli di 15° e possono essere disegnati più o meno senza problemi. Vediamo come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.