Come misurare la lunghezza d'onda della luce

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questo articolo abbiamo deciso di parlare di un argomento alquanto legato alla fisica e non solo. Sará un modo per aiutare i nostri lettori che sono alle prese con questo genere di discorso, in maniera tale da poterlo approfondire meglio e nei minimi dettagli. Nello specifico cercheremo di imparare come poter misurare la lunghezza d'onda della luce. Iniziamo con lo specificare che in fisica, la lunghezza d'onda è la distanza tra due creste della sua forma d'onda, e viene comunemente indicata dalla lettera greca λ. L'occhio umano è sensibile solamente alle onde elettromagnetiche con lunghezze d'onda comprese tra 400 e 700 nm. Questo intervallo di lunghezze d'onda costituisce una porzione molto piccola dell'intero spettro delle onde elettromagnetiche. Per confronto, è possibile vedere che l'intervallo di sensibilità alla luce in molti animali è notevolmente diverso dal nostro. Per esempio, gli occhi delle api sono sensibili alle lunghezze d'onda nell'intervallo da 300 a 650 nm e sono quindi in grado di rilevare "colori" a noi sconosciuti. Ma ora vediamo come misurare la lunghezza d'onda della luce.

27

Occorrente

  • banco ottico
  • supporti
  • laser
  • fessura di larghezza nota
  • carta millimetrata
  • righello
37

Montare il dispositivo sperimentale: il banco ottico va montato come mostrato in figura. Porre sul banco di lavoro prima lo schermo, poi il supporto con la fessura da impiegare per l'esperimento di diffrazione, ed infine il laser. È possibile creare la fessura utilizzando due lamette da barba, in modo che la fessura sia di circa 0,12 cm. Per quanto riguarda il laser, si può usare un comune puntatore a luce rossa, mentre come schermo è sufficiente una piastra metallica facendo aderire su di essa un foglio di carta millimetrata con delle calamite o con lo scotch.

47

Tenendo premuto il pulsante del puntatore laser, si può osservare immediatamente sullo schermo la formazione di una figura di diffrazione, la quale è caratterizzata da minimi e massimi che si alternano in maniera simmetrica intorno ad un massimo centrale molto più intenso. Se non appare alcuna immagine, significa che è necessario orientare bene il raggio poiché esso non è diretto precisamente lungo la fenditura. L'immagine dimostra che la luce è composta da onde in quanto solo un fenomeno di natura ondulatoria può far sì che si formino le figure di diffrazione.

Continua la lettura
57

Procedere misurando la lunghezza d'onda della luce che il laser emette. La formula che consente di eseguire questo calcolo è: %u03BB =h · sen %u03B8, dove %u03BB rappresenta la lunghezza d'onda, h la larghezza della fenditura e %u03B8 l'angolo formato tra la congiungente fenditura-primo minimo e la congiungente fenditura-schermo perpendicolare a quest'ultimo. Siccome la misura di quest'angolo non è facile da calcolare, si può sostituire il seno di %u03B8 con l'approssimazione y/D, dove y è la distanza tra il centro della figura di diffrazione e il primo minimo; D è la distanza della fenditura dallo schermo. È possibile leggere y direttamente sulla carta millimetrata, mentre D si può misurare con l'asta graduata. Basterà veramente poco per riuscire ad imparare come poter calcolare la lunghezza d'onda della luce, senza rischiare d'incorrere in errori o sbagli, che finirebbero per compromettere il nostro studio e lavoro. Buona lettura.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saper calcolare la lunghezza d'onda della luce è qualcosa che servirà sempre anche non solo a scuola.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Ottica: la natura della luce

La luce ha un ruolo fondamentale nella vita dell'essere umano: non solo infatti consente la sintesi della vitamina D, ma regolarizza anche il nostro orologio biologico interno. La varietà dei fenomeni fisici connessi con la propagazione della luce ha...
Superiori

Come calcolare la lunghezza d’onda

La maggior parte di noi conosce il significato di onda, almeno intuitivamente parlando. Se lanciamo un sasso nello stagno, dal punto dove esso impatta sull'acqua si formano dei cerchi concentrici che si allontanano dal centro. Queste circonferenze concentriche...
Superiori

Come generare onde elettromagnetiche

Cos' è un'onda? Molto semplice: consideriamo, per esempio, le onde meccaniche, ovvero quelle visibili dall'occhio umano. Se lanciamo un sasso in acqua riusciremo a generare una serie di onde che si propagano e, ognuna, occupa sempre più spazio e non...
Superiori

Ottica: la dispersione della luce

La luce che si propaga attraverso un sistema ottico può essere attenuata mediante l'assorbimento, la riflessione e la dispersione. Se noi mandiamo su un prisma un fascio di luce bianca, osserveremo che all'uscita, il fascio è composto nei vari colori...
Superiori

Fisica: l'esperimento di Young

Thomas Young, nato nel giugno del 1773, è stato un importante scienziato inglese, divenuto celebre per i suoi studi in fisica. Egli si concentrò sui temi della meccanica dei solidi e sulla luce ed è inoltre ricordato anche per i suoi studi in ottica....
Università e Master

Come fare un esame spettrofotometrico dell'olio

L'esame spettrofotometrico dell'olio è un test molto importante in quanto serve per verificare l'assorbanza delle lunghezze d'onda in modo da poter sapere se le sostanze chimiche presenti all'interno rientrano nei parametri stabiliti per legge in termini...
Superiori

Come trovare la velocità massima di un'onda trasversale

Le leggi della fisica dimostrano che un'onda può propagarsi sia nel vuoto che in un mezzo fisico. Un'onda non è altro che una perturbazione che si propaga nello spazio e nel tempo. In entrambi i casi il moto dell'onda lo si può descrivere attraverso...
Università e Master

Come si usa un oscilloscopio

Avete mai sentito parlare dell'oscilloscopio? Se non ne avete mai sentito parlare, o se ne avete sentito parlare e volete sapere come si usa un oscilloscopio, questa è certamente la guida che fa al caso vostro. L’oscilloscopio è un interessante e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.