Come misurare la distanza lungo una linea curva

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In varie situazioni, dai problemi scolastici a quelli della vita quotidiana, ci possiamo trovare ad avere bisogno di misurare la distanza tra un punto A e un punto B, che si trovano però agli estremi non di una retta (o di una linea spezzata), bensì di una curva. Ci sono vari modi in cui è possibile misurare la distanza lungo una linea curva. In questo articolo vedremo quali sono e come fare a raggiungere lo scopo utilizzandoli.
Innanzitutto la scelta del procedimento migliore da utilizzare deve essere fatta in base della lunghezza stessa della distanza da misurare: per brevi distanze si useranno metodi diversi rispetto a quelli utilizzati in caso di lunghe distanze.

25

Occorrente

  • Spago, metro o riga, forbice, righello
35

Un primo metodo per misurare la distanza lungo una linea curva, se essa non è molto lunga, prevede l'uso di uno spago, di una forbice e di una riga o di un metro. Prendete lo spago e ponetene un'estremità in corrispondenza dell'inizio della curva, diciamo nel punto A, sovrapponete lo spago lungo tutta la lunghezza della linea curva e poi tagliatelo con la forbice in modo che la fine dello spago coincida con quella della linea (ipotetico punto B). Infine non dovrete fare altro che prendere il pezzo di spago così ottenuto, tenderlo, così da porlo in linea retta, e misurarne quindi la lunghezza con una riga o con un metro.

45

Un altro modo per misurare la distanza lungo una linea curva consiste nel suddividere la curva in tanti segmenti, tutti di uguale lunghezza fra loro, abbastanza piccoli da poter essere considerati come segmenti di retta. Per realizzare questo procedimento non vi servirà nient'altro che un righello, da utilizzare per scegliere nel modo migliore la lunghezza dei segmenti. A questo punto basta moltiplicare la lunghezza di questi segmenti (da voi scelta) per il numero di volte in cui essi si ripetono su tutta la linea curva e il gioco è fatto!

Continua la lettura
55

È bene notare che i due metodi presentati non sono affatto uguali in quanto ai risultati. Infatti il primo è certamente più preciso del secondo, che utilizza un'approssimazione per giungere alla misurazione della distanza lungo la linea curva analizzata. Perché allora utilizzare il secondo procedimento? Mentre l'utilizzo di uno spago per misurare la distanza lungo una linea curva è possibile e verosimile nel caso di distanze più o meno piccole, la suddivisione della curva in segmenti permette una misurazione, seppur con un margine di approssimazione, anche in caso di distanze più lunghe. Infine l'imprecisione del secondo procedimento può essere ridotta diminuendo la lunghezza dei segmenti presi in considerazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Appunti di geometria: curva cicloide di Galileo Galilei

Prendete carta e penna e scrivete questi appunti di geometria, oggi si parlerà di un argomento che pur non essendo difficile da capire, richiede abbastanza tempo per spiegarlo e illustrarlo. L'argomento in questione è la curva cicloide, una curva piana...
Università e Master

Teorema della curva di Jordan: dimostrazione

Teorema ricorrente negli studi di materie universitarie come la geometria, l'analisi e la topologia di spazi euclidei è il Teorema della Curva di Jordan. Sono infatti moltissimi gli enunciati che, a partire da questo teorema, ci restituiscono soluzioni...
Elementari e Medie

Come costruire un pentagono inscritto in una circonferenza

Le figure piane sono, in geometria, le prime che incontriamo durante il percorso di studi. Ne esistono tante, e diversi sono i metodi di costruzione. Ognuna di tali figure possiede un nome basato su certe caratteristiche della figura stessa. Il pentagono,...
Università e Master

Come disegnare la curva di Peano

Cercando su internet, e scrivendo "curva di Peano" si trovano varie curve che hanno la proprietà di riempire una porzione di piano. Ovviamente non è possibile disegnarle (a meno che non si disegni un quadrato tutto nero), perciò in genere sono disegnate...
Università e Master

Come calcolare il coefficiente angolare di una retta tangente

In geometria analitica, lavorando sul piano cartesiano, ci si imbatte spesso nel calcolo del coefficiente angolare delle rette che si stanno trattando. In questa guida vediamo come calcolare il coefficiente angolare di una retta tangente a qualsiasi curva....
Università e Master

Come calcolare la tangente e la normale ad una curva

Calcolare la tangente e la normale ad una curva richiede specifiche competenze di base. Prima di introdurre l’argomento, dovete avere chiaro il concetto di curva.Si definisce curva una traiettoria definita da un oggetto puntiforme. L’oggetto si muove...
Università e Master

Matematica: come parametrizzare una curva

In matematica viene utilizzata la parametrizzazione nel momento in cui si desidera procedere alla semplificazione delle variabili di una curva in una sola variabile. È bene sapere che è possibile parametrizzare varie figure geometriche, come una circonferenza,...
Università e Master

Appunti di economia aziendale: la curva di Lorenz

La curva di Lorenz è una rappresentazione grafica della funzione di distribuzione cumulativa della ricchezza; la curva di Lorenz viene utilizzata in economia. Questa curva è stata sviluppata da Max O. Lorenz nel 1905. Nel grafico viene mostrato la percentuale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.