Come memorizzare la prima declinazione in latino

Tramite: O2O 24/08/2017
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Imparare la prima declinazione in latino è di solito il primo passo quando si intraprende lo studio di questa lingua alle scuole superiori. Questa declinazione non deve destare preoccupazioni, in quanto è la più semplice delle declinazioni. Memorizzarla è molto facile e il meccanismo è piuttosto veloce, dopodiché si deve comprenderla e imparare il suo utilizzo ai fini della traduzione. Inoltre, una volta compreso l'uso dei casi, la strada sarà in discesa per tutte le altre declinazioni, che pur essendo più complesse seguono comunque lo stesso schema. L'approccio a una lingua antica può inizialmente essere ostico, ma porre le basi per la conoscenza della grammatica è fondamentale per poi saper tradurre il latino. Per questo, imparare la prima declinazione è come gettare le fondamenta della propria conoscenza, e una volta memorizzata sarà impossibile dimenticarla.

28

Occorrente

  • Un libro di latino, fogli, una penna, buona volontà
38

ripeterla come una filastrocca

Può sembrare strano, ma tutti hanno imparato la prima declinazione a memoria ripetendola in maniera ritmata come se fosse una filastrocca. Il suo suono è molto musicale, basta leggerla per rendersene conto. Basterà aprire un qualsiasi libro di latino o cliccare su internet per trovare questo famosissimo esempio:
Rosa RosaeRosaeRosamRosaRosa
RosaeRosarumRosisRosasRosaeRosis

.

48

Studiare le desinenze

Le desinenze della prima declinazione sono fisse e hanno poche e rare eccezioni, pertanto è bene impararle a memoria: SingolareNOM -a; GEN -ae; DAT -ae; ACC -am; VOC -a; ABL -a
Plurale NOM -ae; GEN -arum; DAT -is; ACC -as; VOC -ae; ABL -isPer le eccezioni della prima declinazione, aprire il link sotto riportato

.

Continua la lettura
58

Trascriverla molte volte

Per memorizzare, anche la scrittura è un ottimo metodo. Si può variare il sostantivo da declinare, utilizzando per esempio "silva-silvae"(foresta), "ancilla-ancillae"(ancella), al posto del tradizionale "rosa-rosae". In questo modo si familiarizzerà anche con un piccolo numero di vocaboli latini, quasi tutti di genere femminile. Non resta che trascrivere la declinazione molte volte, sempre con le desinenze fisse riportate ai passi 1 e 2.

68

Capire la funzione dei casi

Ogni caso ha una corrispettiva funzione logica in italiano:-il nominativo corrisponde al soggetto -il genitivo corrisponde in genere al complemento di specificazione -il dativo corrisponde in genere al complemento di termine -l'accusativo corrisponde in genere al complenti oggetto-il vocativo si usa per citare nomi e persone -l'ablativo si può utilizzare in vario modo per formare vari complementi indiretti
N. B. Anche gli altri casi possono essere associati a preposizioni e particelle per formare altri complementi

.

78

Guarda il video

88

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come trovare il nominativo dei sostantivi latini della Ill declinazione

Uno dei crucci maggiori di ogni studente oltre alla matematica, è certamente il latino. Anche se è una lingua antica, alcune frasi e parole sono ancora usate tutt'ora nel linguaggio comune. Conoscerlo non è fondamentale, ma certe volte può comunque...
Superiori

Greco: la prima declinazione del sostantivo

La prima declinazione è quella dei nomi il cui tema termina con la vocale alfa breve o lunga. Essa comprende prevalentemente nomi femminili, ma anche qualche nome maschile. Ricorda che in attico alfa lungo si è generalmente trasformato in eta; tuttavia,...
Superiori

Come Declinare Correttamente La Terza Declinazione Latina

Il latino è una lingua sempre viva. Nonostante se ne sia detto il contrario. La lingua latina ha dato infatti origine a molte delle lingue attualmente esistenti, le cosiddette "lingue neolatine". Fra di esse c'è anche la lingua italiana, che da quella...
Superiori

Come tradurre i pronomi relativi dal latino

Tradurre i pronomi relativi dal latino all'italiano è un gioco da ragazzi! Basta soltanto un po' di impegno nell'analisi del giusto "caso" latino e un pizzico di pazienza nell'applicazione del complemento corrispondente. Vediamo dunque, nella guida che...
Superiori

I 5 argomenti da ripassare prima di una versione di latino

Quella latina è una lingua ormai caduta in disuso, che però ancora si studia alle scuole superiori. Il liceo classico e il linguistico sono gli istitituti in cui il latino rientra a pieno titolo tra le discipline trattate durante il quinquennio. Di...
Superiori

Come declinare gli aggettivi in Latino

Nel latino, come in italiano, bisogna declinare l'aggettivo in base al genere, numero e caso e possono essere suddivisi in prima e seconda classe: sono appartenenti alla prima classe quelli che escono dal nominativo singolare in: us - a - um; er - era...
Superiori

L'ablativo latino: guida al suo utilizzo

A volte, è semplice distinguere quale complemento traduce perché è preceduto da delle preposizioni, altre volte no perché è solo, retto dal verbo. In questa guida vedremo come riconoscere l'ablativo latino, e come tradurlo. In definitiva, alla fine...
Superiori

Come usare il vocabolario di latino

Ti sei appena imbattuto in quello che consideri un vero e proprio ostacolo insormontabile? Hai da poco cominciato a studiare latino e il primo elemento utile, cioè il vocabolario, è il più scoraggiante? Non sai da quale punto partire per fare un buon...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.