Come memorizzare i verbi latini

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Uno dei principali ostacoli che si frappongono alla comprensione del latino ed al suo studio, soprattutto per gli studenti "alle prime armi", cioè per coloro che , iscritti al primo anno dei licei, affrontano questa lingua per la prima volta, è costituito, oltre che dalla costruzione della frase e dalla declinazione dei nomi, anche e soprattutto dai verbi, dalla loro coniugazione e dalla loro memorizzazione. Il latino, come un po' tutte le lingue, è sì comprensione delle regole che lo caratterizzano e ne dettano i costrutti, ma è anche e soprattutto memoria ed una volta che si imparano e si ricordano i principali verbi e la loro coniugazione , si può star certi che un grandissimo sforzo è fatto e la comprensione della lingua diverrà molto più semplice. Ciascuno ha il proprio metodo di studio e di memorizzazione, è vero, ma proviamo comunque a vedere insieme come memorizzare i verbi latini.

25

Individuare gli ausiliari ed i verbi più importanti

La prima cosa da fare nel latino, come del resto in qualsiasi altra lingua, è quella di individuare quali sono gli ausiliari - nell'italiano i verbi essere e avere, per fare un esempio - ovvero quei verbi che predominano sugli altri e che, generalmente, fungono da supporto agli altri, supportandoli . Accanto a questi vanno individuati subito anche i verbi più importanti, questo perché, soprattutto in latino, tali verbi insieme agli ausiliari spesso hanno una declinazione differente rispetto agli altri. Il passo successivo è memorizzare tali verbi, poiché saranno quelli che con più frequenza appariranno nei testi e che, pertanto, dovremo riconoscere e tradurre più spesso.

35

Conoscere le coniugazioni

Conoscere le coniugazioni verbali è essenziale per affrontare una traduzione dal latino.Consultando un dizionario di latino ci accorgeremo che di un verbo, a differenza che in altre lingue, non viene indicato soltanto l'infinito, bensì alcune voci che corrispondono sostanzialmente alla prima (e in alcuni casi, come vedremo, seconda) persona dell'indicativo presente, alla prima persona del passato remoto, al participio passato ed all'infinito. E ciò vale per tutti i verbi. Ora ciò che bisogna sottolineare è che in latino esistono quattro principali coniugazioni verbali (individuate dalla desinenza finale dell'infinito, come ad esempio -are del verbo "amare") all'interno dei quali i verbi, esclusi gli ausiliari, vengono raggruppati. Così, sempre prendendo quale esempio il verbo amare della prima coniugazione, consultando il dizionario troveremo le seguenti voci "amo, amas, amavi, amatum, amare" ("io amo, tu ami, io amai, amato, amare"). Le desinenze finali ( -o, -as, -avi, -atum, -are) saranno le stesse per tutti i verbi della prima coniugazione, ovvero per quelli il cui infinito finisce con -are.Perciò, poiché in una stessa declinazione tutti i verbi vengono coniugati allo stesso modo, imparare le desinenze finali e le declinazioni significa avere imparato a coniugare praticamente tutti i verbi.

Continua la lettura
45

Individuare i verbi che fanno eccezione

Da tale regola sfuggiranno, però, gli ausiliari, che, come abbiamo detto, seguono una declinazione propria. Così, se prendiamo come esempio il verbo essere, consultando il dizionario troveremo queste quattro voci: sum, es, fui, esse, che corrispondono alla prima e seconda persona dell'indicativo presente (io sono e tu sei), al passato prossimo (io fui) ed all'infinito (essere).Stesso discorso va fatto per alcuni verbi che rappresentano delle irregolarità e che, come tali, possiedono una declinazione tutta loro.Il più importante è sicuramente "ferre" (portare) che troveremo con queste voci:"fero, fers, tuli, latum, ferre", corrispondenti alla prima e seconda persona dell'indicativo presente, al passato remoto, al participio passato ed all'infinito.In questi casi l'unica cosa che si può fare è imparare a memoria, esattamente come fosse una filastrocca o una poesia, la coniugazione del verbo, poiché lo stesso non potrà rispondere a nessuna regola generale applicabile agli altri verbi.Pertanto sarà solo la memoria che in questo caso potrà aiutarci; differentemente, laddove avremo capito il meccanismo e le regole che determinano le quattro coniugazioni saremo in grado di riconoscere e tradurre con facilità qualunque voce verbale che risponda ad esse.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • imparare a memoria ausiliari e verbi irregolari
  • imparare le desinenze e le coniugazioni come se fossero una filastrocca
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come riconoscere i verbi difettivi

I verbi sono una parte variabile del discorso; essi nella grammatica italiana sono abbastanza numerosi. In altre lingue i verbi difettivi sono ridotti ad un piccolo gruppo e vengono studiati a memoria. I verbi italiani possono derivare da sostantivi...
Superiori

Come trovare il nominativo dei sostantivi latini della Ill declinazione

Uno dei crucci maggiori di ogni studente oltre alla matematica, è certamente il latino. Anche se è una lingua antica, alcune frasi e parole sono ancora usate tutt'ora nel linguaggio comune. Conoscerlo non è fondamentale, ma certe volte può comunque...
Superiori

Come coniugare i verbi deponenti in Latino

Mentre in italiano i verbi sono o di forma attiva (es. Io lodo) o di forma passiva (es. Io sono lodato), in latino esistono anche verbi di forma passiva, ma di significato attivo: i verbi deponenti. I grammatici li hanno chiamati così pensando erroneamente...
Superiori

Come memorizzare le formule matematiche

Memorizzare le formule matematiche non è per nulla semplice ma, molto spesso, è necessario farlo. Molti studenti, infatti, sia universitari che liceali si trovano a dover affrontare compiti di fisica e matematica che prevedono l'utilizzo di complicate...
Superiori

Grammatica: guida ai verbi servili e fraseologici

Quante volte succede che un piccolo dubbio sulla giusta costruzione sintattica della frase si insinui nella vostra mente? Capita a tutti! Non scoraggiatevi e pensate al fatto che la grammatica italiana è di certo una delle più ricche e complesse, con...
Superiori

Latino: verbi anomali

Nella lingua latina possiamo trovare un certo numero di verbi che non appartengono alla cosiddetta coniugazione regolare a causa di alcune anomalie nella flessione. Le anomalie possono riguardare i temi per la formazione dei tempi fondamentali o i mutamenti...
Superiori

Grammatica italiana: i verbi transitivi e intransitivi

Nella grammatica italiana i due pilastri su cui è costruita la frase sono il nome e il verbo. Se i nomi sono gli ingranaggi del linguaggio, il verbo è il motore che mette in movimento tutto il meccanismo. I nomi forniscono i personaggi e l’ambiente...
Superiori

Come memorizzare un libro facilmente

Se abbiamo un buon metodo di studio, il nostro cervello metabolizza le lezioni ed i concetti letti e dopo averli rielaborati, li trattiene senza doverli imparare a memoria. Determinati argomenti, come una poesia, delle date di storia, alcune formule,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.