Come mantenere la media alta all'Università

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Mantenere una media alta all'università può essere utile per accedere a borse di studio o per partecipare a progetti selettivi (come doppia laurea o periodi all'estero); è gratificante e potrebbe aiutare, un domani, a trovare il lavoro dei tuoi sogni. Tuttavia, le buone intenzioni non bastano: il percorso è lungo, ma la soddisfazione finale vi ripagherà di tutta la fatica.

28

Occorrente

  • Impegno e tanta costanza
38

Non aspettare il giorno prima dell'esame

Non si scappa: se vuoi ottenere dei buoni risultati, ti devi applicare. Fare le cose all'ultimo potrebbe funzionare per qualche esame, ma se vuoi mantenere una buona media l'impegno deve essere costante (e tanto!). Durante il periodo dei corsi leggi i libri, fai esercizi e, soprattutto, schermi (o riassunti, se preferisci). Ti sembrerà di star perdere tempo, ma quando mancherà pochissimo al fatidico giorno ti accorgerai di sapere la maggior parte del programma e non ti rimarrà che ripassare.

48

Vai a lezione

Sembrerà scontato, ma andare a lezione è il miglior modo per preparare un esame. Innanzitutto, ascoltare le spiegazioni del professore aiuta a comprendere meglio un argomento. Inoltre, è il miglior modo di dissipare i dubbi fin da subito: basterà alzare la mano e chiedere o, se il professore non vuole essere interrotto, aspettare la fine della lezione o la prima pausa e domandare di persona. La maggior parte dei professori tende a spiegare con maggior accuratezza e per più tempo gli argomenti più importanti, quelli che è più probabile trovare tra le domande d'esame. Non è necessario prendere appunti (anzi, ci sono persone che rendono di più ascoltando concentrate che scrivendo ogni virgola), ma essere presenti permette di rendersi conto della reale difficoltà dell'esame.

Continua la lettura
58

Prendi bei voti fin da subito

Prima di poter mantenere una buona media, bisogna costruirsela. In genere, i primi esami sono i più tosti e non tanto per la loro difficoltà intrinseca, quanto piuttosto per l'essere la prima esperienza nel mondo dell'università. Non ci si è ancora abituati al ritmo di studio e alle modalità di correzione, quindi si tende a sopravvalutare (o in casi rari sottovalutare) le proprie capacità. Impegnarsi al massimo delle proprie possibilità, almeno all'inizio, ha due risvolti positivi: dei buoni risultati creano la base per la media e si evita di pentirsi, qualche semestre dopo, di un esame per cui si è studiato poco; col tempo, diventerà più facile (sia perché ci si abituerà alla quantità di cose da studiare, sia perché si diventerà più bravi a stimare quanto tempo serve effettivamente per un esame).

68

Rifiuta i voti bassi (senza esagerare)

Dopo il primo semestre, puoi iniziare a quantificare cosa è per te una media alta. A seconda del tuo obiettivo, infatti, avrai un obiettivo di voto che vale per ogni esame. Se non dovessi raggiungere tale obiettivo, potresti valutare di rifiutare il voto e rifare l'esame. Prima di prendere la decisione, però, ci sono alcune domande che sarebbe meglio porsi.
1. Mi sono impegnato al massimo? Posso davvero studiare meglio? Se la risposta alla prima domanda è sì, probabilmente è meglio non rifiutare perché la possibilità di fare molto meglio è esigua. 2. È un esame (per me) facile? Se ti costa poco, conviene rifare un esame piuttosto che rimpiangere, in futuro, di aver accettato un voto basso. 3. Sono a pari col resto degli esami? Una media alta può essere un obiettivo, ma non dovrebbe ritardare troppo la laurea.
4. Quando questo voto abbassa, effettivamente, la media? La matematica insegna che, più la tua media è alta, più un voto basso la farà variare (mentre uno alto porterà a un piccolo cambiamento). Ricorda, però, che puoi permetterti un voto medio o basso, di tanto in tanto: se la variazione non è eccessiva e gli esami che ti restano sono abbordabili, accetta il voto e fai di meglio con il prossimo.

78

Impara a valutare gli esami fin da subito

Ci sono esami più semplici, per cui basta studiare poco, e ci sono i mattoni.
Dividere lo studio in maniera tale da non passare tempo su un esame che non ne richiede permette di aumentare al massimo l'efficienza (senza trascurare del tutto nessun esame). Per esempio, se vuoi preparare due esami, uno che pensi di poter dare soltanto seguendo le lezioni e uno reputato tosto, una strategia potrebbe essere studiare seriamente per l'esame tosto e ripassare o fare qualche esercizio per l'altro esame due pomeriggi a settimana. In questo modo, dedicherai il giusto tempo a ognuno e ti potrai aspettare dei buoni risultati in entrambi.
Nel decidere quanto tempo dedicare a ciascuna materia, poi, bisogna notare che non tutti gli esami hanno lo stesso peso sulla media. Se si ha poco tempo, conviene investirlo nel preparare esami con tanti CFU.

88

Fai amicizia con chi ha i tuoi stessi obiettivi

Conoscere qualcuno che si impegna come te è utile sia per confrontarsi su dubbi o per studiare in compagnia, sia per sentirsi meno soli.
Se la persona che conosci non è un tipo troppo competitivo (e se non lo sei tu), potrai chiacchierare di esami con qualcuno che ti capisce e potrai condividere i tuoi piani per lo studio e confrontarli con i suoi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come iscriversi all'università di Londra

Il sogno nel cassetto di molti studenti è, quasi certamente, quello di studiare in un’università londinese. Un esempio corretto e condivisibile, poiché l'esperienza di studiare all'estero permette di ampliare i propri orizzonti culturali in un'ottica...
Università e Master

5 trucchi per iniziare l'università con il piede giusto

Hai appena finito il liceo, superato il temuto esame di maturità, abbandonato professori pignoli ed esigenti, lasciato alle spalle estenuanti giornate scolastiche e puoi goderti il meritato relax! Come no? Non ti senti rilassato? Stai pensando al futuro?...
Università e Master

Come entrare in un'università americana

Ogni anno, numerosi studenti vogliono entrare in un'università americana. Quelle classiche vengono stilate puntualmente e dicono che tanti di questi atenei sono i migliori a livello mondiale. A far rinunciare i ragazzi ad inseguire l'obiettivo di avere...
Università e Master

Come superare il Test di Ammissione all'Universita'

È ormai risaputo che il percorso di studi di un individuo inizia dalla scuola elementare. Qui si imparano le basi su cui fondare la propria cultura e il proprio sapere. Il criterio di valutazione per superare il test di ammissione all'università, la...
Università e Master

Come calcolare la media degli esami universitari

Tenere sotto controllo la propria media esami è di vitale importanza durante tutto il percorso di studi universitario, poiché è indice del rendimento accademico dello studente. Spesso, per trascuratezza, negligenza o per la volontà consapevole di...
Università e Master

10 consigli per scegliere l'università

La grande varietà dell'offerta di corsi universitari da un lato e, dall'altro, le complesse problematiche dell'attuale mercato del lavoro richiedono che la scelta del proprio percorso sia, fin dall'inizio, ponderata e consapevole. Per questo, nel decidere,...
Università e Master

Come entrare in un'università dell'Ivy League

L'istruzione rappresenta un aspetto molto importante della vita, perché consente di apprendere le capacità giuste per fare carriera. Avere un lavoro ben retribuito e consono alle proprie aspirazioni professionali costituisce un sogno per qualunque individuo....
Università e Master

Università all'estero: come iscriversi

Se dopo la scuola media superiore vogliamo continuare il nostro percorso scolastico, ma vogliamo provare una nuova esperienza, potremmo pensare di iscriverci ad una università estera. Per farlo dovremo però seguire una particolare procedura per riuscire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.