Come leggere una tavola periodica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La tavola periodica è stata ordinata per la prima volta dallo studioso e scienziato Mendeleev, il quale capì che gli elementi chimici avevano fra loro delle caratteristiche simili, e via via che studiava nuovi elementi, decise di accostarli per queste similarità, finché non ottenne il classico schema a colonne che tutti noi abbiamo visto nella nostra vita. Da allora, la tavola subì delle variazioni, che hanno più che altro confermato quanto intuito dal chimico russo nel 1869. Ma a cosa serve e come è possibile leggere una tavola periodica? Attraverso questa guida, apprenderete qualcosa in più su di essa e sulle sue potenzialità. Procediamo!

27

Occorrente

  • tavola periodica
37

Come prima cosa, l'importanza della tavola periodica nasce dalla necessità di catalogare ed elencare il gran numero di elementi chimici che a quel tempo erano stati scoperti, per avere una classificazione univoca a livello internazionale. Essa è strutturata da colonne che si intersecano formando una griglia. La sua organizzazione comprende colonne verticali detti "gruppi" a cui si aggiungono gli "elementi di transizione", ossia quelli che stanno tra la terza colonna (compresa) verticale e la dodicesima (compresa). Oltre a ciò, sono presenti i "periodi", rappresentati dalle colonne orizzontali. La tavola periodica riporta tutti gli elementi chimici conosciuti fino ad oggi e sono divisi in tre gruppi principali: metalli, non metalli e gas nobili.

47

In ogni quadretto della tavola, è possibile trovare un elemento chimico. Quello più piccolo è l'idrogeno con simbolo H dopodiché, in ordine di grandezza procedendo verso destra, troviamo l'elio (He), litio (Li), berillio (Be), boro (B) e cosi via. Nelle prime due colonne, troviamo i metalli alcalini e metalli alcalino terrosi. In ogni casella relativa ad un elemento, si trovano dei numeri e delle lettere, questi sono: il numero atomico, il peso atomico, la struttura atomica (composta da un numero, una lettera e in apice un'altro numero, ad esempio 1s1) ed infine il numero di ossidazione.

Continua la lettura
57

Successivamente, le lettere presenti in ogni "quadratino" si riferiscono al simbolo del nome dell'elemento (esempio: idrogeno, H; magnesio, Mg e così via). La tavola periodica dunque può essere letta in entrambi i sensi, sia in verticale che in orizzontale, non dimenticando ovviamente che ogni colonna o riga ha delle caratteristiche ben diverse. Ogni elemento chimico si ritrova in natura e anche nelle applicazioni industriali, per cui l'importanza di questa colonna è essenziale per chiunque si voglia accostare al mondo della chimica.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come calcolare la massa molecolare di un composto chimico

Se siete alle prese con esercizi di chimica generale e nello specifico con il calcolo della massa molecolare, seguendo passo dopo passo questa guida potrete ottenere tutte le informazioni fondamentali per risolvere velocemente tutti i vostri quesiti....
Superiori

Appunti: elementi chimici

La materia che ci circonda è costituita da atomi differenti, classificabili secondo proprietà chimico-fisiche ricorrenti in natura ed osservabili dall'uomo. Si definisce "elemento chimico" un'aggregazione (molecola) di due o più atomi che presentano...
Superiori

Come identificare la chimica degli ioni di idrogeno

L'idrogeno è l'elemento chimico più diffuso nell'universo e viene utilizzato dalle stelle come combustibile. Lo ione di idrogeno, detto Idrogenione ed indicato con il simbolo chimico sulla tavola degli elementi H+, è un derivato dell'atomo di idrogeno....
Superiori

Come determinare il numero di protoni in un elemento

Ognuno di noi, a diversi livelli, ha la propria "bestia nera" tra le materie scolastiche. Per tanti studenti, matematica e geometria sono davvero indigeste. Per altri sono le lingue antiche a destare maggiori preoccupazioni. Generalmente, però, le discipline...
Superiori

Come determinare il numero di elettroni in un elemento

Esistono materie che risultano piuttosto complicate per moltissimi ragazzi. Una delle materie più complesse oltre alla matematica, è sicuramente la chimica. La chimica è una materia molto tecnica e molto logica in cui è necessario capire i vari meccanismi...
Superiori

Appunti di chimica: i legami

La chimica spesso risulta di difficile comprensione e spesso non è un materia particolarmente gradita agli studenti delle scuole superiori: il motivo di questa sorta di antipatia verso tale scienza sta nel fatto che la descrizione dei fenomeni mediante...
Superiori

Come riconoscere i metalli dai non metalli

Il titolo che accompagna la guida è molto chiaro, e ci fa comprendere immediatamente la tematica che verrà trattata nei prossimi passi. Andremo, infatti, a spiegarvi in pochi passi come poter riuscire a riconoscere i metalli dai non metalli. Cominciamo...
Superiori

Appunti: chimica inorganica

Appunti: Chimica Inorganica, è quella branca, che si divide dalla chimica organica, e si occupa dello studio degli elementi, della sintesi e della caratterizzazione delle sostanze inorganiche. Rimangono quindi esclusi da questo studio (ad eccezione di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.