Come leggere in metrica un testo latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il latino viene considerato una lingua morta, eppure il suo studio, oltre ad essere molto interessante e affascinante, riesce ad aprire la mente come nessuna altra materia. Non per questo il liceo classico è ancora considerato una delle scuole migliori da seguire per i giovani d'oggi: secondo recenti statistiche i ragazzi che hanno frequentato il liceo classico riescono al meglio nel percorso universitario. Oltre alle traduzioni, è interessante anche saper leggere un testo latino: esso sarà sicuramente scritto con la forma metrica dell'esametro, la più utilizzata nella maggior parte dei testi poetici latini. Vediamo insieme come leggere in metrica un testo latino.

27

Occorrente

  • Testi poetici latini
  • Dizionario di latino
  • Carta e penna per eventuali note
37

I dittonghi

La prima cosa da ricordare per leggere in metrica un testo latino è la pronuncia dei dittonghi: i dittonghi sono molto frequenti in tutti i testi latini, soprattutto come parte finale di molti termini. Quelli più utilizzati sono "ae" e "au". Il primo deve essere letto semplicemente come una "e", eliminando completamente la "a" posta come prima vocale del dittongo. Il dittongo "au" invece viene pronunciato come la vocale italiana "o". Va ricordato però che alcuni tipi di dittonghi posti non al termine della parola, si pronunciano leggendo distintamente le due vocali, come nella parola "meus", che viene letta come suonerebbe in italiano.

47

I grafemi "ostici"

Alcune lettere dell'alfabeto latino, in particolare nella pronuncia cosiddetta "classica" (da Cicerone in poi), assumono dei suoni diversi rispetto alle stesse lettere italiane e per questo vengono definite ostiche, cioè difficili da leggere e ricordare. Ad esempio le lettere "c" e "g" non vengono pronunciate "dolcemente", con il suono palatale come avviene in italiano: entrambi i grafemi assumono in latino un suono gutturale, quindi molto più simile ad una "k" (per quel che riguarda la "c") e ad una "gh" (per quel che riguarda la "g"), come si pronuncerebbe nella parola gonna o ghiro italiane.

Continua la lettura
57

Le elisioni

Un altro problema da affrontare quando si deve leggere in metrica un testo latino riguarda le elisioni: se due parole cominciano per vocale, una di essa verrà elisa e ne prevarrà soltanto una. Purtroppo però non esiste una regola fissa, in cui prevale sempre una vocale piuttosto che un'altra: solo lo studio accurato dei testi nel loro contesto storico permetterà di capire quale vocale diventa dominante in un determinato poema o testo di satira. Anche se all'inizio la lettura in metrica di un testo latino può sembrare ostica e difficoltosa, con l'esercizio alla fine diventerà quasi automatica.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non scoraggiatevi alle prime difficoltà: con impegno e costanza riuscirete alla grande!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come dividere in sillabe in latino

Il latino è una lingua antichissima che ancora oggi viene insegnata nelle scuole ad indirizzo classico e, in alcune chiese per celebrare le messe. La lingua precursore del moderno spagnolo, portoghese, francese, rumeno ed ovviamente italiano è tuttavia...
Superiori

Come fare la divisione in sillabe in latino

-Qual è il senso di studiare una lingua "morta"?- Questa è la domanda che si pone la maggior parte degli studenti quando si trovano alle prese con lo studio della lingua latina. Questa, infatti, è una lingua molto antica che, col passare del tempo,...
Superiori

Come leggere in metrica un testo in greco antico

La metrica studia la composizione di un testo poetico. Esso è un'opera in versi di cui l'autore vuole mandare un messaggio. Il verso è è una riga di un testo ed è formato da un dato numero di sillabe che sfociano in figure metriche. In questa guida...
Università e Master

Nozioni di metrica francese

In ambito poetico, la metrica consta in un insieme di norme, canonizzate dalla tradizione, che regolano la versificazione. La definizione di "verso" ha assunto nel tempo significati di volta in volta diversi, eppure esso resta l'unità di partenza nella...
Superiori

Come accentare versi in esametro

Se frequenti un liceo, sicuramente ti troverai alle prese con le lingue classiche, cioè il latino e/o il greco. Quando si è ai primi approcci nei confronti dei versi greci e latini, si può trovare qualche immediata difficoltà, data soprattutto dall'accentazione...
Elementari e Medie

Come individuare la struttura di una metrica

La poesia è tra le forme d'arte più antiche che esistano. Molti sono stati i poeti e gli scrittori che si sono susseguiti durante i secoli e che hanno tramandato le loro opere fino a noi. Ma per comprendere al meglio una poesia, è necessario prima...
Superiori

Elementi di metrica: le rime

Se sei alla ricerca di una breve guida, di semplice e comprensibile lettura, che possa fornirti una rapida indicazione sulla metrica e le rime, eccola a tua disposizione. Questa guida ti offre un facile riassunto sui più importanti elementi di metrica...
Superiori

latino: sintassi dei casi

Il latino è una lingua molto antica che non viene più parlata oggi. Nonostante la sua importanza, in alcune scuole non viene studiato in quanto reputato una lingua "morta", al contrario è strutturato in modo minuzioso e ha la funzione di esercitare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.