Come leggere in metrica un testo in greco antico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La metrica studia la composizione di un testo poetico. Esso è un'opera in versi di cui l'autore vuole mandare un messaggio. Il verso è è una riga di un testo ed è formato da un dato numero di sillabe che sfociano in figure metriche. In questa guida andremo a vedere come leggere in metrica un testo in greco antico.

24

L'esametro dattilico

L'esametro dattilico è il più importante e antico verso usato nella poesia greca, nella metrica classica è un verso formato da sei piedi dattilici (esapodia), al quale manca, in ultimo, una sillaba (catalettico). Se l'esametro è formato da due sillabe lunghe viene chiamato spondeo, se da una sillaba lunga e una breve, troncheo. Prima di poter leggere un testo, però, è bene conoscere quali sillabe sono lunghe e quali brevi. Una sillaba lunga è quando al suo interno possiamo trovare un dittongo o una vocale lunga, è breve quando c'è una vocale breve ed infine possiamo trovare anche una sillaba ancipite ovvero può essere sia breve che lunga. Infine per poter leggere un esametro dobbiamo mettere gli accenti sulle prime sillabe lunghe di ogni piede ed avremo così sei accenti totali.

34

Gli accenti

Per poter leggere un esametro dobbiamo mettere gli accenti. Questi ultimi vanno messi sulle prime sillabe lunghe di ogni piede ed avremo così sei accenti totali. Ci sono però alcuni casi particolari che riguardano le sillabe e quindi da prestare particolare attenzione e sono la sinalefe, ovvero la fusione della vocale terminante di una parola e quella che inizia la successiva. Lo iato quando la fusione non avviene ed infine la dieresi, cioè le vocali del dittongo che comunemente vengono lette insieme, in questo caso vengono separate.

Continua la lettura
44

Pause ritmiche

L'esametro data la sua lunghezza ha bisogno di pause nella lettura, esse possono essere di "dieresi", quando la pausa avviene tra due piedi oppure di "cesura" quando è posta in un solo piede. Possiamo trovare cinque pause, ovvero dopo il terzo mezzo piede chiamata "cesura trimimera", come dice il nome stesso ed è sempre accompagnata da un'altra cesura, se posta dopo il quinto mezzo piede viene chiamata "cesura pentemimera". La "cesura del terzo troncheo", la pausa avviene tra due sillabe brevi del terzo dattilo, questa pausa e la precedente sono le più comuni, dopo il settimo piede detta "cesura eftemimera" ed infine troviamo la "dieresi bucolica" molto frequente nella poesia bucolica, questa pausa forma un "adonio" tra il quarto e il quinto piede, queste due ultime vengono anch'esse accompagnate da un'altra pausa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come leggere un testo italiano in metrica

Leggere un testo in versi è ben diverso dal leggere un testo in prosa: quest'ultima è più simile al parlato quotidiano, complice anche l'assenza di rima, per cui si pongono fondamentalmente poche difficoltà nella sua lettura. Diversi fattori, invece,...
Superiori

7 motivi per scegliere di studiare greco antico

In tutte le scuole del mondo, ormai, si studia una seconda lingua straniera, come inglese o spagnolo o francese. Nei licei classici, invece, si studiano anche il latino e il greco antico. Molti ragazzi apprezzano questa lingua e la studiano con piacere,...
Superiori

Come Leggere In Metrica Epinicio 3 Di Bacchilide

Vissuto circa nel V secolo a. C. Bacchilide compone le sue opere aderendo ai canoni della lirica corale. Egli arricchisce le sue composizioni di aggettivi composti, i quali sottolineano forti contrasti di colore o a sottolineare determinati aspetti. Tipica...
Superiori

Appunti di grammatica di greco antico

Il greco è una delle lingue più antiche e conosciute al mondo, insieme alla lingua latina. Tutt'oggi viene ancora studiata al liceo classico e alla Facoltà di Lettere classiche. Essa, infatti, rappresenta le basi tecniche per la conoscenza di molte...
Superiori

Come memorizzare tempi verbali del greco antico

Sei iscritto al liceo classico e rischi il debito in questa ardua materia? Hai deciso di accostarti allo studio della lingua greca per semplice gusto personale ma sei in difficoltà? Ecco quì di seguito una semplice tecnica che ti può aiutare a memorizzare...
Superiori

Come tradurre il congiuntivo in greco antico

Se frequenti il liceo classico uno dei più grossi ostacoli iniziali che incontrerai sarà lo studio del greco antico, una lingua cosiddetta "morta" che però ha influenzato non solo le lingue attuali, ma che è ancora presenti in un gran numero di campi,...
Superiori

Elementi di metrica: le rime

Se sei alla ricerca di una breve guida, di semplice e comprensibile lettura, che possa fornirti una rapida indicazione sulla metrica e le rime, eccola a tua disposizione. Questa guida ti offre un facile riassunto sui più importanti elementi di metrica...
Superiori

Come leggere e memorizzare un testo in lingua straniera

Il diffondersi delle culture multietniche in tutti i luoghi della nostra nazione richiede conseguentemente la conoscenza di almeno una lingua straniera. Ciascuno di noi, in linea di massima, possiede qualche base che consente di instaurare un piccolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.