Come Leggere In Metrica Epinicio 3 Di Bacchilide

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
18

Introduzione

Vissuto circa nel V secolo a. C. Bacchilide compone le sue opere aderendo ai canoni della lirica corale. Egli arricchisce le sue composizioni di aggettivi composti, i quali sottolineano forti contrasti di colore o a sottolineare determinati aspetti. Tipica della sua arte è la fusione di elementi epici, dorici ed eolici. In questa guida ti aiuterò come leggere in metrica Epinicio 3.

28

Occorrente

  • Testo in greco antico dell' Epinicio 3
38

Di Bacchilide è andato quasi tutto perduto. È stato rinvenuto, tra le altre testimonianze papiricee, un libro di Epinici, tra cui svetta l'Epinicio 3. Questa composizione si traduce nella prima parte in un'invocazione alla Musa Clio. Da qui, si apre la celebrazione di Ierone di Siracusa, vincitore ai Giochi Olimpici del 468 con il proprio carro. Il protagonista è tuttavia Creso, incarnazione ideale del reale destinatario, accomunati entrambi dalla condizione di sovrano.

48

La composizione lirica non segue uno schema metrico canonizzato, tuttavia è possibile rilevare un'accurata simmetria interna. Occorrerà, dunque, rispolverare vecchi e basilari concetti di grammatica greca, per avviare la lettura in metrica. In particolare, ripassa i dittonghi e le vocali dell'alfabeto (semplici o lunghe). Per aiutarti a migliorare la scorrevolezza del parlato e ad abituarti alla cadenza del ritmo, batti la mano sul tavolo: Veloce, quando hai di fronte lettere brevi, lento quando si tratta di quelle lunghe. Fa sentire l'accento sull'ultima vocale della sillaba.

Continua la lettura
58

Scansione metrica. Analizziamo soltanto la frase nella foto di presentazione. Per capire se una sillaba è breve o lunga, prendi in considerazione le vocali, e traccia una barra in matita per dividerle l'una dall'altra. Dove c'è la vocale, finisce la sillaba e ne inizia un'altra. Ricorda, in questo passaggio, che l'insieme delle vocali che fanno un dittongo si fondono e vengono considerate come una sola (ou, oi, ecc).

68

"A" è una vocale breve, quindi al di sopra di essa segna un piccolo archetto in matita rivolto verso l'alto. La " i" (iota) è lunga, solo in questo caso perché è seguita da due consonanti. Tracciati, allora, al di sopra una linea orizzontale. Secondo lo stesso principio, sia l'"o" (omikron) che l'"a" (alfa) sono brevi. A seguire - e, qui arriviamo alla metà del verso - ci sono le due vocali "ou", le quali, insieme, rappresentano un dittongo: La sillaba in questione è lunga.

78

Analizziamo "Sikelias" (Sicilia): la i e la e, come sappiamo, sono brevi. Dovrai segnare la "a" finale come doppia a questo punto: Osserva, infatti che è seguita dalla s, che tuttavia è a sua volta seguita dalla "k" iniziale dell'altra parola. Guarda l'ultima parola della frase e prova da solo, secondo i principi stabiliti prima, a risolverlo. Confrontalo adesso: se hai indicato la "e" come breve e hai saputo tenerla distinta dal dittongo "ou" successivo, hai compreso il meccanismo. Ma la "a" finale? Proprio in virtù della sua collocazione è lunga. Segui gli stessi principi su tutto il resto dell'epinicio e non sbaglierai.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per abituarti al ritmo dell'accento da dover conferire alla lettura, alza semplicemente il tono della voce sulla vocale interessata!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Elementi di metrica: le rime

Se sei alla ricerca di una breve guida, di semplice e comprensibile lettura, che possa fornirti una rapida indicazione sulla metrica e le rime, eccola a tua disposizione. Questa guida ti offre un facile riassunto sui più importanti elementi di metrica...
Elementari e Medie

Come individuare la struttura di una metrica

La poesia è tra le forme d'arte più antiche che esistano. Molti sono stati i poeti e gli scrittori che si sono susseguiti durante i secoli e che hanno tramandato le loro opere fino a noi. Ma per comprendere al meglio una poesia, è necessario prima...
Università e Master

Nozioni di metrica francese

In ambito poetico, la metrica consta in un insieme di norme, canonizzate dalla tradizione, che regolano la versificazione. La definizione di "verso" ha assunto nel tempo significati di volta in volta diversi, eppure esso resta l'unità di partenza nella...
Superiori

Come dividere in sillabe in latino

Il latino è una lingua antichissima che ancora oggi viene insegnata nelle scuole ad indirizzo classico e, in alcune chiese per celebrare le messe. La lingua precursore del moderno spagnolo, portoghese, francese, rumeno ed ovviamente italiano è tuttavia...
Elementari e Medie

Divisione in sillabe: regole ed eccezioni

Nella grammatica italiana uno dei problemi principali, soprattutto alle scuole medie ed elementari, è la sillaba. Infatti esistono regole ben definite non facilmente intuibili, che devo essere categoricamente seguite per far fronte ad eventuali compiti...
Elementari e Medie

Figure metriche: cosa sono e come usarle

La poesia, l'epica e la prosa sono generi molto apprezzati da chi ha la passione per la letteratura. Una loro peculiarità, dal punto di vista formale, è quella di doversi attenere ad alcune basilari regole, tra le quali: quelle che riguardano la costruzione...
Superiori

Come accentare versi in esametro

Se frequenti un liceo, sicuramente ti troverai alle prese con le lingue classiche, cioè il latino e/o il greco. Quando si è ai primi approcci nei confronti dei versi greci e latini, si può trovare qualche immediata difficoltà, data soprattutto dall'accentazione...
Elementari e Medie

Come fare e scrivere la sillabazione in italiano

La lingua italiana non è semplice da imparare e da parlare correttamente. Delle buone basi e un buon professore però potranno certamente aiutare per facilitare la comprensione e l'apprendimento. Una delle prime cose che si imparano per apprendere meglio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.