Come insegnare la decina

Tramite: O2O 21/09/2018
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le scuole elementari sono un ambiente educativo davvero importante, che getta le basi per tutto il percorso formativo degli anni successivi. I bambini, come ben sappiamo, apprendono abbastanza facilmente le nozioni relative alle varie discipline. Ad esempio, la matematica è una delle prime materie con cui gli alunni hanno a che fare. In questa fase primaria degli studi, le lezioni si basano su argomenti semplici, per l'appunto elementari, come i numeri interi. Essi si suddividono in unità, decine e centinaia. Per insegnare ai bambini come si conta, si ricorre ad un particolare metodo. Si fanno dunque usare delle penne colorate per distinguere tra loro le unità, le decine e le centinaia. Le unità vengono solitamente indicate con il colore azzurro, le decine con il rosso e le centinaia con il verde. Per gli studenti più grandi, viene incluso lo studio delle migliaia, che si indicano con il colore giallo. Per aiutare i bimbi ad apprendere il calcolo con maggior rapidità, i numeri si raggruppano a dieci a dieci. Soffermiamoci in particolar modo sulla decina, che è uno dei primi oggetti di studio. Qui di seguito scopriremo come insegnare la decina ai nostri scolari, in modo tale che riescano a memorizzare rapidamente la procedura.

27

Occorrente

  • Schede illustrate
  • Abaco
  • Regoli
  • Disegni
  • Tanta pazienza
37

Utilizzare la numerazione da 1 a 10

Un primo sistema che possiamo adottare per insegnare la decina è quello della numerazione da 1 a 10. Possiamo ricorrere sia alla modalità ascendente che a quella discendente. In questo modo potremo capire meglio in che modo i bambini memorizzano e riconoscono i numeri e il loro valore. Per formare la decina partiremo da un processo di scomposizione e ricomposizione del numero 10. Stabilito ciò, spiegheremo agli alunni che una decina viene formata da 10 unità. Potremo fare dei piccoli esempi con oggetti comuni, come i pastelli o le caramelle. Spiegheremo quindi che 10 matite colorate o 10 caramele altro non sono che una decina di ciascuno degli oggetti presi a riferimento. Una volta gettate le basi teoriche, passeremo agli esempi pratici.

47

Mostrare delle schede illustrate

Insegnare la decina diviene ancora più semplice se a dare man forte ci sono degli esempi pratici e tangibili. A tal proposito, potremmo usufruire delle schede illustrate. Per aiutare ulteriormente i bimbi ad imparare, potremmo creare delle schede di nostro pugno. Magari coloriamole e decoriamole con immagini capaci di attirare l'attenzione dei nostri piccoli studenti. Dobbiamo inserire anche alcuni esercizi, ma questi dovranno essere semplici. Li faremo completare direttamente ai bambini tramite un disegno. Magari potremmo disegnare una trentina di mele, palloncini o animaletti e chiedere agli alunni di cerchiarne una decina. Così facendo, verificheremo il loro grado di apprendimento e, in alcuni casi, potremmo chiarire eventuali dubbi. In alternativa, possiamo semplicemente distribuire una scheda vuota a ciascun bambino e ciedere di disegnare una decina di un oggetto a piacere. Questo sistema li aiuterà a mettere in moto la mente in maniera ancora più accurata.

Continua la lettura
57

Utilizzare l'abaco o i regoli

Per insegnare la decina, un sistema piuttosto obsoleto è quello che prevede l'utilizzo dell'abaco. Ciononostante, si tratta di una strategia vincente. Soprattutto se stiamo insegnando i numeri ai più piccini, la vista delle palline colorate è un aiuto davvero efficace. Lo stesso dicasi per i regoli, qui bastoncini in plastica di vari colori e dimensioni che si impiega come moderno pallottoliere. Distribuendo i regoli in classe, possiamo chiedere agli alunni di formare tanti gruppi da 10 unità. Per rendere la lezione più divertente, organizziamo una piccola gara a premi. Chi ne compone di più e nel modo giusto vince un regalino, come delle matite colorate nuove o un quaderno da colorare. I bambini devono sempre avere le mani in pasta, altrimenti il loro interesse viene meno e talvolta anche l'apprendimento. Se li coinvolgeremo nella lezione con l'abaco o i regoli, li aiuteremo anche a sviluppare una memoria fotografica eccellente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Al termine della lezione verifichaimo che le nozioni siano state comprese da tutti gli alunni. Per sicurezza, un riepilogo con esercitazione può aiutare.
  • Coinvolgere il più possibile gli studenti nell'attività di calcolo e ragionamento, lasciando loro la libertà di esprimersi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come insegnare matematica ai bambini

La matematica insieme all'italiano è una delle materie fondamentali che bisogna studiare bene e, se capiti i concetti base può diventare anche interessante. Ciò che importa è che venga presentata fin dalle scuole elementari in maniera tale da essere...
Elementari e Medie

Come insegnare a riconoscere le monete ai bambini

Insegnare a riconoscere le monete ai bambini è un concetto che non è difficile da imparare. Capire il valore monetario è tutto ciò che ogni singola moneta o carta indica. Ogni paese insegna il sistema monetario che si riferisce alla propria vita....
Elementari e Medie

Come insegnare scienze ai bambini

È risaputo che i bambini generalmente apprendono piuttosto in fretta. È molto importante, dunque, offrire degli strumenti adatti alle loro relative esigenze. Così facendo questi potranno accrescere le proprie competenze fino all'età adulta. Questo...
Elementari e Medie

Come insegnare inglese ai bambini

Considerando il mondo in cui viviamo, è ormai fondamentale saper parlare almeno una lingua straniera. Un po' come avviene con l'italiano, anche le lingue europeee ed extra europee andrebbero imparate in età scolare. Al giorno d'oggi la lingua più parlata...
Elementari e Medie

Come insegnare a memorizzare le tabelline

La matematica è una materia fondamentale che deve essere appresa, nelle sue basi, sin da piccoli. Il primo approccio con la matematica sono sicuramente le tabelline, che vanno memorizzate sin da piccolissimi. Se queste non vengono imparate entro la fine...
Elementari e Medie

Come insegnare a cantare

Quando si è bravi a cantare, non significa che si è già preparati in tutto. Possedere una bella voce rappresenta, naturalmente, la base per cominciare in questo settore. Tuttavia è necessario anche studiare per raggiungere la giusta preparazione....
Elementari e Medie

Come insegnare la ciclicità del tempo ai bambini

A cominciare dalla prima classe è necessario preparare i bambini con adeguate strategie, a comprendere che la successione di determinati eventi si ripete sempre. Tuttavia bisogna far capire che il giorno e la notte, i mesi dell'anno, i giorni della settimana...
Elementari e Medie

Come insegnare l'informatica ai bambini

Negli ultimi decenni, l'informatica fa parte in modo sempre più evidente della nostra vita quotidiana. Chi non sa maneggiare un personal computer o uno smartphone di ultima generazione rischia dunque di venir escluso da numerose attività. A prescindere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.