Come insegnare ai bambini stranieri

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In Italia sono sempre di più le persone e i bambini stranieri. Negli ultimi anni è diventata una società multietnica e per questo nascono nuove esigenze. Coloro che vengono nel nostro paese con la famiglia, vengono per migliorare la propria condizione economica e di vita. Il problema principale per loro è quello di imparare la nostra lingua. I più piccoli, che vengono introdotti nel nostro sistema scolastico, devono essere accolti in maniera ottimale. Questo anche per facilitare loro l'apprendimento dell'italiano al fine di inserirsi in modo adeguato. In questa guida vediamo qualche dritta su come insegnare ai bambini stranieri la nostra lingua e anche la nostra cultura.

26

Occorrente

  • Pazienza
  • Canzoni
  • Settimana enigmistica
36

Età

Si deve cominciare con il considerare l'età: i bambini sono come delle spugne, assorbono tutto ciò che vedono, che sentono, ma dobbiamo anche pensare che la nostra lingua non è loro molto familiare. Dalla nostra bocca non escono i suoni che sono abituati ad usare sin dalla nascita o quelli che utilizza la loro mamma. È importante avere pazienza soprattutto se il bambino è abbastanza grande di età. In questo caso infatti risulta più difficile e lento l'apprendimento.

46

Livello d'ingresso

La prima cosa che allora dobbiamo fare, allora, è quella di considerare il loro livello di ingresso e quindi cercare di effettuare un test per scoprire se ci sono delle conoscenze e da dove si deve cominciare per colmare eventuali lacune. Il test dovrebbe essere proposto sotto forma di gioco, cioè il modo in cui tutti i bambini del mondo comunicano tra di loro pur avendo differenze culturali molto marcate. Il livello di partenza è molto importante perché tutte le spiegazioni dovranno partire da ciò che un bambino dimostra di sapere. Altrettanto importante è poi considerare la lingua madre.

Continua la lettura
56

Programma da seguire

Capito il livello da cui partire, si deve stilare un programma da seguire che presenterà ad ogni nuova lezione una novità lessicale. Si dovrà considerare un argomento (è molto utile cominciare con la presentazione e su come parlare di se stessi) e si dovranno spiegare quali sono le parole più importanti: come salutare, come dire da dove si viene, per imparare poi a chiedere agli altri le stesse cose. È utile in questi casi far dialogare i bambini tra loro. La seconda lezione dovrà contenere un nuovo vocabolario lessicale, relativo al nuovo argomento (come chiedere informazioni stradali, per esempio, ma anche come ordinare un panino al bar), ma nel contempo richiamare il concetto che si è spiegato precedentemente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Partire sempre dai vocaboli essenziali per comunicare
  • Usare fotografie e associazioni

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come insegnare una lingua straniera ai bambini

Imparare una lingua straniera è utile sia agli adulti che ai bambini. Nei bambini è maggiormente utile non solo per il fine pratico, ma anche perché, imparare una lingua straniera, aiuta la concentrazione e permette un'apertura culturale verso gli...
Elementari e Medie

Come insegnare a riconoscere le monete ai bambini

Insegnare a riconoscere le monete ai bambini è un concetto che non è difficile da imparare. Capire il valore monetario è tutto ciò che ogni singola moneta o carta indica. Ogni paese insegna il sistema monetario che si riferisce alla propria vita....
Elementari e Medie

Come Insegnare La Ciclicità Del Tempo Ai Bambini

A cominciare dalla prima classe è necessario preparare i bambini con adeguate strategie, a comprendere che la successione di determinati eventi si ripete sempre. Tuttavia bisogna far capire che il giorno e la notte, i mesi dell'anno, i giorni della settimana...
Elementari e Medie

10 app per insegnare la matematica a bambini e ragazzi

Ai tempi di oggi anche l'insegnamento deve comunque collegarsi a qualcosa di più moderno e funzionale. È possibile infatti aiutare i bambini a capire una materia difficoltosa come la matematica attraverso l'utilizzo di alcune applicazioni molto utili....
Elementari e Medie

Come insegnare inglese ai bambini

Al giorno d'oggi imparare almeno una lingua straniera è diventato praticamente un obbligo; infatti, è ormai noto che la lingua ufficiale del mondo sia diventata a tutti gli effetti l'inglese, per cui conoscerla significa avere tantissime opportunità...
Elementari e Medie

Come insegnare l'informatica ai bambini

Negli ultimi decenni, l'informatica fa parte in modo sempre più evidente della nostra vita quotidiana. Chi non sa maneggiare un personal computer o uno smartphone di ultima generazione rischia dunque di venir escluso da numerose attività. A prescindere...
Elementari e Medie

Come insegnare ai bambini l'amore per la lettura

Nel contesto scolastico fin dalle elementari spesso ai bambini si propone un programma di studio un po drastico senza consentire al bambino di avvicinarsi gradatamente al mondo della scuola, allo svolgimento dei compiti ed all'apprendimento. La lettura,...
Elementari e Medie

Come insegnare la grammatica italiana ai bambini

Una delle materie più difficili e noiose per ogni bambino è certamente la grammatica. Impararla richiede molto tempo e molta pazienza, e bisogna essere particolarmente bravi ad insegnarla, altrimenti i bambini crescendo potrebbero avere difficoltà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.