Come Individuare Un'Allitterazione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Con il termine allitterazione ci si riferisce a quella figura retorica che viene utilizzata in letteratura con la finalità di realizzare un effetto fonosimbolico. Questo si persegue attraverso la ripetizione, in una frase oppure in una strofa, di alcune sillabe oppure di fonemi uguali che si trovano nella medesima posizione. La ricorrenza degli stessi suoni, infatti, produce una sorta di armonia imitativa. Nel linguaggio poetico si fa largo uso di figure retoriche ma non è tuttavia raro trovarle anche nella prosa. Nella guida che segue andremo a spiegare come si può individuare un'allitterazione.

26

Occorrente

  • Un dizionario di grammatica e di linguistica
  • Antologia della poesia italiana
  • Vocabolario della lingua italiana
36

Funzioni principali dell'allitterazione

Una delle funzioni principali dell'allitterazione è quella di realizzare una ridondanza di suoni. In questa maniera ci si avvicina quasi all'onomatopea, che consiste in un'espressione in grado di imitare i suoni naturali. La ripetizione sonora amplifica il potere evocativo che il linguaggio poetico presenta in relazione all'esperienza sensoriale. Un esempio tipico di potenziamento percettivo si può individuare in grandi autori come Giovanni Pascoli e Gabriele D'Annunzio. "Sentivo un fru fru tra le fratte" (G. Pascoli, L' Assiuolo), è un esempio tipico di quanto appena detto. In questo caso l'allitterazione si produce con la ripetizione dei suoni "fr". "Fresche le mie parole ne la sera/ ti sien come il fruscìo che fan le foglie" (G. D'Annunzio, La sera fiesolana), è un altro esempio. In questi due versi l'allitterazione si genera mediante i suoni "fr" e "s".

46

La struttura dell'allitterazione

L'allitterazione può presentare una struttura di tipo assonantica, ossia costituita da vocali, o in alternativa può essere consonantica. In quest'ultimo caso si forma con le sole consonanti, come lascia intendere il termine stesso. I risultati estetici sono molto diversi tra di loro, nei due casi presi in considerazione. Nell'allitterazione assonantica, infatti, si può individuare una musicalità meno marcata, nonché più aperta e morbida da un punto di vista prettamente fonologico. Il sonetto di Foscolo, "In morte del fratello Giovanni", rappresenta un classico esempio di allitterazione assonantica, dal momento che vengono ripetute le vocali "o" ed "e". → "Un dì, s'io non andrò sempre fuggendo/ di gente in gente, me vedrai seduto..."

Continua la lettura
56

L'allitterazione consonantica

Un modello di allitterazione consonantica può essere facilmente individuato in alcuni famosi versi del Canzoniere di Petrarca. "…di me medesmo meco mi vergogno/ e del mio vaneggiar vergogna è 'l frutto…". Le lettere "m" e "v" producono, in questo caso, un effetto sonoro molto simile all'onomatopea. Pertanto, in questo caso, si ottiene un risultato sensorialmente più intenso. È anche un efficace espediente fonosimbolico, dal momento che incrementa il valore intrinseco della parola "vergogna". Tramite l'allitterazione, praticamente la veste fonica della parola, il signficante, amplifica e potenzia il significato stesso, rendendolo maggiormente intenso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Leggere ad alta voce per individuare meglio l'effetto dell'allitterazione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Individuare Un Polisindeto

Per gli umanisti, ma anche per i semplici lettori, sapere come individuare un polisindeto è importantissimo, perché consente di cogliere degli elementi fondamentali che sono presenti in un qualsiasi testo. Il polisindeto è una figura retorica che incide...
Superiori

Come individuare un chiasmo

A scuola si possono spesso trovare molte difficoltà in alcune materie. La matematica, la fisica, la filosofia, la storia, ognuno ha la sua nemesi. In letteratura, una disciplina che spesso affascina molti, uno scoglio importante si trova quando, nell'analisi...
Superiori

Come Individuare Una Paragoge

La paragoge è una figura retorica molto ricorrente nella letteratura italiana pre-ottocentesca. Non si tratta solo di un semplice richiamo alla letteratura dell'antichità. La paragoge o epitesi, infatti, è molto attuale. Spesso non viene neppure riconosciuta....
Superiori

Come individuare un climax

Per colore che non lo sanno, la parola "climax" (per quando si parla di figure retoriche della lingua italiana e non soltanto) deriva dal greco e il suo significato è "scala". Perciò, in italiano lo usiamo disponendo gli elementi del discorso in base...
Superiori

Come Individuare Il Complemento Di Vocazione

La grammatica della lingua italiana è molto complessa, in quanto sono presenti oltre alle parti basi come il nome, gli articoli, agli aggettivi, anche i complementi; questi vengono analizzati durante l'analisi logica. Nell'analisi logica a differenza...
Superiori

Come Individuare Una Anastrofe

Per anastrofe si intende una figura retorica di inversione. Generalmente presente nei componimenti poetici, è soggetta a facile confusione. Si caratterizza però per alcune peculiarità. In tal senso, potrai distinguerla da altre assai simili, come l'iperbato....
Superiori

Come Individuare Una Metonimia

Lo studio delle figure retoriche a volte può in un certo qual modo nascondere non pochi ostacoli, Infatti non è inusuale confonderle. A tal proposito occorre studiare approfonditamente per poter essere padroni dell'argomento e soprattutto essere in...
Superiori

Come Individuare Una Sinestesia

Quando ci troviamo di fronte ad una sinestesia, staremo sicuramente parlando di una figura retorica tipica della letteratura italiana. Il termine "sinestesia", infatti, deriva dal greco "syn-aisthanestai", che riportato in italiano, sta a significare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.