Come Individuare Una Enallage

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Molto spesso a scuola viene richiesto di eseguire la parafrasi del testo. Questo fa sì che il linguaggio aulico e letterario, venga trasformato in significato pratico e più comprensibile. Nel fare la parafrasi del testo, capita di frequente di imbattersi in un'espressione letteraria definita come enallage. Si tratta di una figura retorica molto complessa da individuare, in quanto si concretizza in uno spostamento o cambiamento sintattico. In questa guida, ti mostreremo a quali accorgimenti ricorrere per individuare e non lasciarti mai sfuggire in verifica neppure una enallage.

27

Occorrente

  • testo da parafrasare
  • comprensione dell'enallage
37

Prima di tutto, ti riportiamo la definizione di enallage: la enàllage è una figura retorica di tipo sintattico, che si realizza nello scambio di una parte della frase con un'altra. L'obiettivo perseguito dalla enallage è quello di rendere più efficace e immediato il messaggio o l'effetto proprio della parte scambiata. Questo spostamento del messaggio fà ricadere maggiormente l'attenzione sulla parte scambiata, rendendo il concetto di elevato impatto.

47

Questo scambio tra parti della frase può avvenire secondo molteplici modalità. Ricorda che
molto spesso, l'enallage si concretizza nello scambio di avverbio con un aggettivo (come ti mostreremo nei prossimi esempi), o di un verbo con un sostantivo. Un esempio tipico è invece quello del cosiddetto accusativo alla greca: "Sparsa le trecce morbide", diceva Manzoni nell'Adelchi. Come vedi, viene introdotta la declinazione accusativa invece del comune aggettivo sparse [le trecce]. Sembrerebbe un errore grammaticale a prima vista, in realtà veniva molto usato in passato come tecnica letteraria.

Continua la lettura
57

Vediamo qualche esempio di enallage, che ti chiarificherà la definizione appena vista.
- "Languido il tuon de l'ultimo cannone / dietro la fuga austriaca moria" (Piemonte, G. Carducci): come ti sarà chiaro, in questo caso sarebbe molto più corretto utilizzare l'avverbio languidamente invece dell'aggettivo languido. D'altronde, l'utilizzo di questa forma inusuale permette di calcare l'attenzione su quel punto della frase.

67

- "Al tardo onore non sorser gli occhi tuoi" (Ad Angelo Mai, G. Leopardi). In questo caso, l'aggettivo tardo sostituisce invece una parte complessa della frase. Al posto di questo, difatti, dovremmo più normalmente leggere giunto tardivamente [l'onore]; puoi immaginare, se riesce a renderti più semplice l'individuazione dell'enallage, che il reale significato sia reso implicito e più breve.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per facilitarti nell'individuazione dell'enallage, ricorda che a prima vista il suono della frase in sè ti sembrerà scorretto da un punto di vista grammaticale poichè normalmente viene utilizzato un sostantivo al posto di un aggettivo o viceversa
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Grammatica latina: come formare i gradi dell'aggettivo

In latino, così come in italiano, esistono 3 gradi dell'aggetto qualificativo. Il grado positivo è il grado base dell'aggettivo, in cui lo troviamo senza modificazioni. Il grado comparativo indica, come dice la parola stessa, la comparazione tra due...
Lingue

Il comparativo nella lingua francese

Il comparativo è una funzione grammaticale riscontrabile in ogni lingua e serve per fare il confronto fra due termini che possono essere sostantivi, aggettivi, avverbi o forme verbali. Scendendo più nel dettaglio, è possibile rintracciare 3 tipi di...
Superiori

Come usare i pronomi e gli aggettivi indefiniti negativi in latino

Il latino è una lingua arcaica, utilizzata in Europa ed in Africa settentrionale già nei millenni prima di Cristo. La diffusione dell'idioma venne influenzata dalla grande espansione dell'impero romano. Ancora oggi, viene studiato nei vari licei come...
Superiori

Come Individuare Un Anacoluto

L'anacoluto è una figura retorica che nasce dall'esigenza di conferire un particolare effetto stilistico ad una frase. Consente di esprimere un pensiero, collegare idee e concetti, in maniera spedita e piú diretta, dando maggiore spontaneitá al parlato...
Elementari e Medie

Grammatica: tipologia e usi dell'avverbio

L'avverbio è una parte invariabile del discorso, che viene utilizzata per modificare il significato di altre parole, generalmente verbi o aggettivi. Nell'analisi grammaticale, è importante riuscire a distinguere gli avverbi da aggettivi, congiunzioni...
Lingue

L'aggettivo in francese

Il francese è una delle lingue più affascinati e melodiche: una lingua neo-latina che, insieme all'italiano, allo spagnolo ed al portoghese condivide diverse "norme" grammaticali. L'aggettivo la fa sicuramente da padrone. Fondamentali nella costruzione...
Superiori

i comparativi e i superlativi dell'aggettivo in inglese

Come in italiano, anche in inglese l'aggettivo qualificativo può esprimere diversi gradi di comparazione. Il paragone si effettua per confrontare, attraverso una qualità, due o più termini. Questo tipo di relazione si stabilisce utilizzando i comparativi...
Superiori

Grammatica latina: la formazione dell'avverbio

La stragrande maggioranza delle lingue parlate in Europa, e successivamente diffuse nel mondo, sono lingue dette neolatine, perché derivanti dalla lingua latina, cioè quei linguaggi utilizzati dai primi italici e dai romani al tempo dell'impero, ma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.