Come Individuare Un Omoteleuto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Questa guida è chiaramente interessante per tutti gli amanti della buona letteratura. Proseguite nella lettura per apprendere al meglio i consigli per individuare un omoteleuto all'interno di un testo letterario o bozzetto. La definizione di omoteleuto a molti appare facile, ma per altri potrebbe apparire invece molto difficile, come difficile è anche riconoscerlo all'interno di un testo in prosa o in poesia. Vedremo in questa guida come si atteggia, di per sé, l'omoteleuto, e come si può rilevare durante la lettura.

25

Per prima cosa, eccovi la definizione tecnica di omoteleuto, per creare una primissima idea di partenza: l'omotelèuto è una figura retorica che consiste nel disporre simmetricamente due o più parole che terminano con lo stesso fonema (ossia, che hanno identica terminazione). L'omoteleuto, e questo è un trucco per comprenderlo, non è altro che una rima all'interno del verso (se parliamo, ovviamente, di poesia). Ma andiamo avanti con la lettura di questa breve guida ...

35

In ordine riportiamo anche qualche esempio concreto dalla letteratura per poterlo comprendere:
- "Ma sedendo e mirando, interminati / Spazi di là da quella" (G. Leopardi, L'Infinito): in questo caso, come potete graficamente vedere, le due parole simmetriche (sedendo e mirando) terminano entrambe in ndo. Abbiamo una rima all'interno del verso: dunque, un omoteleuto!

Continua la lettura
45

Si veda anche quest'altro esempio, in latino, che vi dimostra come sia possibile parlare di omoteleuto a fronte di una molteplicità di terminazioni.
"Advenio has miseras inferias" (Catullo; trad. Giungo presso queste misere spoglie): ciascuna delle tre parole poste in sequenza termina con il medesimo fonema (as). Si ha, di nuovo, un omoteleuto.

55

Ma, sebbene possa apparire alquanto semplice, rilevare l'omoteleuto durante la lettura può essere molto difficile! Vi basterà però tenere a mente un semplice stratagemma per poter riconoscere un omoteleuto non appena lo avraete letto: vi sarà sufficiente immaginare il testo come se fosse scritto in poesia, e non in prosa. In questo modo, abituati fin da piccoli a riconoscere le rime, individuerete gli omoteleuti senza alcuna difficoltà: questo sistema vi faciliterà soprattutto in verifica, o in sede di interrogazione, dato che i testi assegnati sono sempre porzioni rilevanti, ma limitate! Cosa aggiungere dunque a questo punto? Esercitatevi con molteplici letture e al contempo poesie, e avrete anche un secondo beneficio, ovvero quello di coltivare la vostra personale cultura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Antologia: la poesia

"Non leggiamo o scriviamo poesie perché è carino. Noi leggiamo e scriviamo poesie perché siamo membri della razza umana". Così dice ai suoi allievi il professor Keating nel "L'Attimo fuggente", esprimendo quel bisogno di poesia che è insito nell'essere...
Superiori

Come fare il commento di una poesia

Molto spesso in ambito universitario o scolastico ci possiamo imbattere nell'analisi delle poesie. La poesia è una forma d'arte letteraria che produce un componimento fatto di versi strutturate e organizzate sulla base di particolari e specifiche leggi...
Superiori

Come scrivere una poesia in rima alternata

Sia se si nasce poeti, sia se lo si vuole diventare, è fondamentale conoscere le regole principali che permettono di realizzare delle poesie. In questa guida, in particolare, ci occuperemo di come scrivere una poesia in rima alternata. Come sappiamo...
Superiori

Come scrivere in versi poetici

Coleridge diceva che la poesia è utilizzare le migliori parole possibili nel miglior modo passibile, ma con l'avvento della poesia contemporanea e del verso libero, la poesia si è liberata della sua aura autocratica divenendo un modo di comunicazione...
Superiori

Letteratura: i migliori poeti crepuscolari

Quando parliamo di "Crepuscolarismo" non dobbiamo pensare a una scuola di pensiero o a un movimento bensì al ripudio, da parte di un gruppo di poeti, del modello dannunziano. I poeti crepuscolari, infatti, contrappongono, nelle loro poesie, il mondo...
Superiori

Elementi di metrica: le rime

Se sei alla ricerca di una breve guida, di semplice e comprensibile lettura, che possa fornirti una rapida indicazione sulla metrica e le rime, eccola a tua disposizione. Questa guida ti offre un facile riassunto sui più importanti elementi di metrica...
Superiori

Letteratura del XIV secolo

“Umanesimo” è un termine che deriva dal latino “studia humanitatis”. Fin dalla denominazione si vuole indicare un genere di studio, un'educazione di tipo letterario e filosofico volta ad una formazione completa dell'uomo. Nel corso del XIV secolo...
Superiori

Letteratura: la poetica di Gabriele D'Annunzio

Gabriele D'Annunzio, nato Pescara nel 1863 e morto nel 1938 al Vittoriale, è considerato uno dei maggiori scrittori e poeti delle letteratura italiana. Egi infatti è uno dei più significativi esponenti del Decadentismo, perché è riuscito a interpretare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.