Come individuare un asindeto

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Con il termine asindeto si fa riferimento a una figura sintattica che mira ad ottenere un determinato ritmo tramite la coordinazione tra più termini o tra varie proposizioni autonome ma intrinsecamente coerenti tra loro: l'asindeto permette il raggiungimento di un effetto stilistico diretto ed efficace, veloce e sostenuto molto comune nei componimenti scritti sia in prosa che in metrica. Qui di seguito verrà specificato come individuare un asindeto.

25

Come si compone un asindeto

L'asindeto è dunque quella figura sintattica che si compone per mezzo dell'elencazione di una serie di termini o di un coordinamento fra varie proposizioni che avviene senza l'utilizzo delle congiunzioni; molto spesso l'asindeto viene ottenuto attraverso l'interposizione di più virgole tra una parola (o frase) e l'altra. Un elemento essenziale che ci permette di capire se ci troviamo di fronte a un asindeto è la totale mancanza delle congiunzioni coordinative che saranno diverse a seconda del tipo di proposizione alla quale ci troviamo davanti (copulativa, disgiuntiva, avversativa, dichiarativa, conclusiva e correlativa), come per esempio: e, inoltre, né, o, oppure, ma tuttavia, cioè, dunque ecc. Altro elemento necessario al fine di comporre e individuare un asindeto è la stretta correlazione che deve intercorrere tra la proposizione principale e quella coordinata che si ottiene accostando termini o frasi che hanno coerenza intrinseca o estrinseca logica e/o concettuale. Occorre precisare che l'asindeto si può comporre mediante differenti segni di interpunzione, sicuramente la virgola è il segno di punteggiatura maggiormente usato ma sovente vengono utilizzati anche altri segni come il punto e virgola o i due punti a seconda dell'intensità che si vuole trasmettere con il componimento.

35

Esempi di asindeto

Alcuni esempi serviranno a facilitare ancor di più l'individuazione dell'asindeto e a chiarire l'importanza che ha rivestito in ogni epoca tale figura retorica: "Metton la stanga, metton puntelli, corrono a chiuder le finestre, come quando si vede venir avanti un tempo nero, e s'aspetta la grandine, da un momento all'altro." (A. Manzoni, I Promessi Sposi): questo è un emblematico esempio di asindeto nel quale si ha l'elencazione di una molteplicità di proposizioni differenti e legate tra loro solo da virgole che permettono all'autore di raggiungere un'efficace e incalzante espressività della descrizione degli avvenimenti. Altro esempio utile: "e donne, i cavallier, l'arme, gli amori, le cortesie, l'audaci imprese io canto" (L. Ariosto, Orlando Furioso): in questo caso a differenza del precedente si può osservare l'asindeto costituito da una molteplicità di singole parole legate solamente da un segno di interpunzione: la virgola.

Continua la lettura
45

A cosa serve l'asindeto

L'asindeto serve allo scrittore al fine di imprimere al testo un ritmo sostenuto e dalla cadenza rapida per rendere quindi incalzante la narrazione, tale figura è utile specialmente in determinate parti nelle quali per la gravità del contenuto occorre raggiungere un ritmo che permetta un'efficace comunicazione del contenuto del componimento sia esso un testo poetico o una narrazione in prosa.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Allenarsi a comporre un asindeto creando un componimento a propria scelta
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Individuare Una Sineddoche

Abbiamo una prova di letteratura italiana in arrivo e non sappiamo come individuare questa figura retorica? Temiamo di confonderla con una metonimia o con una metafora? Allora questa è la guida che fa per noi. Nei passi successivi, vedremo come fare...
Superiori

Come individuare un chiasmo

A scuola si possono spesso trovare molte difficoltà in alcune materie. La matematica, la fisica, la filosofia, la storia, ognuno ha la sua nemesi. In letteratura, una disciplina che spesso affascina molti, uno scoglio importante si trova quando, nell'analisi...
Superiori

Come Individuare Una Paragoge

La paragoge è una figura retorica molto ricorrente nella letteratura italiana pre-ottocentesca. Non si tratta solo di un semplice richiamo alla letteratura dell'antichità. La paragoge o epitesi, infatti, è molto attuale. Spesso non viene neppure riconosciuta....
Superiori

Come individuare un climax

Per colore che non lo sanno, la parola "climax" (per quando si parla di figure retoriche della lingua italiana e non soltanto) deriva dal greco e il suo significato è "scala". Perciò, in italiano lo usiamo disponendo gli elementi del discorso in base...
Superiori

Come Individuare Il Complemento Di Vocazione

La grammatica della lingua italiana è molto complessa, in quanto sono presenti oltre alle parti basi come il nome, gli articoli, agli aggettivi, anche i complementi; questi vengono analizzati durante l'analisi logica. Nell'analisi logica a differenza...
Superiori

Come Individuare Una Anastrofe

Per anastrofe si intende una figura retorica di inversione. Generalmente presente nei componimenti poetici, è soggetta a facile confusione. Si caratterizza però per alcune peculiarità. In tal senso, potrai distinguerla da altre assai simili, come l'iperbato....
Superiori

Come Individuare Una Metonimia

Lo studio delle figure retoriche a volte può in un certo qual modo nascondere non pochi ostacoli, Infatti non è inusuale confonderle. A tal proposito occorre studiare approfonditamente per poter essere padroni dell'argomento e soprattutto essere in...
Superiori

Come Individuare Una Sinestesia

Quando ci troviamo di fronte ad una sinestesia, staremo sicuramente parlando di una figura retorica tipica della letteratura italiana. Il termine "sinestesia", infatti, deriva dal greco "syn-aisthanestai", che riportato in italiano, sta a significare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.