Come imparare la divisione in sillabe

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Sin dai primi anni di scuola esistono delle regole relative alla lingua italiana che porteremo con noi per il resto della vita. Alcune restano impresse nella memoria per sempre, grazie anche all'uso quotidiano. Altre, invece, possono sfumare col tempo e indurci all'errore molto facilmente. Lo scarso utilizzo nella parlata popolare di alcuni verbi, per esempio, porta molti individui a commettere degli sbagli. Un altro piccolo "grattacapo" derivante dalla grammatica è la divisione in sillabe. In genere è molto facile imparare a dividere in sillabe le parole. Alcuni termini, però, presentano diverse insidie. La struttura di una parola può mutare molto, in base al numero di consonanti/vocali, al loro accostamento e all'accento. Scopriamo come imparare facilmente la divisione in sillabe.

25

Occorrente

  • Carta e penna
  • Sillabario per esercitarsi
35

Dividere le parole più semplici

Imparare la divisione in sillabe è molto importante, soprattutto nella scrittura manuale. Gli editor di testo digitali offrono strumenti automatizzati per suddividere le parole in modo corretto. Ma chi ancora scrive a mano - come gli studenti - troverà utile apprendere le regole basilari. Alcune parole sono semplici da dividere. Quelle con un identico numero di consonanti e vocali, in regolare alternanza, sono le più facili. Esempi come "mare" (ma-re), "cosa" (co-sa), o "parola" (pa-ro-la) sono intuibili senza sforzo. Altre parole, però, diventano più complesse. In particolare quando giungono le doppie consonanti.

45

Separare le consonanti doppie e i gruppi più particolari

Nei casi più frequenti e semplici, le consonanti si dividono. È il caso di "mazzo" (maz-zo), "carro" (car-ro) o "pomeriggio" (po-me-rig-gio). In italiano abbiamo poi la regola secondo cui davanti a "b" e "p" ci vuole la "m" e mai la "n". Nella sillabazione, "mb" e "mp" si dividono. Avremo quindi "ambiente" che diventa am-bien-te o "impero" che diventa im-pe-ro. Fatta eccezione per "mb" e "mp" e pochi altri casi, le consonanti non si dividono. Un termine come "libro" non diventerà mai lib-ro, ma li-bro. Un altro caso eccezionale è la coppia "cq". Queste due consonanti si separano sempre nella divisione in sillabe. Parole come "annacquato" si dividono in questo modo: an-nac-qua-to. Il caso di "soqquadro" rientra in questa categoria. Sebbene sia una doppia q in forma scritta, il suo suono è lo stesso del gruppo "cq". Pertanto si divide come tale.

Continua la lettura
55

Imparare a dividere le vocali in maggioranza

Abbiamo poi le parole con una maggioranza di vocali. L'esempio di "aiuola" è il principale. In questo caso, le vocali vicine diverse da "a" restano unite. Avremo quindi una divisione in sillabe molto particolare: a-iuo-la. Quando dividiamo in sillabe, ricordiamo di non andare a capo con una vocale solitaria. È un frequente errore nella scrittura manuale. Quelli citati sono i più comuni esempi di sillabazione nella lingua italiana. Grazie alla rete, potremo usufruire di ottimi sillabari con cui esercitarci.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Italiano: come dividere le parole in sillabe

Sembra facile dividere le parole in sillabe, però esiste qualche parola abbastanza complicata. Non sempre risultano chiari i principi tramite cui suddividere le parole in sillabe. Fin dalle scuole elementari si insegna questa divisione, ma fino a che...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Come fare la prova della divisione con la virgola

In questa guida andrete a vedere come fare la prova della divisione con la virgola. Quando la gente scopre un'importante formula di matematica sembra sempre aspettarsi qualcosa. Ciò significa che si può fare la matematica con incredibile facilità ed...
Elementari e Medie

Come fare la prova del nove per la divisione senza resto

Qualora intendiate verificare la correttezza del risultato ottenuto da una qualunque operazione di divisione oppure di moltiplicazione, è possibile utilizzare lo strumento della cosiddetta prova del nove; ovviamente, applicando questa tipologia di sistema,...
Elementari e Medie

Come spiegare la divisione a due cifre ai bambini

La divisione a due cifre senza l'uso di una calcolatrice può risultare ostica perfino ad un adulto, figuriamoci ad un bambino di seconda o terza elementare. Bisogna, pertanto, essere davvero dei bravi insegnanti per riuscire a far comprendere velocemente...
Elementari e Medie

Come svolgere una divisione con il metodo anglosassone

Questa guida vi permetterà di svolgere e quindi risolvere le divisioni con un metodo decisamente più semplice e più veloce di quello italiano, il metodo anglosassone, utilizzato in tutti i paesi del Commonwealth, del Canada e degli Stati Uniti d'America....
Elementari e Medie

Come fare e scrivere la sillabazione in italiano

La lingua italiana non è semplice da imparare e da parlare correttamente. Delle buone basi e un buon professore però potranno certamente aiutare per facilitare la comprensione e l'apprendimento. Una delle prime cose che si imparano per apprendere meglio...
Elementari e Medie

Come spiegare le doppie in prima elementare

Spiegare le doppie ai bimbi di prima elementare è un compito difficile. Lo studio aiuta certamente ad acquisire le corrette regole grammaticali, ma non basta. Bisogna avere un buon orecchio, per distinguere i diversi suoni della pronuncia. Anche l’adeguata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.