Come imparare la corretta impugnatura della matita

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Imparare a scrivere è uno dei primi, grandi traguardi dell'infanzia. Con l'accesso alla scuola, i bambini iniziano ad apprendere questa fondamentale attività. Ma il contatto con matite e pastelli comincia molto prima. Tutti noi, da bambini, amavamo disegnare e scarabocchiare sui fogli. Si tratta delle prime esperienze con strumenti didattici. Imparare la corretta impugnatura della matita è essenziale per prevenire disturbi della scrittura. E questo apprendimento può iniziare presto, a partire dalla scuola materna. Possiamo contribuire anche noi, sempre nel rispetto dei tempi dei più piccoli. Scopriamo insieme come fare.

25

Occorrente

  • Matita
  • Fogli di carta
35

Rispettare i tempi naturali dell'apprendimento

I bambini si approcciano all'impugnatura di una matita in modo graduale. Si parte sempre con una impugnatura a piena mano, con l'intero palmo. Questa non è, naturalmente, l'impugnatura corretta. Ma è l'inizio di una "evoluzione" che il bambino vivrà con i mesi e gli anni. Tale impugnatura non consente molti tratti, né permette il massimo della visibilità. Successivamente il bambino imparerà a poggiare i gomiti, garantendosi più stabilità. La mano non scrivente, invece, andrà sul foglio al di sotto della scrivente. In questo modo potrà tracciare dei segni su un foglio ben fermo.

45

Assumere la corretta postura di partenza

L'opposizione tra indice e pollice arriverà naturalmente, con il medio a supporto della parte terminale della matita. Per imparare al meglio questa impugnatura fin dalla giovane età esistono vari metodi. La prima buona regola è assumere una postura corretta. Significa sedersi comodi, con i piedi a terra e la schiena dritta. Si può lievemente chinare la schiena in avanti, senza tuttavia toccare il banco di fronte. Le spalle devono rilassarsi e i gomiti devono poggiare sul banco. Come detto, la mano non scrivente dovrebbe sempre stare al di sotto dell'altra. Per una corretta impugnatura, la matita deve sempre inclinarsi leggermente. Questo permette una visione ideale dell'area di scrittura.

Continua la lettura
55

Esercitare la propria motricità

La presa ideale è a 1,5-2 centimetri dalla punta. La pressione non deve essere eccessiva, né sul foglio né tra pollice e indice. I mancini sentono maggiormente il problema della flessione del polso verso l'interno. A questa postura scorretta si può rimediare piegando leggermente il foglio verso destra. Per evitare l'eccessiva pressione sulla carta, si può mettere sotto la stessa un quadernone o un pezzo di cartone. La corretta impugnatura è influenzata dalla motricità globale e dalla sua armoniosità. Possiamo allenarla con esercizi specifici, come lanciare una palla e riprenderla al volo o usare con precisione delle forbici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

5 trucchi per imparare le poesie a memoria

Imparare le poesie a memoria può essere molto istruttivo ed utile, in particolare per quanto riguarda i bambini e gli allievi più giovani. Imparare a memoria le poesie, così come una filastrocca oppure un breve testo letterario, può infatti stimolare...
Elementari e Medie

Come aiutare un bambino ad imparare una poesia

Imparare una poesia a memoria, è sempre un cruccio per un bambino. Non è sempre facile, per un bambino, il compito di imparare una poesia studiata a scuola. Per un bambino imparare e recitare una poesia significa mettersi in gioco e dedicare grande...
Elementari e Medie

Trucchi efficaci per imparare le tabelline

Oggi andrete ad imparare le tabelline. Anzi, andrete a vedere 5 trucchi efficaci per imparare al meglio le tabelline. Con questi trucchetti non avrete mai più nessun problema per imparare le tabelline. Saranno trucchi efficaci, semplici e veloci da attuare....
Elementari e Medie

5 giochi per imparare l'alfabeto

Insegnare l'alfabeto è fondamentale per la lettura e la scrittura. Siete sicuramente tutti d'accordo tra di voi sul fatto che imparare l'alfabeto è importante. Alcuni bambini imparano le lettere molto rapidamente e gli altri hanno bisogno di più ripetizioni...
Elementari e Medie

Come imparare una poesia

A tanti piacciono le poesie, ma a volte possono sembrare difficili da imparare. A scuola si chiede spesso agli studenti di imparare una poesia a memoria. Questo esercizio aiuta a sviluppare proprio la memoria e la concentrazione, tuttavia non sempre è...
Elementari e Medie

Come imparare i verbi divertendosi

Generalmente, insegnare qualcosa ai bambini non è affatto un compito semplice, sebbene durante il periodo del primo grado scolastico essi mostrino un entusiasmo vivido e siano predisposti all'apprendimento. In passato, si pensava ai bambini come a dei...
Elementari e Medie

Imparare giocando: le tabelline

Le tabelline sono uno dei primi grandi ostacoli di tutti i bambini nei primi anni di scuola. Molti le imparano con facilità mentre per altri sono un argomento ostico e complesso. Tuttavia, più o meno amate che siano, le tabelline sono alla base di diversi...
Elementari e Medie

5 trucchi per imparare le tabelline

Per un bambino imparare le tabelline è un attività importante che lo introduce nel mondo della matematica. Richiede uno sforzo particolare, che può essere vanificato dal fatto che i risultati delle operazioni, che in un primo momento si ricordano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.