Come imparare il metodo Feuerstein

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I problemi legati al mondo dell'apprendimento sono davvero tanti e, per questo motivo, è essenziale ritrovare il metodo giusto per poter gestire queste problematiche e migliorare le capacità di apprendimento di tutti coloro i quali si trovano in difficoltà. Uno dei metodi più famosi dedicati alla gestione e alla risoluzione di questo problema, è il metodo Feuerstein. Si tratta di uno dei metodi più utilizzati oggigiorno per aiutare i ragazzi che hanno problemi di apprendimento. Questo metodo, quindi, è molto utile per gli insegnanti e per le scuole, per venire incontro alle diverse esigenze dei ragazzi con problemi cognitivi. Alla base del metodo Feuerstein vi è la necessità di mettere, a disposizione dell'individuo di esprimersi e di riuscire a sfruttare le proprie potenzialità al meglio. Il ruolo dell'insegnante diviene quindi fondamentale in quanto questo non deve essere solo un mero trasmettitore di nozioni ma deve anche essere in grado di saper leggere ciò che c'è dentro l'alunno e dietro i suoi occhi. Ascoltare, capire e comprendere sono i requisiti essenziali per un buon docente che deve dunque essere sostanzialmente anche un pedagogista e all'occorrenza uno psicologo. Ma come imparare il metodo Feuerstein? La guida che segue cercherà di rispondere proprio a questa domanda, fermo restando che, quando si tratta di nozioni tanto specifiche, è essenziale documentarsi a fondo mediante l'utilizzo di manuali sull'argomento o rivolgersi a specialisti del settore. Ecco quindi la nostra utile guida su come imparare il metodo Feuerstein.

24

Acquisire le competenze formative

Ovviamente, il primo passo fondamentale, sta nell'apprendere le giuste nozioni del metodo seguendo corsi specializzati impartiti da professionisti. Un insegnante, inoltre, dovrà essere sempre pronto ad approfondire la propria conoscenza e il proprio metodo per risultare all'altezza delle varie diverse situazioni che andranno ad affrontare in qualità di educatore. Una volta apprese le nozioni essenziali si passerà all'approccio pratico.

34

Praticare

Dopo aver assimilato le nozioni sarà fondamentale iniziare a mettere in pratica le proprie conoscenze. Per fare ciò è importante mettere a proprio agio lo studente con problemi di apprendimento cercando di stimolarlo con attività e approcci attui a farlo sentire libero di esprimersi. Si tratta di un vero e proprio apprendimento mediato che fornisce gli strumenti necessari per apprendere il materiale di studio. Non si tratterà più di esplicare regole e fatti fini a se stessi, ma di aiutare gli studenti a rielaborarli, a farli loro e a sviluppare le loro funzioni cognitive facendole proprie, attive e dinamiche.

Continua la lettura
44

Osservare

Per poter imparare ad attuare il metodo Feuerstein l'osservazione gioca un ruolo fondamentale nell'attuazione di questo metodo per migliorare lo sviluppo cognitivo. Stabilire un contatto visivo stimola infatti il cervello del ragazzo, che inizierà ad interagire, utilizzando anche gli altri sensi. Ricordate che il cervello riceve meglio quando entrano in funzione più sensi e il tutto rimarrà impresso nella mente del ragazzo. Lo scopo principale di questo metodo è infatti quello di sviluppare le capacità cognitive legate all'apprendimento ed occorre quindi imparare a stimolare i vari sensi. Bisogna ricordare che i bambini non conoscono il mondo attraverso i concetti, come noi adulti, ma attraverso il calore e i sentimenti. Sentirsi osservati, essere presi in considerazione, inizierà ad avvicinarli ad una potenziale apertura, sentendosi parte di qualcosa di più grande, di una relazione reciproca tra alunno e insegnante che supera la subalternità classica impressa in questi ruoli e che, solitamente, contribuisce alla chiusura dell'alunno e alla sua mancata volontà di esprimersi. Sarà proprio questo approccio a definire la capacità di utilizzare il metodo nei propri insegnamenti ed è quindi essenziale, per un insegnante desideroso di imparare il metodo Feuerstein, mettere in atto il metodo stesso, per capirne le dinamiche e delinearne i vari fattori dando anche un tocco personale che renderà l'esperienza ancora più utile, ricca e funzionale.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Pedagogia steineriana: caratteristiche

Sono vari e diversi i metodi pedagogici utilizzati nelle scuole ma uno dei metodi classici, nato dalla scuola di Rudolf Steiner, è ancora oggi utilizzato. Nonostante la teoria di Steiner risalga ai primi del '900, ancora oggi le sue tecniche sono molto...
Elementari e Medie

Come valutare un alunno con disabilità

La disabilità è ormai un fattore costante tra i banchi di scuola. In sempre più classi sono presenti uno o più alunni disabili (o diversamente abili). Il che non rappresenta assolutamente un problema di alcun tipo. Bisogna considerare alcuni punti...
Elementari e Medie

Come Ottenere L'insegnante Di Sostegno

In ambito scolastico, un bambino disabile, ha il bisogno di avere una figura di riferimento che possa andare verso le sue necessità specifiche, e che lo possa costantemente accompagnare, nel suo percorso di apprendimento, con delle personalizzate metodologie....
Superiori

Come attirare l'attenzione degli studenti

Avvolte può capitare che un insegnante, pur essendo molto preparato e con un bagaglio di studio, conoscenze e competenze di grande rilievo, non riesce a trasmettere e a comunicare allo studente. Il problema quindi non è la preparazione del professore,...
Elementari e Medie

Come creare un buon clima in classe

Se sei un'insegnante oppure sei al tuo primo incarico di ruolo e hai timore di non riuscire a tenere a bada i tuoi alunni pur volendo mantenere un buon clima in classe ti indicherò alcuni accorgimenti per riuscire nell'intento. Se leggerai questa guida...
Elementari e Medie

Insegnanti: come prepararsi per una riunione scolastica

Gli insegnanti organizzano periodicamente le cosiddette "riunioni scuola-famiglia" per poter informare i genitori dell'andamento scolastico dei loro figli. È importante inoltre che i genitori affrontino le riunioni evitando di fare sfoggio di inutili...
Elementari e Medie

10 regole da adottare in classe

Come ben sappiamo, gran parte delle ore quotidiane di ogni bambino o ragazzo vengono passate in classe a contatto di compagni e dei vari insegnanti. A tal proposito diventa necessario conoscere alcune regole fondamentali di comportamento da adottare in...
Elementari e Medie

Come diventare tutor scolastico

Diventare tutor scolastico significa conseguire l'abilitazione al sostegno di un alunno, in diverse forme, presso l'istituto scolastico o a domicilio, per soggetti con difficoltà di apprendimento o diversamente abili. La figura del tutor ha assunto diverse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.