Come imparare a leggere le tavole statistiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Grazie a queste informazioni che vi potrà fornire tale tutorial, relativamente a come imparare a leggere le tavole Statistiche, sarà veramente facile poter comprendere le tre variabili casuali maggiori, che sono la Normale espressa con la lettera "Z", la Student rappresentata dalla lettera "T", e la Chi Quadro espressa con "χ2", conoscendone differenze e particolarità. Parecchi esercizi di statistica perché siano risolti occorre lettura e comprensione di tavole statistiche determinate che riportano la probabilità delle funzioni statistiche maggiormente usate. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Conoscere in generale le variabili casuali
  • Carta
  • Penna
36

Vi descriviamo la prima delle tre variabili cioè la Normale

La prima delle tre variabili chiamata la Normale, e nota anche come variabile di Gauss, è utilizzata spesso come approssimazione di una variabile casuale. Essa tende a concentrarsi intorno ad un valore medio. In tale tipo di funzione le tavole indicano sugli assi i percentili, che sono i valori dei numeri reali che la funzione stessa potrà assumere, dove a sinistra ci saranno unità e decimi, mentre nella posizione in alto ci saranno i centesimi.
Vi proponiamo subito un esempio: se volete sapere la probabilità che la vostra Z sia minore di 1.27: riscrivendo in modo formale si vorrà conoscere P (Z<1.27). Ora dovrete soltanto cercare 1.2 nei valori a sinistra della tavola, 0.07 nei valori sovrastanti, leggendo il valore corrispondente che è 0.89796. Troverete centrate le probabilità, che vi specifichiamo più precisamente la probabilità che la funzione Z sia minore del percentile scelto. Per cercare il valore di una certa probabilità, dovrete soltanto cercare sugli assi il valore del percentile, ed all'incrocio dovrete trovare leggendo il valore della probabilità relativa.

46

Ora vi descriveremo la variabile casuale espressa con la lettera "T" (T di Student)

La variabile casuale espressa con la lettera "T" (T di Student), è usata in modo particolare nella costruzione di intervalli di confidenza per la media della popolazione, con ignota varianza. A differenza delle tavole della normale, le tavole della lettera "T" si leggono contrariamente: i percentili infatti vengono messi in tal caso al centro delle tavole, invece in alto viene messa la probabilità, ed a sinistra i gradi di libertà, che sono caratteristici di ciascun esercizio. In tal caso le tavole rappresentano la probabilità che la mia funzione sia a destra di un certo percentile. A questo punto vi proponiamo un esempio mediante un esercizio dove vi verrà chiesta la probabilità di una "T" Student con 12 gradi di libertà di essere maggiore di 1.35, perciò "P" (T>1.35): se ricercherete 12 sulla colonna di sinistra e 1.35 al centro delle tavole, troverete che la probabilità corrispondente vale 0.10.

Continua la lettura
56

Vi spieghiamo la terza variabile che è Chi Quadro

La terza delle variabili che vi spiegheremo in questo tutorial è la Chi Quadro. Essa sta a significare che mediante un simbolo simile ad una "X" elevata al quadrato "χ2" e che è molto utilizzata nei test di verifica sull'ipotesi della varianza. Anche in tal tipo di tavole, come nella T Student, a sinistra avrete i gradi di libertà rappresentati, mentre al centro delle tavole i percentili, ed in alto le probabilità corrispondenti alla possibilità che la vostra funzione sia maggiore di un certo percentile. Anche in tal caso andiamo a formularvi un esempio facilitando la comprensione: mettiamo il caso che l'esercizio vi chieda la probabilità di un Chi Quadro con 6 gradi di libertà, essendo maggiore di 2.20, cioè P (χ2>2.20): cerchiamo 6 sulla colonna di sinistra, poi 2.20 al centro delle tavole, e potrete quindi leggere il valore della probabilità, che sarà il valore risolutivo del vostro esercizio, cioè 0.90.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Legge delle aspettative iterate: dimostrazione

La “legge delle aspettative iterate” è una legge della statistica (per variabili casuali doppie) che stabilisce la seguente affermazione: date due variabili casuali A e B, di cui almeno A sicuramente integrabile, si ha che la media di A equivale...
Università e Master

Statistica: come standardizzare una distribuzione normale

Nella teoria delle probabilità, la distribuzione normale è una distribuzione di probabilità continue, ovvero una funzione che indica la probabilità che un evento possa accadere tra due limiti reali o numeri reali, man mano la curva si avvicina a zero...
Superiori

I peggiori disatri aerei della storia

Secondo le statistiche la probabilità di perdere la vita durante un incidente aereo è molto più bassa rispetto alla probabilità di perderla durante un incidente in macchina. Questo principalmente perché un viaggio in aereo per la maggior parte della...
Università e Master

Come si calcola il Coefficiente di Variazione in statistica

Una delle funzioni della statistica è quella di dare indicazioni sintetiche, sulle rilevazioni statistiche effettuate, tramite l'utilizzo di appropriati indici e valori. In questo articolo calcoliamo un indice di variabilità relativa: il coefficiente...
Università e Master

Come fare una semplice analisi statistica dei dati

La statistica è una disciplina che ha il fine di sintetizzare un insieme più o meno vasto di dati o, più in generale, di informazioni attraverso l'uso di grafici, valori tabellati o parametri specifici. Con l'analisi statistica dei dati otterremo quindi,...
Superiori

Come calcolare la densità discreta di una variabile aleatoria

La matematica è da sempre una delle discipline più ostiche che gli studenti incontrano durante il loro percorso scolastico. Una delle branche della matematica che è più oggetto di studio è quella di statistica e probabilità. Questa branca si occupa...
Università e Master

Come trovare un percentile da una distribuzione normale

Se dopo un test si vuole confrontare la propria attitudine rispetto agli altri studenti, il percentile consente di confrontare i numeri in un insieme di dati, i quali forniscono la percentuale di punti dati sotto un numero specifico. Se si è al 50°...
Superiori

Ipotesi matematiche: calcolo statistico

Durante un'indagine statistica o una ricerca, è necessario definire un'ipotesi; anche se è certo che l'ipotesi è sempre dimostrata vera, è necessario eseguire un test di ipotesi, che si riferisce alle procedure formali predefinite, che vengono utilizzate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.