Come Idrolizzare Gli Alogenuri Acidi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'idrolisi è un processo nel quale le molecole si scindono grazie a particolari forme di reazione determinate dall'acqua. Solitamente quindi, il processo di idrolisi si deve intendere come l'opposto rispetto a quello della condensazione. In questa guida ci soffermeremo sulla descrizione del procedimento che rende possibile tale reazione. Ecco quindi come idrolizzare gli alogenuri acidi. Un processo che si concentra su due fasi ben distinte, una successiva all'altra.

26

Occorrente

  • Alogenuri acidi, composti acquosi
36

Gli alogenuri acidi rappresentano dei derivati degli acidi carbossilici. Essi si contraddistinguono per la loro ampia duttilità. Infatti, essendo i più reattivi tra i composti acilici, possono andare soggetti ad una grande vastità di sintesi chimiche. Tra le sintesi chimiche più caratteristiche, l'idrolisi è senza dubbio la più conosciuta e quella maggiormente oggetto di studi. L'idrolisi, fondamentalmente, rappresenta una reazione nella quale la sostanza di partenza entra in contatto con una molecola d'acqua. Anche gli alogenuri acilici non si sottraggono a questo genere di reazione, generando così nuovi acidi carbossilici dai quali sono stati originati. Vediamo adesso in che modo (e con il supporto di quali reagenti) avviene la loro idrolisi.

46

Come accennato, il processo ha origine dalla reazione con una molecola d'acqua. Esso ricalca quindi il meccanismo tipico della sostituzione nucleofila di acidi. Tale meccanismo ha inizio con l'attacco al carbonile del residuo acilico da parte del doppietto elettronico dell'ossigeno acquoso. Al momento del contatto, si formerà così un intermedio tetraedrico che eliminerà l'alogenuro come residuo. Ora passiamo a descrivere la seconda fase dell'idrolisi degli alogenuri acidi.

Continua la lettura
56

Quindi, dopo aver individuato il meccanismo riguardante la produzione dell'acido corrispondente all'anione espulso, si renderà necessario l'utilizzo di una base che sia in grado di catturare l'acido e possa così spingere la reazione verso i prodotti. Per assolvere a tale compito si può utilizzare la piridina, un composto aromatico incolore dal caratteristico odore sgradevole. La reazione che determina il processo di idrolisi può avvenire anche grazie all'idrossido di sodio per la neutralizzazione. L'idrossido di sodio (usato anche come reagente nell'industria chimica) è una sostanza forte, solida e molto idrosolubile in acqua. Sarà proprio dall'incontro con una di queste sostanze che si determinerà il processo finale di idrolisi degli alogenuri acidi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per consentire l'idrolisi degli alogenuri acidi, si devono utilizzare sostanze come la piridina o l'idrossido di sodio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come fare la preparazione e le reazioni delle ammidi

Un gruppo molto importante di composti chimici, che appartiene a quello più grande e vasto dei derivati acilici degli acidi carbossilici, è rappresentato dalle ammidi. Queste, tra tutti, sono sicuramente i composti più stabili e quindi meno reattivi,...
Università e Master

Come dare il nome agli alogenuri alchilici

Tra tutte le materie scolastiche la chimica è una di quelle che ad alcuni studenti incute timore: impararla dalle basi non è mai stato semplice per nessun allievo. Alcuni argomenti della suddetta materia infatti possono sembrare particolarmente ostili...
Università e Master

Come eseguire una reazione sn1

La chimica è una materia affascinante e piena di sorprese, ma anche molto difficile da studiare ed apprendere. Non sono molti infatti, i giovani che decidono di intraprenderne lo studio, e pochi sono quelli, che una volta iniziati, decidono di portarli...
Università e Master

Come Risolvere L'Esercizio Di Idrolisi Dei Reattivi Di Grignard

La chimica organica è una materia che trova applicazione in molti campi. Grazie allo studio delle reazioni chimiche che avvengono tra i vari elementi presenti in natura, si possono dare origine a diverse materie nuove, ibride, nate dall'unione di due...
Università e Master

Come Fare Una Addizione Di Hbr Agli Alchini Secondo Markovnokov

Gli Alchini sono formati da atomi di idrogeno e carbonio uniti tra di loro. Queste unioni sono chiamate legami covalenti e se intendiamo studiarle, ma non conosciamo le basi per comprendere il concetto è importante ricorrere all'addizione dell'HBR sugli...
Superiori

Appunti di chimica: l'esterificazione di Fischer

La chimica è una materia molto complessa ma allo stesso tempo affascinante. A scuola viene spesso messa in secondo piano, ma occorre studiarla bene se si decide di intraprendere un percorso scientifico all'università. Anche coloro che intendono studiare...
Università e Master

Come Scegliere Solventi E Nucleofili Per Reazioni Sn

Le quantità di reazioni della chimica organica che possono verificarsi sono davvero tantissime. Ricordarle a memoria è pressoché impossibile, poiché in ognuna delle reazioni possono essere trovati metodi differenti rispetto all'altra. In questa nel...
Università e Master

Come Produrre Le Ammine E Le Enammine

La formazione di ammine ed enammine è senza dubbio una tipica reazione di addizione nucleofila al carbonile di composti quali aldeidi e chetoni da parte di alcuni composti a carattere di nucleofili, rispettivamente, come le ammine primarie o le ammine...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.