Come gestire un laboratorio teatrale per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il laboratorio teatrale è il luogo dove il bambino, così come l'adulto, incontra se stesso e gli altri in un mondo nuovo, più autentico e più libero, consapevoli che dietro l'improvvisazione di un gioco espressivo, si possono manifestare delle parti più intime e profonde di noi, come sentimenti ed emozioni che potrebbero altrimenti rimanere bloccati. Questi laboratori teatrali intendono offrire ai bambini un'occasione unica e formativa per relazionarsi con gli altri e dare quindi sfogo alla libera espressività. Il teatro viene visto come uno strumento in grado di stimolare ed allargare i meccanismi creativi e comunicativi del bambino. Naturalmente questi laboratori devono essere supportati da attori, esperti di animazione teatrale, che oltre a portare avanti un lavoro sostanzialmente espressivo, forniranno l'accesso a quelli che sono gli strumenti del teatro. Con i passaggi seguenti vi spiegheremo come si può gestire in maniera costruttiva e divertente un laboratorio teatrale per bambini.

24

Imparare a muoversi

Innanzitutto dobbiamo dire che il teatro è la forma più alta dell'espressione del corpo e del linguaggio. Con esso i bambini imparano a muoversi nello spazio, ad esternare le proprie emozioni, a dialogare e socializzare con gli altri bambini, a prendere consapevolezza della propria persona e del proprio essere. Si tratta di un utile e valido strumento didattico, in grado di sviluppare nel bambino le proprie potenzialità, favorendo anche l'interazione con i coetanei.

34

Interpretare un personaggio

Si potrebbe partire dal mettere in scena alcune storie o favole oppure fiabe famose. In questo modo stiamo proponendo al bambino il gioco di ruolo, l'interpretazione di un personaggio, con tutte le sue caratteristiche espressive. È consigliabile fare in modo che un bambino interpreti sia la parte del personaggio cattivo, ma anche del personaggio buono. Toccherà a noi spiegare il perché quel personaggio è buono e l'altro cattivo, in modo tale da porre l'attenzione sull'aspetto educativo e formativo del laboratorio teatrale. Sempre giocando, dobbiamo far conoscere al bambino il proprio corpo o e lo spazio che lo circonda, quindi come muoversi nello spazio stesso utilizzando la propria corporeità. Bisogna far comprendere che il corpo è uno strumento potente per esprimere emozioni e sensazioni, anche grazie al solo movimento di una parte di esso, e che dobbiamo rispettare lo spazio che ci circonda per permetterci di vivere in un mondo migliore e cercare di relazionarsi con l'altro.

Continua la lettura
44

Organizzare uno spettacolo

Una volta che è stata concretizzata la metodologia, passiamo all'organizzazione. Un consiglio è sicuramente quello di suddividere il nostro lavoro con i bambini in dieci incontri da due ore, per un totale di venti ore. Questo tempo dovrebbe essere sufficiente per poter permetterci di lavorare nel modo migliore con i bambini e per permetterci di creare anche un piccolo spettacolo, semplice, ma completo di interpretazione, movimento nello spazio e momenti ludici. La messa in scena dello spettacolo è un modo per mettere alla prova i bambini e per verificare quanto hanno appreso durante il laboratorio, inoltre ci permette di mostrare ai genitori il nostro lavoro e i miglioramenti dei loro figli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come fare un progetto di laboratorio creativo

Tra i metodi di insegnamento che più sembrano attrarre la curiosità dei bambini troviamo sicuramente quelli che vengono eseguito all'interno dei laboratori. Infatti i laboratori sono il luogo ideale in cui i bambini possono imparare divertendosi. In...
Elementari e Medie

Come fare un progetto di laboratorio multimediale

Cominciamo introducendo questa breve guida che, come abbiamo indicato nel titolo, si occuperà di spiegarvi, nei tre passi che la comporranno, come fare un progetto di laboratorio multimediale. Questa è una tematica che ritengo possa essere molto interessante,...
Elementari e Medie

5 consigli su come gestire al meglio il rapporto con le maestre

Oggi il rapporto tra genitori, alunni e maestre è diventato un vero e proprio problema in molte scuole. Spesso succede che un genitore non riesce a sposare il punto di vista delle maestre e cerca di imporre il proprio, a prescindere dal contesto scolastico....
Elementari e Medie

Come gestire una classe

Oggigiorno, la professione di insegnante è tutt'altro che semplice, perché si tratta di un lavoro pagato in modo insufficiente e sicuramente trascurato, come se insegnare e far crescere i giovani di oggi e, successivamente, proiettarli verso il loro...
Elementari e Medie

10 consigli utili per gestire una classe

Fare l'insegnante non è assolutamente facile per chi si trova alle prime armi con questa esperienza. Insegnare in una classe certe volte può essere davvero difficoltoso, soprattutto quando la classe è davvero composta da alunni ingestibili. Eccovi...
Elementari e Medie

Come gestire i compiti delle vacanze di Natale

Le vacanze di Natale rappresentano sempre le più attese, sia dai grandi che dai piccini. La prima pausa dall'inizio dell'anno scolastico vede i propri bambini protagonisti, circondati dall'affetto di nonni, zii e genitori. L'atmosfera della festa natalizia...
Elementari e Medie

Come far appassionare i bambini alla letteratura

Attualmente i bambini mostrano ben poco interesse verso i libri e la lettura. Questo perché dedicano il loro tempo ai videogiochi e, in alcuni casi, ai dispositivi di ultima generazione come smartphone e tablet. La lettura è molto importante per arricchire...
Elementari e Medie

Come gestire una classe ribelle

Tantissimi insegnanti sono alle prese con ragazzi difficili; spesso sono proprio gli insegnanti ad essere le vittime designate dai ribelli. Comunque bambini e ragazzi difficili sono gestibili in quanto tali. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.