Come gestire i compiti delle vacanze

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Alla fine di ogni anno scolastico, vengono assegnati i cosiddetti "compiti delle vacanze" tanto odiati dai bambini, che invece vorrebbero godersi appieno le belle giornate estive. Questi compiti, per quanto possano sembrare una seccatura anche per i genitori, in realtà sono un ottimo modo per non rischiare di vanificare un anno di studio; inoltre, sono la soluzione ideale per mantenere il cervello in allenamento anche nel periodo in cui non si va a scuola. Molto spesso, però, capita di trascurare questo impegno ed arrivare negli ultimi giorni di vacanza con tanti compiti da svolgere, il che è stressante e a volte anche controproducente. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come gestire i compiti delle vacanze.

26

Occorrente

  • Pianificare i compiti
36

Fare supervisione

Il punto fondamentale è l'età del ragazzo o del bambino, ma conta anche il carattere ed il senso di responsabilità dello studente. Ad esempio molti bambini in età scolare elementare, sono responsabili e svolgono i loro doveri scolastici al meglio delle loro possibilità. Altri invece, necessitano della supervisione dei propri genitori poiché sono svogliati nello studio e si riducono generalmente ad eseguire i compiti all'ultimo momento.

46

Non aspettare la fine delle vacanze

Altro punto fondamentale è non aspettare mai l'ultimo giorno. Appena terminato l'anno scolastico, lasciate che i ragazzi si riposino per circa una settimana e poi passate al piano studi perfetto. Se pur accettato controvoglia, un piano studi programmato vi consentirà di svolgere tutti i compiti in pochi giorni e togliervi definitivamente, per tutta l'estate, il pensiero di dover eseguire i compiti, risparmiandovi di dover portare libri e quaderni, persino in vacanza.

Continua la lettura
56

Scegliere un orario

Un altro consiglio è quello di scegliere insieme a vostro figlio un orario giornaliero in cui eseguire, ogni giorno, i compiti, dividendoli per materia. Personalmente vi consiglio di togliervi per primi proprio quelli che amate di meno. Organizzate un piano studi che si avvalga di un paio di ore al giorno e lasciate che il resto della giornata di vostro figlio, sia utilizzato per compiere altre attività. Lasciate le cose più semplici e piacevoli alla fine, in modo che vi sembrerà che vi sia rimasto ben poco. Se sarete metodici e rispetterete la tabella di marcia che vi siete prefissati, riuscirete ad eseguire tutti i compiti delle vacanze in appena una decina di giorni. Ovviamente non serve opprimere vostro figlio lasciategli lo spazio e il tempo necessario per svolgere i compiti anche perché ogni ragazzo ha un suo tempo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciate riposare i vostri figli per una settimana intera, per poi pianificare insieme un piano studio per le vacanze

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come svolgere in tempo i compiti arretrati

Talvolta può capitare di ritrovarsi con molti compiti arretrati e la causa può essere varia - per una malattia oppure semplicemente per una dimenticanza o una leggerezza - e risulta per tanto molto più complicato riuscire a finirli nel tempo prefissato....
Superiori

5 metodi per copiare durante i compiti in classe

La scuola è la cosa più importante per la formazione culturale e civile di una persona. Studiare le varie materie, convivere con i compagni, sapere ascoltare e sviscerare le lezioni dei vari insegnanti offre la possibilità di una formazione totale...
Superiori

I principali compiti del Presidente della Repubblica

Il Presidente della Repubblica è il capo dello stato italiano. È un organo costituzione che viene eletto dal Parlamento e da tre rappresentati per ogni regione (fa eccezione la Valle d'Aosta con uno solo delegato). La carica durata sette anni a partire...
Superiori

Come copiare nei compiti in classe

Ricordando con estrema nostalgia i tempi trascorsi tra i banchi scolastici, tutti abbiamo sicuramente vissuto l'esperienza di dovere a tutti i costi copiare dal compagno di banco o dal più bravo della classe perché impreparati sull'argomento da trattare....
Superiori

Come gestire lo stress a scuola

L'inizio dell'anno scolastico porta ad avere sentimenti di rabbia e di tensione da parte degli studenti. Questo è provocato da un senso di nostalgia nei confronti del tempo libero, della maggiore libertà, dell'assenza di orari ed obblighi, che è spesso...
Superiori

Come gestire situazioni critiche in classe

Nell'ambiente scolastico, il rapporto studente-insegnante è cruciale per apprendere con successo. Spesso, però, tale rapporto risulta difficile, freddo, incapace di svilupparsi positivamente. Il ruolo dell'insegnante è anche quello di educatore. Un...
Superiori

Come gestire l'ansia da interrogazione

Se dovete affrontare un’interrogazione imminente e vi assale un profondo senso di ansia e smarrimento, non temete, vuol dire che siete umani! Tramite questo tutorial, vi daremo dei pratici consigli per gestire e superare la paura con prontezza e lucidità....
Superiori

5 consigli per un rientro sereno a scuola

Per tutti gli studenti il periodo delle vacanze estive è come un'oasi di felicità. Al sicuro da compiti a sorpresa e interrogazioni, lo studente si gode la libertà e la spensieratezza dell'estate. Giugno vola in un attimo e Luglio tra mare, feste e...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.