Come generare onde elettromagnetiche

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Cos' è un'onda? Molto semplice: consideriamo, per esempio, le onde meccaniche, ovvero quelle visibili dall'occhio umano. Se lanciamo un sasso in acqua riusciremo a generare una serie di onde che si propagano e, ognuna, occupa sempre più spazio e non rallenta la corsa finché non si esaurisce. Le onde elettromagnetiche si basano sullo stesso principio. Sono impulsi emanati da oggetti, che si propagano appunto sotto forma di onda e per propagarsi non hanno bisogno necessariamente di mezzi (come l'acqua o l'aria) ma possono propagarsi anche nel vuoto; questo permette di scambiare dati con gli astronauti che si trovano nello spazio.

25

Ora c'è un'altra specificazione da fare. Ogni corpo che si trova ad una temperatura maggiore di 0 Kelvin (1 K = -273,15°, quindi praticamente tutto ciò che c'è sul nostro pianeta) emette calore sotto forma di radiazione elettromagnetica. Qualunque corpo, un muro, un albero, un essere umano, un elefante africano, tutti i corpi emettono radiazioni. Ora, queste radiazioni si propagano sotto forma di onda e la loro potenza è determinata da diverse caratteristiche: lunghezza d'onda, (ovvero la distanza fra 2 punti omologhi successivi); periodo (il tempo che trascorre tra 2 omologhi successivi); velocità d'onda; frequenza (l'inverso del periodo). Queste caratteristiche permettono di determinare la potenza di un'onda elettromagnetica, che viene utilizzata diversamente a seconda delle necessità, infatti la frequenza di un forno a microonde non è la stessa di quella di un telefono cellulare o di una radio.

35

Le radiazioni elettromagnetiche sono alla base di tantissime applicazioni quotidiane, le più svariate e diverse possibili. Senza andare troppo lontano negli esempi, la nostra vista è determinata dalla visione delle onde elettromagnetiche emanate dai corpi, entro un range chiamato campo visivo, che comprende tutte le radiazioni comprese fra i 0,38 e i 0,76 micron. Queste radiazioni variano dal violetto al rosso e compongono tutta la gamma dei colori visibili dall'essere umano. Le radiazioni presenti oltre il violetto, chiamate ultraviolette, sono molto pericolose per l'uomo (per esempio i raggi UVA) mentre quelle infrarosse (oltre il rosso) sono bassa frequenza e vengono utilizzate dalle più svariate strumentazioni tecniche: PC, telefonini, radio, che hanno una lunghezza d'onda elevata: infatti, più la lunghezza d'onda diventa stretta e più il campo delle radiazioni si potenzia e si generano le onde che servono ad esempio nei forni a microonde, apparecchi raggi x, laser ecc. Un'altra cosa importante da specificare è che le onde elettromagnetiche variano di intensità a seconda della direzione, questo è molto importante perché ci fa comprendere che più l'onda arriva ortogonale al piano su cui viene inviata, più questa sarà potente (e quindi calorifica). Un esempio eclatante è il Sole. Infatti, a seconda dell'inclinazione con cui i raggi solari colpiscono la Terra (diversa in ogni mese dell'anno) cambiano le quattro stagioni. Un altro esempio molto vicino a noi e il telecomando della televisione. Provate a puntare una telecamera o una fotocamera davanti ad un telecomando e premete un tasto: vedrete un puntino rosso che l'occhio umano non percepisce, ma l'occhio elettronico si. Questo si spiega così: il nostro occhio, come dicevamo, vede in un certo range (o campo) le radiazioni, il resto a noi è invisibile perché la radiazione emessa dal telecomando è infrarossa ed è più alta di 0,76 micron. La nostra telecamera, come alcuni animali, però, avendo un campo visivo maggiore di quello dell'occhio umano, può "vedere" le radiazioni infrarosse mostrandole sul monitor. Paradossalmente a volte succede il contrario: un vetro è trasparente per gli esseri umani, mentre per una telecamera ad infrarossi è solo un muro grigio, non trasparente, perché non riesce ad assorbire le radiazioni che emana.
Per quanto riguarda un corpo nero, questo è un corpo che noi vediamo... Nero semplicemente perché assorbe tutte le radiazioni che riceve e contemporaneamente l'energia assorbita la emette appunto sotto forma di radiazione.

Continua la lettura
45

Nella vita reale, le onde elettromagnetiche hanno influenzato moltissimo le nostre abitudini, con strumentazioni ormai sotto gli occhi e gli usi di tutti. Un esempio su tutti è la radio. Questa è un dispositivo che attraverso la modulazione di onde elettromagnetiche su diverse frequenze (i numeri con cui scegliamo la stazione radio), ci consente, grazie ad un oscillatore, di emanare onde percettibili. La frequenza delle onde si misura in "herz" in onore del loro scopritore. Quindi se la nostra radio preferita si trova sulla stazione 102.5, vuol dire che l'antenna trasmittente è sintonizzata su 102.5 Mhz (Mhz è la sigla di megaherz), quindi possono essere percepite solo da strumenti sintonizzati su quella frequenza. Oggi i meccanismi di propagazione sono diffusi in tutto il mondo grazie anche all'utilizzo di satelliti che ricevono il segnale antenne trasmittenti e lo riemettono sulla Terra in qualsiasi dispositivo che si sintonizza sulla stessa frequenza. In conclusione il mondo delle onde elettromagnetiche è estremamente affascinante ed è la chiave per capire come funzionano la grande maggioranza dei dispositivi tecnologici del mondo attuale, a partire dalle radio, arrivando a telefoni cellulari, tv, tablet e tutto quello che ci circonda.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • non è dimostrato che le onde elettromagnetiche siano dannose per la salute. Nel dubbio, non tenete per troppo tempo il telefonino vicino alla testa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come ricavare la concentrazione di una soluzione da misure spettrofotometriche

Una tecnica analitica largamente utilizzata sfrutta il fenomeno dell'assorbimento delle radiazioni elettromagnetiche da parte delle soluzioni. Nello specifico prende il nome di spettrofotometria oppure fotometria, a seconda delle condizioni sperimentali...
Superiori

Come trovare la velocità massima di un'onda trasversale

Le leggi della fisica dimostrano che un'onda può propagarsi sia nel vuoto che in un mezzo fisico. Un'onda non è altro che una perturbazione che si propaga nello spazio e nel tempo. In entrambi i casi il moto dell'onda lo si può descrivere attraverso...
Superiori

Fisica: i diversi tipi di onde

La fisica è una materia che spesso fa storcere il naso a molti studenti. Non è una disciplina in grado di farsi amare a primo colpo.  Le onde rappresentano un argomento fondamentale su cui si basa la fisica studiata nei licei.  Ora andremo a scoprire...
Superiori

Fisica: la legge di Bragg

Ecco una semplice ed utilissima guida, mediante cui poter capire qualcosa di più sulla fisica ed in particolar modo sulla legge di Bragg, in modo tale da poterne sapere di più e poter utilizzare queste nozioni nel momento in cui ci serviranno! I cristalli,...
Università e Master

Come misurare la lunghezza d'onda della luce

In questo articolo abbiamo deciso di parlare di un argomento alquanto legato alla fisica e non solo. Sará un modo per aiutare i nostri lettori che sono alle prese con questo genere di discorso, in maniera tale da poterlo approfondire meglio e nei minimi...
Superiori

Leggi del corpo nero

In fisica, ogni corpo solido o liquido emette delle radiazioni elettromagnetiche a qualunque temperatura. Il corpo nero rappresenta invece un oggetto perfetto, oscuro e molto affascinante. Quest'ultimo assorbe l'energia elettrica senza rifletterla. Fra...
Superiori

Storia della radio

Come è nata la radio e qual è la sua storia? La radio è stata uno dei primi mezzi di comunicazione per l'uomo ed ha permesso la trasmissione di contenuti sonori da una parte all'altra del pianeta. Due apparecchi radio, infatti, erano, e lo sono tutt'ora,...
Elementari e Medie

Come muore una stella

Le stelle brillano di luce propria e possono assumere varie colorazioni. Producono immense quantità di energia all'interno del proprio nucleo, attraverso un lungo processo di fusione nucleare. L'energia emessa si irradia nello spazio circostante sotto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.