Come generare il vapore

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando si parla di vapore si vuole intendere un particolare stato dell'acqua: quello gassoso. Tale elemento può crearsi quando la temperatura dell'ambiente che lo ospita, raggiunge la giusta pressione. Nel caso dell'acqua, per formare il vapore, è necessario che la sua temperatura raggiunga i 100 gradi centigradi. Vediamo allora di seguito alcuni consigli su come generare il vapore.

26

Materiale

Il metodo migliore per ottenere il vapore in casa, è quello di utilizzare i due elementi principali ovvero un contenitore in metallo e il fornello a gas. Detto questo il primo passo da fare è quello di procurarci il materiale necessario. Una volta che tutto è in nostro possesso possiamo cominciare con l'esperimento. Come già indicato per ottenere vapore è necessario portare l'acqua ad una temperatura di 100°. Anche in natura l'acqua si trasforma in vapore grazie all'azione dei raggi solari, i quali penetrando nel liquido fanno in modo di surriscaldare solamente la sua parte superficiale. Teniamo inoltre presente che per evaporare ogni liquido ha la necessità di raggiungere una sua particolare temperatura che si differenzia da liquido a liquido. Torniamo ora ad occuparci del nostro esperimento.

36

Procedimento

Riempiamo quindi la nostra pentola per circa metà della sua capienza con acqua fredda. Posizioniamo la pentola sul fornello di casa, accendiamo la fiamma e portiamola ad una media potenza. Se vogliamo che il vapore si formi nello stretto giro di tempo possiamo utilizzare un coperchio della grandezza adeguata al bordo della pentola. In questo caso copriamola facendo in modo che risulti completamente chiusa e che non vi siano presenti eventuali feritoie. Teniamo presente che con meno acqua vi è all'interno della pentola e più velocemente il processo di vaporizzazione si andrà a presentare. Se invece perferiamo aspettare e quindi generare la creazione del vapore in modo più lento, non posizioniamo il coperchio sulla pentola.

Continua la lettura
46

Fasi finali

Non appena l'acqua comincia ad avvicinarsi alla temperatura di 100 gradi, cominciamo a sentire dei piccoli gorgogli provenienti dall'interno della pentola. Via via che la temperatura sale, ecco che si comincia a formare il vapore. A questo punto non dobbiamo far altro che togliere il coperchio e ammirare la riuscita del nostro esperimento. Questo indicato è uno dei metodi più conosciuti, ma ne esiste anche un'altro in grado di trasformare l'acqua in vapore ed è quello di rovesciare un poco di acqua su di una piastra molto bollente.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come Ricreare La Traspirazione E La Respirazione Delle Piante

La traspirazione è il fenomeno con il quale la foglia perde acqua sotto forma di vapore. L' acqua viene assorbita dalle radici per osmosi. La foglia è paragonabile a un laboratorio chimico: in essa infatti si svolgono funzioni quali la fotosintesi clorofilliana,...
Elementari e Medie

Esperimenti con l'acqua: l'evaporazione

L'evaporazione è un fenomeno fisico attraverso cui l'acqua passa dallo stato liquido allo stato aeriforme. Il processo avviene sopra la temperatura di ebollizione che coinvolge l'intero volume del liquido. In natura sono moltissimi gli esempi da poter...
Elementari e Medie

Come stabilire il tipo di numero decimale dalla sua frazione generatrice

Nella concezione classica, una frazione è un modo per esprimere una quantità basandosi sulla divisione di un oggetto in un certo numero di parti uguali. Ogni frazione corrisponde ad un numero decimale, come ad esempio 2,54, ossia un numero formato da...
Elementari e Medie

Come funziona il ciclo dell'acqua

Il ciclo dell'acqua, chiamato anche idrologico, identifica il processo continuo grazie al quale avviene lo scambio di acqua tra la terra e l'atmosfera. Circa i 2/3 del pianeta sono costituiti da acqua ed essa è indispensabile per la sopravvivenza di...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

Le caratteristiche dell’acqua

L'acqua è il bene principale per la sopravvivenza sul pianeta terra, assieme al sole; essa infatti ricopre il 70% della superficie e grazie al suo ciclo continuo di trasformazione tra molecole di vapore acqueo, in stato liquido, permette di risanare...
Elementari e Medie

Come ottenere il verde con le tempere

La pittura a tempera in passato è stata la più praticata nell'arte di dipingere. In seguito è stata sostituita gradualmente dalla pittura a olio. A livello didattico conserva una grande importanza, per la sua praticità e semplicità d’uso, per il...
Elementari e Medie

Appunti di scienze: le nuvole

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di una materia che ritengo essere fondamentale, specialmente nel momento in cui essa viene introdotta a livello scolastico, in quanto comincia ad appassionare i bambini. Mi sto riferendo, come avrete...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.