Come funziona la scuola in Australia

Tramite: O2O 02/10/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il sistema scolastico australiano ha molte affinità con quello americano, dal quale si differenzia per lo più per i costi che sono più accessibili e meno costosi.
Nonostante il minor costo, la scuola in Australia offre comunque strutture davvero importanti e di eccellenza. In linea generale si può affermare che gli istituti si classificano in base alle fonti di finanziamento, abbiamo così scuole statali o pubbliche, scuole cattoliche e scuole indipendenti e private. Fatta salva l'ottima qualità di ognuna di queste cercheremo di spiegare a grandi linee e seguendo un modello generale come funziona la scuola in Australia, soffermandoci sui suoi principali aspetti e sulle maggiori offerte formative e ricreative.

27

L'organizzazione scolastica

La scuola australiana è sostanzialmente divisa in tre livelli: l'istruzione primaria o primary schools, che sostanzialmente si avvicina a quelle che sono le scuole primarie (elementari) italiane e dura complessivamente 6 anni; la scuola secondaria detta secondary o high schools che coincide con le nostre scuole secondarie e dura anch'essa 6 anni; l'Università o College che ha una durata minima di 3 anni. Prima di accedere alla primary school i bambini di età compresa più o meno fra i 3 ed i 5 anni frequentano un percorso, divenuto obbligatorio dal 2013, e detto pre-school che coincide con la nostra scuole dell'infanzia o materna. Successivamente i bambini frequentano la "primary school" (scuola elementare). Vengono insegnate otto materie, che rimangono le stesse per tutta la durata della scuola. Nel percorso non ci sono variazioni ne di materie ne di orario scolastico, ma una cosa veramente particolare e differente rispetto al nostro sistema scolastico è l'organizzazione dell'anno scolastico che va da fine gennaio/inizio febbraio a metà dicembre con varie pause di sospensioni di lezioni.

37

L'avviamento al lavoro

Le valutazioni delle singole prove degli studenti in Australia si classificano con lettere che vanno dalla A alla E dove la A indica l'eccellenza e la E l'insufficiente competenza da parte dell'allievo nella suddetta materia. Come molti studenti italiani potranno confermare, tale sistema di valutazione è diffuso anche nelle nostre scuole soprattutto secondarie.
In Australia non vige un vero e proprio obbligo scolastico per i ragazzi più grandi. Fino ai 17 anni, gli studenti in Australia frequentano la "secondary school", che corrisponde più o meno alle scuole medie italiane ed alle superiori, ma se a 15 anni i ragazzi trovano un impiego a tempo indeterminato possono rinunciare alla scuola, preferendo il lavoro e senza violare alcun obbligo di legge, come invece accade in Italia. Successivamente, come accade spesso, i ragazzi in Australia possono decidere se seguire brevi corsi di avviamento ad una professione o dei tirocini più lunghi che possono facilitare l'inserimento nel mondo del lavoro. Questo varia in base alla competenza che vogliono raggiungere e della certificazione che intendono ottenere.

Continua la lettura
47

L'Università

Chi invece vuole proseguire gli studi ed acquisire competenze più specifiche in un settore per cui è necessario seguire un determinato e più lungo corso di studi, può iscriversi ad una delle tante e prestigiose università australiane. L'università in Australia dura complessivamente dai 3 ai 5 anni, a seconda del percorso prescelto e della facoltà, successivamente, una volta conseguita la laurea "primaria", lo studente in Australia può scegliere di fermarsi e dedicarsi alla ricerca di un lavoro oppure può ulteriormente proseguire gli studi grazie alla frequenza di Master o specializzazioni.

57

Le attività ricreative ed integrative

Come accade negli Stati Uniti, anche in Australia gli studenti hanno a disposizione un'ampia gamma di scelta rispetto alle attività extrascolastiche alle quali possono dedicarsi, sia dal punto di vista fisico che intellettivo. Moltissime sono le attività sportive organizzate anche dalle scuole all'interno delle quali vengono istituite molto spesso delle squadre che nel corso dell'anno si disputano i tornei interscolastici. Oltre a queste, le scuole organizzano poi importanti tirocini ed attività di specializzazione verso le quali indirizzano volentieri gli studenti per la preparazione e l'inserimento nel mondo del lavoro. Questo è infatti uno degli aspetti su cui l'organizzazione scolastica australiana risulta da sempre più attenta.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Studiare in Australia permette di creare un bagaglio tecnico importantissimo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come funziona la scuola in Germania

I sistemi scolastici nei vari paesi della comunità europea sono differenti: infatti in Europa possiamo distinguere tre diversi modelli organizzativi dell'istruzione obbligatoria. Se, per esempio, dovessimo trasferirci in Germania ed abbiamo dei figli...
Elementari e Medie

Come funziona la scuola in America

Se nell'immaginario comune gli Stati Uniti sono da sempre identificati come un paese di opportunità ed eccellenze, ciò vale anche e soprattutto per le scuole e l'istruzione in generale. Il sistema scolastico americano, infatti, è estremamente vario...
Elementari e Medie

Come funziona la scuola in Svizzera

La Svizzera rappresenta sicuramente uno dei paesi maggiormente sviluppati dal punto di vista civico. Così come altri sistemi infatti, anche quello scolastico è strutturato in maniera estremamente efficiente. Esso si divide principalmente in tre livelli...
Elementari e Medie

Come sostenere i bambini il primo anno di scuola Media

Il primo anno di scuola media è per tutti i bambini e anche per noi ormai adulti un momento di cambiamento. Si tratta del momento di transito da scuola elementare a scuola superiore. Si tratta di un momento in cui si inizia a diventare consapevoli del...
Elementari e Medie

Scuola primaria: come risolvere i problemi dei primi giorni

La scuola primaria, più comunemente chiamata scuola elementare, è un passo importante per qualsiasi bambino. Si inizia a concepire il concetto di una vera e propria classe di scuola, fatta di studio, amicizie e tanta voglia di imparare. Però, come...
Elementari e Medie

Guida di sopravvivenza alla scuola media

Se siete arrivati alla lettura di questa guida è perché siete entrati o state per entrare nel mondo dei grandi. Benvenuti nella Scuola Media. Avete lasciato il rassicurante "nido" della Scuola Elementare e dovrete frequentate l'insidiosa "tana" della...
Elementari e Medie

Le principali difficoltà del passaggio alla scuola media

Uscire dalla scuola elementare per passare alla scuola media è un passaggio molto delicato, perché intervengono molti fattori che rendono complicato l'adattamento al nuovo ambiente. Ovviamente non tutti i ragazzi reagiscono al cambiamento nello stesso...
Elementari e Medie

Come affrontare il rientro a scuola dopo le vacanze estive

Le vacanze sono agli sgoccioli e i vostri bambini ancora devono abituarsi all'idea di dover tornare a scuola? In effetti le vacanze estive sono il periodo dell'anno preferito sia dai bambini che dagli adulti, poiché segnano la fine dell'anno scolastico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.