Come formulare un test di ingresso

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I test di ingresso comprendono una serie di domande e vengono usati come criterio di selezione ogni qualvolta il numero di candidati è superiore al numero dei posti disponibili. A tutti prima o poi capita di cimentarsi in un test d' ingresso. Basti pensare alle università a numero chiuso oppure ai concorsi pubblici. Esistono diverse tipologie di test di ingresso, ma tutti richiedono una forte preparazione per il loro superamento. Vediamo in questa guida però come formulare un test di ingresso.

25

La tipologia di test di ingresso più frequente è quella a risposta multipla, ossia viene proposta una domanda con tre possibilità di risposta. Le domande possono vertere su più materie, questo per accertare un maggiore grado di conoscenza del candidato. Per formulare un test di ingresso prefissate un numero massimo di domande. Suddividetele poi nelle diverse materie. Generalmente non mancano mai: cultura generale, storia, geografia, italiano, informatica ed una lingua straniera. Occorre che la difficoltà delle domande sia progressiva: dapprima ci sono domande semplici e poi quelle più difficili. In alternativa, è possibile aumentare il grado di difficoltà con la proposta delle risposte possibili. Termini similari tra loro possono generare dubbi e difficoltà nella risposta.

35

Più complicato è formulare un test di ingresso logico - attitudinale. Esso è un tipo di test volto a valutare principalmente le abilità logiche del candidato. Possono essere di tre diversi tipi:
- deduttivo: come ad esempio l' inviduazione di una figura che completa una determinata serie;
- matematico: data una serie di numeri occorre capire il ragionamento logico che li lega e individuare quello che manca;
- attitudinale: dato un brano si passa a verificarne la comprensione rispondendo ad una serie di quesiti ad esso attinenti.
Formulare un test di tal genere è più complicato in quanto occorre una preparazione più specifica.

Continua la lettura
45

Se volete invece formulare un test di ingresso che riguardi solo un ambito specifico, potete optare per quello a risposta aperta. È importante in tal caso che sia dato un numero massimo di righe o di parole da scrivere, in modo da poter valutare anche le capacità sintetiche del candidato. Anche in tal caso il grado di difficoltà delle domande deve essere crescente. Essendo la valutazione del test più soggettiva, formulate anche uno schema contenente i criteri di valutazione che saranno usati, onde evitare dei ricorsi.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Formulate il test più attinente alle caratteristiche che ricercate nel candidato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come funziona il test delle ipotesi

Il test delle ipotesi serve a verificare se, data un'ipotesi di qualunque tipologia, essa abbia una validità empirica. Quindi bisogna decretare se l'ipotesi sia vera o falsa. Tale ipotesi deve ovviamente riferirsi ad un fenomeno specifico, che deve poter...
Superiori

Pedagogia sperimentale: caratteristiche

Quando si parla della pedagogia sperimentale si intende un settore che si occupa della ricerca e della sperimentazione nel campo della formazione e, più precisamente, dell'insegnamento. In questa guida troverete dei veri e propri appunti ed andremo...
Superiori

Come risolvere problemi di logica

Come ben sapete, in giro esistono molte persone che hanno una notevole capacità intuitiva che è utile non solo nell'affrontare i test scolastici e lavorativi, dove ora mai la logica ne costituisce ampia parte, ma anche la stessa vita di tutti i giorni,...
Superiori

Guida alla verifica delle ipotesi

Quando si studia un determinato avvenimento scientifico, in molti casi si va avanti per ipotesi. Con tale sistema, in pratica, si formula l'ipotesi e poi si verifica o si confuta. Tutto il metodo scientifico si basa su questo concetto e risulta molto...
Superiori

Come calcolare sensibilità e specificità in statistica

In statistica, le nozioni di sensibilità e di specificità svolgono un ruolo estremamente importante. Si utilizzano, spesso, nel settore della medicina, in particolar modo nell’epidemiologia. Si utilizzano, tra l'altro, per analizzare l’andamento...
Superiori

Come calcolare i percentili

I percentili sono degli indicatori statistici e vengono utilizzati per confrontare un valore rispetto a quelli dell'intera popolazione. Facciamo un esempio pratico, i percentili servono per monitorare i valori di crescita del peso e dell'altezza dei bambini....
Superiori

Appunti di chimica: l'esterificazione di Fischer

La chimica è una materia molto complessa ma allo stesso tempo affascinante. A scuola viene spesso messa in secondo piano, ma occorre studiarla bene se si decide di intraprendere un percorso scientifico all'università. Anche coloro che intendono studiare...
Superiori

Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.