Come Formare Le Proposizioni Interrogative Indirette In Latino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Le proposizioni interrogative indirette sono subordinate di natura completiva, che formulano una domanda in forma indiretta, cioè in dipendenza da un verbo come "chiedere, domandare, interrogare, sapere". Se invece la domanda è formulata in modo diretto e si conclude con il punto di domanda, si ha un'interrogativa diretta, cioè una frase dipendente. In questa guida, come avrete sicuramente già capito dal titolo, vi spiegherò, passo dopo passo, come formare le proposizioni interrogative indirette in latino. Buona lettura.

24

Le interrogative indirette sono introdotte dagli stessi pronomi, aggettivi o avverbi interrogativi o dalle speciali particelle che introducono le interrogative dirette, con la sola differenza che nell'interrogativa indiretta non compare mai il punto di domanda. Le interrogative indirette, come le dirette, possono essere: semplici, se pongono un'unica domanda; doppie o disgiunte, se propongono un'alternativa.

34

Le proposizioni interrogative indirette semplici possono essere introdotte:. Da un pronome, un aggettivo o un avverbio interrogativo, come quis "chi", qui "quale", quisnam "chi mai", uter "chi dei due", qualis "quale"; -dalle particelle interrogative, che, con l'aiuto del contesto, consentono di capire se si è in presenza di un'interrogativa vera e propria o di un'interrogativa retorica, e precisamente: -ne o num, sia che si aspetti una risposta incerta, sia che si aspetti una risposta negativa; nonne, se si aspetta risposta affermativa, specialmente in dipendenza da quaero; con gli altri verbi, nonne è sostituito generalmente da ne.

Continua la lettura
44

Le proposizioni interrogative indirette disgiuntive, sia in dipendenza da verbi di "chiedere" e "interrogare" sia da verbi di "dubitare", sono costruite con il congiuntivo e sono introdotte dalle stesse particelle delle interrogative dirette, secondo lo schema seguente: utrum... An...;-ne... An...;... An...;...-ne. Ex: ex te quaero utrum servus sis an liber; ex te quaero servusne sis an liber; ex te quaero servus sis an liber; ex te quaero servus sis liberne. Ora dovreste essere in grado di formare le proposizione interrogative indirtte in latino, autonomamente, da soli senza alcun tipo di problema. Se così non fosse vi consiglio di leggere questa guida fino alla perfetta padronanza di questa bellissima e antichissima lingua. La guida termina qui. Spero di esservi stato d'aiuto. Detto questo non mi resta che augurarvi un buon lavoro, divertitevi studiando ma soprattutto grazie per aver letto questa guida.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Formare Le Proposizioni Relative In Latino

Il latino è una lingua molto antica, che si è diffusa in quasi tutte le regioni del Mediterraneo grazie all'espansione dell'Impero Romano. Tuttavia, anche se oggi non è più parlata, viene comunque insegnata al liceo classico per aiutare gli studenti...
Superiori

Grammatica latina: interrogative dirette e indirette

Nel presente tutorial di appunti di grammatica latina tratteremo le proposizioni interrogative dirette ed indirette. Inizieremo col dire che entrambe possono essere semplici ovvero disgiuntive (o doppie). Nell'ultimo caso, sono presenti più “opzioni”...
Superiori

Come tradurre le proposizioni infinitive in latino

In latino, l'infinito oltre ad essere un modo verbale, può fare da soggetto o da oggetto di un'intera proposizione, che, a seconda della sua funzione grammaticale, viene denominata "soggettiva" o "oggettiva". Queste proposizioni in latino vengono definite...
Superiori

Latino: come riconoscere e tradurre le proposizioni consecutive

La grammatica latina è uno degli scogli principali per gli studenti dei licei. Appena si inizia con i vari complementi è molto difficile tenere tutto bene a mente. Ma quando si passa all'analisi del periodo la situazione si complica ulteriormente. In...
Superiori

Come costruire le proposizioni consecutive in Latino

La proposizione consecutiva è una proposizione dipendente in cui viene indicata la conseguenza di ciò che è espresso nella reggente (o proposizione principale). Si traduce in italiano in forma esplicita con la congiunzione ''che'' + indicativo, o in...
Superiori

Come costruire le proposizioni temporali in Latino

La lingua latina viene definita una "lingua morta", ma viene tutt'ora studiata nei licei classici, scientifici, linguistici e così via. Per studiare questa lingua, è assolutamente necessaria una buona forza di volontà e molto entusiasmo, non trattandosi...
Superiori

Come Costruire Le Proposizioni Con "Cum Congiuntivo" In Latino

Il latino come si dice comunemente è una lingua morta, perché, come suggeriva una illustre linguista, morti sono coloro che la parlavano, ma non perché sia morta la lingua in sé. Ma In realtà noi studiamo documenti scritti in latino. E questo è...
Superiori

Latino: proposizioni concessive e avversative

La guida che andremo a sviluppare all'interno dei tre passi che seguiranno questa brevissima introduzione, sarà dedicata a una lingua straniera classica: il latino. Come potrete facilmente comprendere tramite la lettura del titolo che abbiamo impostato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.