Come Formare Il Superlativo In Latino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Generalmente gli aggettivi che determinano una qualità del nome cui si riferiscono si dicono qualificativi. Essi possono essere di tre gradi (cioè la misura in cui tale qualità è presente nella persona o cosa indicata dall'aggettivo):
- Grado positivo: esprime semplicemente la qualità del nome
es: "Anna è simpatica"
- Grado comparativo: esprime il confronto fra due termini. Il primo termine possiede un grado maggiore, ugale o minore rispetto al secondo
es: "Anna è più alta di Chiara"
- Grado superlativo, che può essere di due tipi: assoluto, quando esprime il grado più elevato di una qualità, tale da non avere paragone (es: "Luca è bellissimo"); relativo, quando esprime il massimo grado di una qualità posseduta da una persona o da una cosa in relazione a tutti gli altri termini di confronto (es: "Luca è il più bello della sua classe").
In Latino il superlativo viene composto in maniera diversa a seconda della desinenza dell'aggettivo. Vediamo in seguito come formare l'aggettivo superlativo in lingua latina.

27

Formazione del superlativo relativo e assoluto

In Latino, a differenza dell'italiano, si ha un'unica forma per esprimere il superlativo relativo e assoluto. Questo si compone aggiungendo alla radice dell'aggettivo il suffisso -issimus, -a, -um. Ad esempio, partendo dall'aggettivo clarus, -i, avremo clar-issimus, clar-issima, clar-issimum.
es: "Caesar clarissimus est" = "Cesare è famosissimo"
Il superlativo relativo viene espresso con il genitivo o e, ex + ablativo.
es: "Caesar facondissimus amicorum/ex amicis est" = "Cesare è il più eloquente fra gli amici"

37

Particolarità: -errimus, -a, -um

Gli aggettivi che hanno il nominativo in -er (ad esempio "pulcher"=bello) formano il comparativo regolarmente, cioè aggiungendo -ior e -ius al tema della parola, ma hanno il superlativo in -errimus (maschile), -errima (femminile), -errimum (neutro), ottenuto cioè aggiungendo al nominativo singolare le terminazioni -rimus, -a, -um (in questo caso con raddoppio dell'ultima consonante). Per quanto riguarda l'esempio sopracitato il superlativo sarà "pulcherrimus, pulcherrima, -pulcherrimum".

Continua la lettura
47

Particolarità: -illimus, -a, -um

In lingua latina esistono sei aggettivi che hanno il nominativo singolare in -ilis e formano il superlativo in -illimus, -illima, -illimum, ottenuto aggiungendo al tema le terminazioni -limus, -a, -um. Questi sei aggettivi sono:
- facilis = facil-limus, -a, -um;
- difficilis = difficil-limus, -a, -um;
- similis = simil-limus, -a, -um;
- dissimilis = dissimil-limus, -a, -um;
- humilis = humil-limus, -a, -um;
- gracilis = gracil-limus, -a, -um

57

Particolarità: -dicus, -ficus, -volus

Gli aggettivi composti in -dicus, -ficus, -volus formano il superlativo in -entissimus, -a, -um. Fanno parte di questo gruppo gli aggettivi:
- male-dicus = maledic-entissimus, -a, -um;
- magni-ficus = magnific-entissimus, -a, -um;
- bene-volus = benevol-entissimus, -a, -um
Ricordiamo inoltre che gli aggettivi uscenti in -ius, -eus, -uus non hanno una forma propria di superlativo ma viene composto premettendo all'aggettivo positivo l'avverbio "maxime".
es: dubius=maxime dubius, -a, um;
idoneus=maxime idoneus, -a, -um

67

Particolarità: tema diverso dall'aggettivo base

Esistono alcuni comparativi e superlativi formati con tema diverso da quello base. Presentano questa particolarità gli aggettivi:
- bonus - melior/melius - optimus;
- malus - peior/peius - pessimus;
- parvus - minor/minus - minimus;
- magnus - maior/maius - maximus;
- multus - plus - plurimus
Da queste forme di comparativi e superlativi deriveranno poi le corrispondenti forme italiane "migliore" e "ottimo", "peggiore" e "pessimo" ecc...
È consigliabile esercitarsi molto per tenere bene a mente tutti i casi descritti ed evitare errori!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Grammatica francese: il superlativo

Al pari dello spagnolo e del portoghese, il francese appartiene al vasto gruppo delle lingue neolatine e presenta varie affinità con la grammatica italiana, che proprio dal latino trae la propria origine. Nelle regioni a statuto speciali e in determinate...
Lingue

Come formare il comparativo in inglese

Leggendo questa guida, scopriremo come formare il comparativo in inglese. Che si tratti di comparativo di maggioranza, di minoranza, di uguaglianza o di superlativi, la lingua inglese tiene conto, per quanto concerne sia gli aggettivi che gli avverbi,...
Lingue

Come esprimere il superlativo in cinese

Oggi nella Facoltà di Lingue viene studiato oltre all'inglese ed il tedesco anche il cinese, sia per i continui rapporti commerciali che abbiamo con la Cina, ma soprattutto per la possibilità di trovare facilmente lavoro come interprete o nelle ambasciate....
Elementari e Medie

Grammatica: i gradi dell'aggettivo

L'aggettivo qualificativo è una parte variabile del discorso. Nella grammatica italiana esistono diversi tipi di aggettivi: l'aggettivo qualificativo di grado positivo, l'aggettivo di grado comparativo e l'aggettivo di grado superlativo. Ogni aggettivo...
Superiori

Tedesco: come si formano i comparativi e i superlativi

La lingua tedesca, per noi italiani, a volte sembra essere molto più difficile di quanto non lo sia in realtà: ci facciamo impressionare da parole interminabili, lunghe quasi quanto frasi intere, accompagnate da suoni a volte impercettibili, allontanandoci...
Superiori

Grammatica latina: la formazione dell'avverbio

La stragrande maggioranza delle lingue parlate in Europa, e successivamente diffuse nel mondo, sono lingue dette neolatine, perché derivanti dalla lingua latina, cioè quei linguaggi utilizzati dai primi italici e dai romani al tempo dell'impero, ma...
Superiori

Grammatica latina: i gradi dell'avverbio

In questa guida vogliamo parlarvi della grammatica latina ed in particolar modo di un preciso argomento e cioè quello dei gradi dell'avverbio, in modo tale da sapere quando e come utilizzarli, senza incorrere in errori anche gravi, che potrebbero costare...
Superiori

Greco: comparativo e superlativo

Il greco moderno, neoellenico o neogreco, è l'ultimo stadio del processo evolutivo della lingua greca, attualmente parlata da circa 15,5 milioni di persone, soprattutto in Grecia e a Cipro. Convenzionalmente e in modo simbolico, si comincia a parlare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.