Come Formare Gli Acetali

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Gli acetali sono dei composti organici che derivano da una reazione reversibile di aldeidi con un alcol. Gli acetali, nella sintesi organica, risultano stabili e poco reattivi in ambienti neutri e molto basici. Ciò significa che proteggono adeguatamente il carbonile nei suoi vari passaggi di sintesi. Inoltre, consentono un lavoro accurato sui gruppi funzionali della molecola. La specifica reazione tra alcol ed aldeidi, assume particolare importanza nella formazione degli aldosi. Tale forma può distinguersi in piranosica e furanosica. Se questi concetti ti creano non poca confusione, non temere. In modo semplice, chiaro e veloce vedremo come formare gli acetali.

26

Occorrente

  • Aldeide ed alcol
36

Formare gli acetali richiede un processo tendenzialmente molto lungo, con passaggi in diversi stadi reversibili. Questi composti e la loro conseguente reazione svolgono un ruolo particolarmente importante ed utile nella chimica organica. Per tale motivo, vengono creati in laboratorio molto di frequente. Nella maggior parte delle ipotesi, gli acetali vengono utilmente prodotti per proteggere il particolare gruppo funzionale carbonilico. Si tratta di reazioni di protezione e se ne conoscono molte altre per altri gruppi funzionali.

46

Come già accennato, per formare gli acetali giovano degli aldeidi e degli alcoli. La reazione tra questi elementi chimici avviene con un sistema molto simile a quello dell'addizione di acqua. Però fai molta attenzione! Il meccanismo reattivo deve avvenire in ambiente rigorosamente acido. Ciò perché gli alcoli possiedono una debole nucleofilicità. Inoltre, essendo la reazione reversibile, va allontanata l'acqua. L'acetale che si forma, avrà formula chimica R2C (OR')2, in cui R rappresenta un idrocarburico.

Continua la lettura
56

Dunque, per formare uno specifico acetale attraverso un aldeide, devono reagire una molecola appartenente precisamente al composto di partenza con due molecole dell'opportuno alcol. Quindi, dovrai servirti di uno specifico ed adatto catalizzatore acido. In questo modo, in ambiente acido, l'equilibrio tra i due composti si raggiunge più velocemente. In alternativa, se non desideri ottenere un acetale ma solo un emiacetale, effettua una semplicissima sostituzione. Pertanto, utilizza una sola molecola di alcool. Formare gli acetali non è poi così difficoltoso. Richiede solo molta attenzione e tanta pazienza. Alla fine, tutti i processi rappresentano specifici equilibri tra il composto carbonilico e quello acetale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per ottenere un acetale dovrai effettuare la reazione in un ambiente rigorosamente acido
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Effettuare La Riduzione Di Aldeidi E Chetoni

Le aldeidi sono dei composti organici speciali in grado di introdurre, nella loro struttura, il gruppo funzionale formile. Quest'ultimo costituisce semplicemente l'acile dell'acido formico. I seguenti composti organici vengono solitamente creati in natura...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di sintesi di un alcol da una aldeide

In questa guida, sarà specificatamente trattata una delle reazioni più conosciute che riguardano la chimica organica. Infatti, potrete osservare la reazione di un chetone per poter arrivare alla formazione di un composto alcolico. La reazione necessita...
Università e Master

Come ottenere alcheni dalle aldeidi e i chetoni

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter ottenere degli alcheni dalle aldeidi e i chetoni. Iniziamo subito definendo ognuno di questi termini più nello specifico per rendere più chiaro il processo, e facilitarne...
Università e Master

Come Idratare Le Aldeidi E I Chetoni

L'idratazione, ovvero l'aggiunta di una molecola d'acqua, è un processo che avviene naturalmente in molti organismi e sistemi biologici ogni secondo. Con questa guida ci occuperemo di spiegarvi, in particolare, come bisogna procedere per idratare le...
Università e Master

Come risolvere l'esercizio di sintesi del terz butanolo

La chimica organica è una materia complessa quindi spesso si ha bisogno di un aiuto oppure di qualche suggerimento utile. Se vi serve un aiuto in chimica organica, questa guida fa al caso vostro, in quanto parleremo di una reazione di sintesi di chimica...
Superiori

Appunti di chimica: il saggio di Tollens

Il saggio di Tollens è un test appartenente alla favolosa chimica organica e all'analisi dei medicinali, il quale viene condotto in presenza di un reattivo detto appunto "reattivo di Tollens", dal quale prende il nome. Tollens, il suo inventore, era...
Università e Master

Come Effettuare La Reazione Di Cannizzaro

La reazione di Cannizzaro serve per effettuare un tipico processo della chimica inorganica che effettua la formazione di particolari prodotti chimici molto importanti per l' industria chimica e molto apprezzata per la versatilita' delle miscele di prodotti...
Università e Master

Appunti di chimica: saponificazione degli esteri

In questa guida cercherò di spiegarvi con i miei appunti di chimica come funziona e cos'è la reazione di saponificazione degli esteri. Questa reazione è più propriamente chiamata "reazione di idrolisi basica degli esteri". Una soluzione di una base...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.