Come fare una semplice analisi statistica dei dati

Tramite: O2O 25/02/2015
Difficoltà: media
16
Introduzione

La statistica è una disciplina che ha il fine di sintetizzare un insieme più o meno vasto di dati o, più in generale, di informazioni attraverso l'uso di grafici, valori tabellati o parametri specifici. Con l'analisi statistica dei dati otterremo quindi, in modo abbastanza veloce e semplice, le informazioni più importanti di un "campione" che, al fine di garantire risultati corretti, deve essere statisticamente rappresentativo della "popolazione". L'obiettivo della statistica è quello di ottenere delle previsioni o di calcolare bilanci in base a dati numerici, oppure quello di valutare i valori di probabilità con i quali determinati eventi si verifichino. Vediamo come avvicinarci alla statistica con una semplice guida che indicherà come fare una semplice analisi statistica dei dati con l'ausilio di un foglio elettronico, molto facile da utilizzare e da gestire. Si tratta di un'analisi di esempio attraverso la quale sarà possibile comprendere i presupposti dei calcoli della statistica.

26
Occorrente
  • Pc
  • Foglio elettronico (Excel)
36

Utilizzare Excel

Nel corso di questa guida per fare una semplice analisi statistica dei dati, utilizzeremo Excel, in quanto uno dei più diffusi, ma le stesse operazioni possono essere eseguite allo stesso modo su quasi tutti i fogli elettronici. Supponiamo di partire da un database già caricato su Excel. Il semplice software ci offre un elenco abbastanza completo di funzioni statistiche da applicare al nostro campione, alcune molto semplici ed altre più complesse che richiedono certamente una preparazione maggiore sull'argomento. Ci occuperemo delle operazioni più semplici per la nostra analisi dei dati: minimo, massimo, somma, media, mediana e deviazione standard.

46

Impostare il foglio di calcolo

Partiamo, per comodità, da un campione costituito da 10 elementi. Dopo aver impostato il foglio elettrico per renderlo facilmente leggibile, evidenziamo la cella E3 e, dal menu "Formule", selezioniamo "Altre funzioni" e poi "Statistiche". Dall'elenco scegliamo la funzione "Minimo". Compare la scheda Argomenti Funzione, facciamo clic sul quadratino con la freccetta rossa e selezioniamo il nostro campione. Confermiamo la selezione con Invio ed otterremo il risultato cercato. In un caso così semplice può sembrare un calcolo banale, ma se avremo 2000 valori sarà una funzione statistica molto utile e rapida. Allo stesso modo, possiamo usare tutte le altre funzioni statistiche di Excel e compilare la nostra tabella Analisi Statistica.

Continua la lettura
56

Inserire dei grafici

Per presentare in modo facilmente leggibile le informazioni possiamo inserire dei grafici. Ad esempio, potremmo riportare il valore minimo, massimo e la media del campione. Basta selezionare le tre funzioni e scegliere, dal menù "Inserisci", la voce "Istogramma" ottenendo subito il grafico che potremo poi colorare a nostro piacimento.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Statistica: come standardizzare una distribuzione normale

Nella teoria delle probabilità, la distribuzione normale è una distribuzione di probabilità continue, ovvero una funzione che indica la probabilità che un evento possa accadere tra due limiti reali o numeri reali, man mano la curva si avvicina a zero...
Università e Master

Come si calcola il Coefficiente di Variazione in statistica

L'obiettivo della statistica è quello di fornire indicazioni sintetiche sulle rilevazioni statistiche effettuate, tramite l'utilizzo di appropriati indici e valori. In questo articolo ci occuperemo del calcolo dell'indice di variabilità relativa: il...
Università e Master

Come verificare che la distribuzione in una serie di dati sia normale

In moltissimi settori, dall'industria all'economia, fino ai molteplici esperimenti scientifici, occorre spesso effettuare dei test statistici. I test statistici sono spesso finalizzati alla verifica dell'aleatorietá dell'incertezza legata alle misure...
Università e Master

Come passare l’esame di analisi matematica I

Tutti i percorsi di laurea riguardanti discipline tecnico-scientifiche come Ingegneria, Informatica, Scienze naturali ed Economia prevedono un corso di una disciplina che funge da base per l'insegnamento di Analisi Matematica I. Quest'ultima introduce...
Università e Master

Come prepararsi all'esame di Analisi Matematica Due

La matematica è da sempre la materia più ostica per qualsiasi studente, a partire dalle scuole elementari fino ad arrivare alle superiori e all'università. Questo perché in matematica ogni concetto è conatenato agli altri, per cui è necessario...
Università e Master

Come calcolare l'interferenza in un'analisi genetica

La genetica è una complessa branca della biologia che si occupa dello studio dei geni e del loro comportamento. Tra i vari oggetti di indagine spiccano l'ereditarietà e la variabilità genetica. Tali fenomeni innescano particolari meccanismi, i quali...
Università e Master

Come si esegue un'analisi metallografica

La metallografia è una particolarissima scienza che si occupa di studiare la struttura fisica dei vari tipi di metalli e delle leghe metalliche. Questo avviene mediante una serie di prove eseguite in laboratori, che consentono di comprendere la composizione...
Università e Master

Come calcolare la distribuzione marginale

All'interno dei paradigmi di probabilità e di statistica, la distribuzione marginale è un sottoinsieme di una collezione di variabili causali la cui distribuzione di probabilità delle variabili vengono contenute all'interno del sottoinsieme stesso....