Come fare una PCR

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La PCR rappresenta l'importantissima reazione a catena della polimerasi, ovvero la tecnica messa a punto da Mullis e da tutti gli altri suoi collaboratori nel 1986. Questa metodologia consente, in buona sostanza, di produrre un gran numero di copie di una specifica sequenza di DNA da una miscela di questo acido nucleico, mediante un processo chiamato amplificazione. Ricordiamo a tutti che il DNA è l'acido desossiribonucleico o deossiribonucleico, che contiene le informazioni genetiche indispensabili per effettuare la sintesi proteiche e dell'RNA. La PCR consiste in uno degli strumenti più importanti della moderna biologia. Per tale ragione, andremo a vedere insieme, in questa semplice ma utilissima guida, come fare una PCR.

28

Occorrente

  • DNA stampo
  • Nucleotidi
  • MgCl2
  • Tampone di reazione
  • Taq polimerasi
  • Primers specifici
  • Termociclatore
38

Il punto di inizio della PCR è ovviamente il DNA. La reazione prevede il succedersi ciclico della denaturazione della doppia elica del DNA stampo, dell'appaiamento dei primers all'estremità del frammento di DNA ad essi complementare, e dell'estensione dei primers in direzione 5'-3' ad opera dell'enzima Taq DNA polimerasi. A ciascun ciclo il numero di copie della propria sequenza bersaglio aumenta in maniera esponenziale fino al raggiungimento di un plateau.

48

Per denaturare il DNA stampo, è necessario andare ad ottimizzare due parametri, che andremo ora a citare. Uno di questi è dato dalla denaturazione del DNA, mentre l'altro consiste nel mantenimento dell'attività della Taq polimerasi. Riguardo alla denaturazione del DNA, possiamo dire che questa è necessaria, dal momento che il DNA si trova nella classica conformazione a doppia elica, in cui i filamenti sono mantenuti insieme da ponti a idrogeno. Si deve, pertanto, favorire l'apertura del doppio filamento in modo tale da consentire l'appaiamento o l'annealing del primer. Occorre portare, quindi, la soluzione contenente il DNA ad una temperatura che sta al di sopra rispetto a quella di fusione, compresa tra i 92 ed i 96 gradi centigradi.

Continua la lettura
58

Riguardo l'attività della Taq polimerasi, possiamo stabilire che essa presenta un'emivita di circa 30 minuti alla temperatura di 95 gradi centigradi. Questo, naturalmente, può costituire un limite nel numero di cicli e nel tempo di denaturazione. Conviene, pertanto, cercare di diminuire il tempo di denaturazione a circa 35 secondi, in modo tale da aumentare il numero di cicli fino ad un massimo di 40-45. Si dovrà, successivamente, andare a programmare il tempo e la temperatura di appaiamento del primer a seconda del contenuto in G C.

68

Nel terzo procedimento si dovrà programmare la temperatura ed il tempo di estensione dei primers. La temperatura che occorre utilizzare è generalmente compresa tra i 68 ed i 72 gradi centigradi. La Taq presenta, infatti, il massimo di attività a 70 gradi centigradi. Se si considera che l'estensione dei primers avviene ad una velocità di circa 100 basi al secondo, in un minuto si riuscirà ad amplificare dei frammenti di circa 1 kbp. Il nostro consiglio, pertanto, è quello di tarare il tempo di estensione sulla lunghezza dello stampo da amplificare.

78

Inizialmente il nostro consiglio è quello di utilizzare un tampone di reazione privo di MgCl2, per poi aggiungere il sale separatamente. La quantità di ioni, infatti, costituisce un aiuto importante per l'attività della Taq polimerasi nel caricare i nucleotidi. Tuttavia influenza anche l'appaiamento dei primers allo stampo. Si deve tenere fortemente in considerazione che maggiore è la concentrazione di MgCl2, minore sarà la specificità della reazione chimica. Quando si mettono a punto, quindi, le condizioni di stringenza della propria reazione di PCR, occorre tenere in forte considerazione la concentrazione di MgCl2 e la temperatura di annealing.

88

Un altro parametro fondamentale da tenere in considerazione è rappresentato dal numero di cicli di amplificazione, che obbligatoriamente dipende dalla concentrazione di DNA di partenza. Non si deve mai, tuttavia, eccedere i 45 cicli. È comunque necessario un termociclatore, per poter settare il numero di cicli e l'appropriata temperatura. Sperando di esser stati di aiuto con queste nozioni basilari riguardanti la PCR, non ci resta che augurarvi buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi e molecole) e leinterazioni fra di esse sotto forma di reazioni chimiche. Due importanti branche...
Superiori

Come calcolare la concentrazione delle forme ioniche

Le forme ioniche sono una categoria di sostanze chimiche che, quando disciolte in acqua, si dissociano completamente dagli ioni, in base alla loro solubilità. Calcolare la concentrazione di tutti gli ioni in una soluzione permette ai chimici di prevedere...
Università e Master

Come isolare il DNA da tessuti vegetali

Come tutti sappiamo, il patrimonio genetico di ciascun essere vivente è racchiuso e custodito nel suo DNA, specifico per ciascuna specie e individuo, e rappresenta un patrimonio esclusivo delle sue caratteristiche. Il DNA per come viene inteso dalla...
Università e Master

Appunti di biologia molecolare

La biologia è lo studio di molecole situate nel nostro organismo o in altri elementi che la natura ci offre. In questi appunti di biologia molecolare andremo a vedere in modo semplificato ma comprensivo di cosa si occupa questo studio, abbiamo sentito...
Università e Master

Come Fare Un Immunocitochimica Indiretta

La reazione di immunocitochimica (ICC) permette di localizzare sostanze nelle cellule e nei tessuti mediante reazioni tra antigeni e anticorpi opportunamente marcati; grazie alle proprietà di determinati reagenti si formeranno prodotti di reazione colorati...
Università e Master

Come sintetizzare l'acido acetilsalicilico

Sintetizzare l'acido Acetilsalicilico sappiamo bene che non è un'operazione facile e potremmo aver bisogno di aiuto nel farlo. Questo è ciò che si propone questa guida, infatti. Darvi degli aiuti e dei consigli per rendere quest'operazione nel modo...
Università e Master

Appunti di programmazione C++

Il C++ è un linguaggio di programmazione sviluppato da Bjarne Stroustrup nel 1983, esso è un linguaggio orientato agli oggetti ed è definito come un miglioramento di un altro linguaggio di programmazione, il C. Il creatore iniziò a svilupparlo circa...
Università e Master

Come determinare il contenuto in grasso nel latte

Il latte è un alimento eccezionale. Completo e gustoso, nutre i mammiferi nel loro primo stadio di vita. Ricco di calcio, vitamine A, B e D, contiene i principali amminoacidi indispensabili all'organismo. Il latte si presenta come un liquido opaco, di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.