Come fare una ossimercuriazione riduzione

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se siamo degli amanti della chimica, oppure siamo degli studenti di questa bellissima materia e ci piacerebbe approfondire alcuni particolari argomenti, potremo sfruttare tutte le potenzialità offerte da internet.
Sul web, infatti, troveremo con molta facilità tantissime guide che ci spiegheranno tutti gli argomenti che ci interessano di questa particolare materia, permettendoci di comprendere alla perfezione anche gli argomenti più complessi.
Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad eseguire correttamente una ossimercuriazione riduzione.
L'ossimercuriazione riduzione è una particolarissima reazione che ci permetterà di ottenere degli Alcoli, ossia dei composti organici costituiti da un gruppo ossidrilico.

25

Occorrente

  • attrezzatura da laboratorio
35

Prima di iniziare la reazione è importante che ripetere in maniera molto approfondita la stereochimica della famiglia degli alcheni così da essere preparati al lavoro che stiamo per iniziare, inoltre dovremo esercitarci a scrivere la formula dell'acetato di mercurio, che ci servirà per iniziare la reazione. Per poter attaccare l'alchene dovremo utilizzare Hg OC=OCH3.

45

Leghiamo l'acetato di mercurio al carbonio meno sostituito del nostro alchene, in questo caso un 2-metil-2-butene può andare benissimo. Doobbiamo ottenere un intermedio che abbia il carbonio più sostituito dell'alchene e l'HgOAc carichi parzialmente positivi e parzialmente legati tra loro. Adesso facciamo attaccare il carbonio carico parzialmente positivo dall'ossigeno di una molecola di H2O.

Continua la lettura
55

A questo punto dovremo ottenere un alcol protonato che abbia perso il legame parziale tra carbonio e HgOAc. Per ottenere l'alcol vero e proprio ci basterà deprotonare il tutto eliminando un protone H. La reazione non è ancora finita, infatti dovremo eliminare l'acetato di mercurio dalla molecola e per farlo ci basterà ridurre mediante NaBH4. Ora, se abbiamo letto attentamente tutti i passi di questa guida dovremmo essere in grado di fare, senza troppi problemi, una ossimercuriazione riduzione.
Se non siamo molto esperti con questo tipo di operazioni, chiediamo aiuto ad un professionista che saprà fornirci tutti i dettagli per l'esecuzione della reazione e potrà seguire il nostro esperimento, mostrandoci direttamente tutti i passaggi corretti che dovremo eseguire.
In questo modo potremo piano piano acquisire maggiore sicurezza ed alla fine riusciremo ad eseguire i vari esperimenti anche da soli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Eseguire Una Idrogenazione Catalitica Degli Alchini

Se siamo appassionati di chimica e vorremmo imparare ad eseguire alcuni tipi di reazioni, sarà fondamentale conoscere per prima cosa tutta la teoria di questa particolare disciplina, che ci permetterà di comprendere i vari passaggi della reazione di...
Università e Master

Chimica: idroborazione di un alchene

Nella chimica organica, moltissime sono le reazioni che coinvolgono gli alcheni. Tra di esse sono particolarmente importanti le reazioni di idratazione che li portano a reagire con diverse sostanze per formare degli alcol. L'idroborazione seguita da ossidazione...
Università e Master

Come Fare Una Idratazione Acido Catalizzata Di Un Alchene

In questa guida andrete a capire come fare una idratazione acido catalizzata di un alchene. Per l'appunto si tratta di una reazione chimica. E come in tutte le reazioni chimiche si ha uno scambio di energie chimiche. Pertanto ci sono scambi di elettroni...
Università e Master

Appunti di chimica: idroborazione di un alchene

L'idroborazione di un alchene è una reazione della chimica organica molto importante in quanto consente l'idratazione di un doppio legame olefinico con regiochimica anti-Markovnikov. La reazione, per ottenere i prodotti finali viene poi seguita da una...
Università e Master

Come fare un'adizione di HBr ad un alchene in presenza di perossidi

Se avete bisogno di un aiuto con la chimica organica, questa guida fa sicuramente al caso vostro. In questa guida vedremo Un'adizione di HBr (ovvero di acido bromidrico, che come voi ben saprete è un acido forte che si dissocia completamente) ad un alchene....
Università e Master

Appunti di chimica: idratazione degli alcheni

In questa guida andremo ad esaminare un argomento abbastanza difficile da comprendere ed leggermente ostico. Tratteremo, infatti, di alcuni appunti fondamentali di chimica, sperando di essere di supporto a tutti gli studenti di chimica. Nel dettaglio,...
Università e Master

Come Effettuare La Riduzione Di Aldeidi E Chetoni

Le aldeidi sono dei composti organici speciali in grado di introdurre, nella loro struttura, il gruppo funzionale formile. Quest'ultimo costituisce semplicemente l'acile dell'acido formico. I seguenti composti organici vengono solitamente creati in natura...
Università e Master

Come ottenere una aloidrina da un alchene

Ottenere una aloidrina da un alchene è un argomento che appartiene alla chimica organica. Tale disciplina presenta numerosissime reazioni che generano migliaia di reagenti. Questi sviluppano i prodotti finali. Addizionando una molecola di alogeno ad...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.