Come fare un semplice circuito elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I circuiti elettrici appassionano sia ragazzi sia adulti. Conoscendo le basi di questi è possibile comprendere i funzionamenti di molti oggetti ma anche divertirsi a creare molti dispositivi utili. Soprattutto con la diffusione dell' Internet of things sarà possibile creare e fantasticare. Nella guida che segue verrà illustrato come fare un semplice circuito e verranno spiegati i concetti basilari. Potrete approfondire successivamente alla lettura della nostra guida e dopo esservi esercitati con il nostro circuito semplice. Non resta che augurarvi buona lettura.

25

Occorrente

  • Lampadina da 10 volt
  • Una batteria da 9 volt, 2 fili di colore rosso e nero
35

Introduzione

Prima di cominciare è opportuno tenere bene a mente che il circuito elettrico è ciò che permette all'energia di passare da fonti principali alla semplice utenza e viceversa. Generalmente le fonti principali maggiormente conosciute sono senza dubbio le pile. Esse infatti consentono di accendere e spegnere a proprio piacimento il passaggio di corrente. Nel nostro caso di alimentare o meno gli oggetti del futuro appartenenti all' internet of things.

45

Seconda parte

Unite quindi la parte finale del filo al catodo della vostra pila, mentre collegherete la parte iniziale dello stesso al porta lampadine. Per questo lavoro è necessario usare dei fili di colore differente, che vi indicheranno molto facilmente quale è quello usato per il polo positivo e quale quello per il polo negativo. Per incollare i poli o altri fili, è opportuno utilizzare la sempre utile colla a caldo, perché oltre a essere resistente nel tempo, ha anche una buona presa. Se all'accensione dell'interruttore, che avrete collegato ai fili del portalampade, avverrà il passaggio di corrente elettrica, la lampadina si accenderà e questo dimostrerà che il vostro circuito artigianale funziona.

Continua la lettura
55

Infine

Dopodiché bisogna posizionare l'alimentatore su un pavimento, un tavolo, o in generale su un piano e connetterlo alla fonte di energia elettrica da un lato e dall'altro ad una lampada per mezzo del solito paio di fili. L'ultimo passaggio consiste nel collegare l'alimentatore del vostro circuito ad un comune interruttore. È consigliabile inoltre fissare bene tutti i componenti del circuito al piano che avete deciso di utilizzare, in quanto nel trasporto del circuito qualche filo potrebbe anche staccarsi dalla base. Ora non resta che applicare quanto appena appreso e costruire il vostro primo circuito semplice. Dopo esservi esercitati a sufficienza potete passare a costruire circuiti più complessi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

10 consigli per affrontare il rientro a scuola

È certo che un po' tutti aspettiamo con ansia l'inizio delle vacanze estive per vivere momenti e situazioni indimenticabili tanto che dopo diverrà difficile ritornare a quel che prima facevamo. Tramite questo stacco importantissimo che si verifica una...
Elementari e Medie

Come funziona il motore a scoppio

Il merito dell'invenzione del motore a scoppio è da attribuirsi a diversi "inventori" che, in varia misura, contribuirono al suo sviluppo fra il 1843 e il 1876: gli italiani Eugenio Barsanti e Felice Metteucci, il francese Beau de Rochas e l'ingegnere...
Elementari e Medie

Norme per la sicurezza nelle scuole

Ogni settore lavorativo ha delle particolari normati che riguardano la sicurezza che deve necessariamente rispettare, in modo da rendere il posto di lavoro un luogo sicuro sia per i lavoratori che per tutte le persone che frequentano tale posto. Se siamo...
Elementari e Medie

Come Dimostrare La Digestione Ai Bambini

Insegnare qualcosa ai bambini non è per nulla semplice, è necessario avere molta pazienza e soprattutto un metodo semplice ma allo stesso tempo abbastanza efficace, in modo da insegnargli le varie materie facendoli contemporaneamente divertire. La digestione...
Elementari e Medie

Esperimenti di Geofisica da fare in classe

Nella guida che segue vi sarà spiegato come svolgere alcuni semplici Esperimenti di Geofisica in classe. Per poter comprendere al meglio tale materia, soprattutto nelle scuole, è molto importante associare alla teoria letta sui libri anche degli utili,...
Elementari e Medie

Geografia: gli affluenti del Po

La guida che vedrete nei passi che seguiranno, avrà come materia principale la geografia, in quanto andremo a dedicarci ai fiumi. Essendo più specifici, rimarremo nei confini italiani, e ci dedicheremo al fiume più grande d'Italia: il Po. Come avrete...
Elementari e Medie

Come spiegare l'ecologia ai bambini

Gentili lettori, all'interno della seguente guida andremo a parlare di ecologia, cercando di impostare una riflessione tale da permettere la comprensione di questa materia anche ai bambini. È proprio questo lo scopo della guida che seguirà nei passi...
Elementari e Medie

Come Costruire Un Galvanoscopio

Il galvanometro è un dispositivo in grado di trasformare un impulso di corrente elettrica in campo magnetico. Il nome di tale dispositivo deriva da quello di Luigi Galvani e molte delle prime applicazioni si devono a William Thomson. L'impiego più comune...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.