Come fare un buon tema di italiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Di fronte ad un tema di italiano ancora da svolgere, a volte i ragazzi si trovano in difficoltà e chiedono aiuto ai genitori. Come fare per aiutarli quando, come spesso succede, ne sappiamo meno di loro ma non vogliamo darlo a vedere? Ecco qui una guida che raccoglie i principali passaggi da seguire per scrivere un buon tema di italiano.

25

Occorrente

  • Carta
  • penna
  • traccia del tema
  • vocabolario di italiano
35

Prima di cominciare a scrivere, è necessario documentarsi sull'argomento in modo approfondito. Libri di scuola, enciclopedie e internet sono delle valide fonti d'informazione. Un tema può essere storico, letterario, di attualità, o un saggio; in questi casi è sempre meglio non parlare per sentito dire, e svolgere qualche ricerca sull'argomento dato. Se richiede il riassunto o l'analisi di un testo, bisogna prima leggere e capire il testo in questione. Se invece richiede esclusivamente un'opinione personale, si possono esporre semplicemente i propri pensieri, ma sempre facendo attenzione alla struttura e alla sintassi.

45

Dopo aver stilato il tema in tutte le sue parti e sviluppato tutti i punti che la traccia richiedeva,
bisogna rileggerlo attentamente più volte per controllare che non vi siano errori grammaticali e ortografici. Se sorgono dubbi, consultare il caro vecchio vocabolario. Controllare anche la punteggiatura. Un tema ben scritto, oltre a non contenere errori, deve anche essere fluido alla lettura e chiaro in ogni passaggio. Se un concetto è spiegato male, è meglio rielaborarlo per renderlo comprensibile. Fare attenzione anche ad usare un linguaggio variegato e a non fare troppe ripetizioni di termini.

Continua la lettura
55

Infine bisogna leggere e rileggere la traccia per assicurarsi di aver compreso bene l'argomento. Occorre cercare di capire quali siano i punti principali da sviluppare e quali siano quelli secondari. A tale proposito, può essere utile preparare una mappa concettuale, nella quale scrivere i vari punti da argomentare nella parte centrale, e stabilire i collegamenti tra di essi. Un'altra possibilità è quella di scrivere una scaletta, elencando i punti da trattare in ordine cronologico. Questo permette di avere sempre chiaro il punto centrale, di avere sempre sott'occhio gli argomenti da sviluppare e di non andare fuori tema. L'ultima fase consiste nell'organizzare la struttura del tema. Ogni tema deve essere composto da tre parti: un'introduzione, un corpo centrale e una conclusione. L'introduzione serve appunto ad introdurre l'argomento e può essere generica o contenere delle premesse. Nel corpo centrale si andranno a sviluppare i diversi punti della mappa o della scaletta, collegando i vari passaggi seguendo l'ordine che abbiamo stabilito. Nella conclusione vanno fatte delle considerazioni sull'argomento, e si possono scrivere anche delle opinioni personali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come sviluppare un tema

Qualsiasi indirizzo scolastico si voglia prendere, l'insegnamento della lingua italiana è una materia comune a tutte le scuole elementari, medie superiori del nostro Paese. Per la valutazione scritta della materia, di solito viene considerato lo sviluppo...
Superiori

Come valutare un compito di italiano: gli errori morfosintattici

Se siamo dei maestri o professori di italiano da poco tempo, sicuramente ci capiterà di dover correggere i compiti di italiano dei nostri studenti e per farlo nella maniera più corretta possibile dovremo essere molto preparati.Su internet potremo trovare...
Superiori

Come scrivere un tema

Per molti studenti il tema d'italiano rappresenta un momento di leggera apprensione. Elaborare una traccia con il tempo che scorre inesorabile e le idee che faticano ad organizzarsi è davvero una situazione critica. Con un un buon metodo e la giusta...
Superiori

Il Risorgimento italiano: guida

Il Risorgimento italiano è un periodo storico molto importante per la nostra Nazione. Esso infatti ci ha portato alla formazione dello Stato unitario italiano per mezzo dei maggiori esponenti di quel periodo. Il RIsorgimento si concluse con l'occupazione...
Superiori

Come scrivere un buon tema

La stesura di un tema presenta spesso notevoli insidie dovute all’incapacità di ordinare le idee, di realizzare una scaletta, saper argomentare e rispettare i tempi. Il foglio protocollo bianco può determinare panico poiché l’ostacolo più difficile...
Superiori

Come scrivere un tema di attualità

All'interno di questa guida, andremo a occuparci di temi. Nello specifico, come avrete già potuto scoprire attraverso la lettura del titolo stesso della guida, ora andremo ad aiutarvi spiegandovi Come scrivere un tema di attualità. Questo compito non...
Superiori

Come scrivere un tema

Uno dei problemi indubbiamente più frequenti per ragazzi e ragazze che frequentano scuole medie e superiori, è quello di scrivere un tema. Che sia un compito in classe o che venga assegnato da fare a casa molti studenti, presi forse dal panico davanti...
Superiori

Come scrivere un tema scolastico in maniera corretta

Ecco una semplicissima e pratica guida su Come scrivere un tema scolastico in maniera corretta. Alcune persone hanno la dote innata dello saper scrivere, altre fanno più fatica. Sei uno studente e fai parte della seconda categoria, nonostante tu sappia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.