Come Fare Osservare Ai Bambini Clorofilla E Amido

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La clorofilla è un pigmento verde presente in quasi tutte le piante, nelle alghe e in alcuni batteri, che ha lo scopo di assorbire la luce necessaria alla sintesi dei carboidrati, che avviene a partire dall'acqua e dall'anidride carbonica (fotosintesi clorofilliana). La clorofilla permette di sfruttare l'energia del sole per la costruzione di zuccheri nella foglia. Gli zuccheri sono poi riuniti a formare molecole più grandi che possono facilmente essere immagazzinate nelle foglie, nel fusto e più spesso nelle radici e nei semi. Queste molecole sono fatte di amido. Con questa guida vi illustrerò come fare osservare ai bambini clorofilla e amido.

26

Occorrente

  • Foglioline giovani
  • Mortaio
  • Alcol
  • Etere di petrolio
  • Farina
  • Tintura di iodio
36

Comprendere il legame fra il colore verde dei vegetali e la presenza della clorofilla può aiutare i bambini a dare il giusto valore alle diverse proprietà nutritive che si legano alla frutta e alla verdura a seconda dei diversi colori che le caratterizzano e che spesso sono segno della loro qualità e freschezza: nel caso degli ortaggi verdi, ad esempio, la perdita del colore è segno di degradazione della clorofilla e quindi di impoverimento anche dal punto di vista nutrizionale.

46

I bambini possono personalmente sminuzzare le foglie di menta col pestello nel mortaio: devono ridurle in pezzettini molto piccoli. Un adulto aggiunge un piccolo quantitativo di alcol etilico nel mortaio, mentre i bambini continuano a pestare: la clorofilla è alcol-solubile, quindi passerà dalle foglie al liquido. Dopo un po' di tempo osservano la suddivisione in tre fasi. I bambini poi prelevano con un contagocce un po' di liquido verde e lo lasciano evaporare su un vetrino, ottenendo dei cristalli verdi: si tratta di clorofilla!

Continua la lettura
56

L'amido è ricavato in grosse quantità dai frutti delle graminacee (grano e granoturco) ed è prodotto dall'endosperma della cariosside. Con un contagocce versano sull'amido alcune gocce di tintura di iodio diluita con acqua: noteranno che l'amido si colora di blu-violetto. Al microscopi osservano dei cristalli violacei di forma caratteristica: ciascun cristallo di amido è formato da migliaia di molecole di zucchero unite tra loro! Da ciò possono concludere che le soluzioni iodate colorano di blu l'amido.

66

Ora, i bambini hanno appreso che la farina bianca è fatta con i chicchi di grano macinati: se versano su un po' di farina diluita in acqua alcune gocce di soluzione iodata, vedranno che la farina si colora di violaceo e se la osservano al microscopio essa presenta i tipici cristalli di amido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Biologia: sintesi sui mitocondri e cloroplasti

La biologia è una materia piuttosto complessa e difficile da comprendere, in quanto ci sono moltissime cose da sapere. Ma per poter apprendere argomenti più difficili è necessario partire da delle buone basi e studiare alcuni processi basilari. Ecco...
Superiori

La fotosintesi clorofilliana

La fotosintesi clorofilliana è uno dei pilastri su cui poggia la possibilità di vita sulla terra: senza di essa i vegetali non potrebbero esistere né, di conseguenza, gli animali per i quali i vegetali costituiscono infatti un alimento insostituibile....
Superiori

Appunti di chimica

La chimica è la scienza che studia la composizione e le proprietà della materia.In particolare, si occupa di studiare le sue componenti microscopiche (atomi e molecole) e leinterazioni fra di esse sotto forma di reazioni chimiche. Due importanti branche...
Elementari e Medie

Come classificare le foglie

Quando si avvicina l'autunno, è inevitabile non pensare alle foglie dal colore giallastro/marrone che, essendo secche, cadono dagli alberi e regalano un paesaggio mozzafiato. Sulle foglie sono stati affrontati diversi studi, in quanto da ciò si comprende...
Elementari e Medie

Come dimostrare la fotosintesi ai bambini

La scienza è una materia scolastica molto affascinante ed utilissima nella vita quotidiana e potrebbe aprire tutto un mondo diretto verso una forte passione per la natura. Sta alle maestre delle scuole elementari l'arduo compito di appassionare i propri...
Università e Master

Come fare un esame spettrofotometrico dell'olio

L'esame spettrofotometrico dell'olio è un test molto importante in quanto serve per verificare l'assorbanza delle lunghezze d'onda in modo da poter sapere se le sostanze chimiche presenti all'interno rientrano nei parametri stabiliti per legge in termini...
Superiori

Appunti sulle alghe marine

Le alghe marine fecero la loro prima apparizione sulla Terra circa tre miliardi di anni fa. Questi organismi viventi segnano il confine tra il regno vegetale e quello animale e si trovano sia in acqua dolci che salate. Un'alga è dunque un vegetale acquatico...
Università e Master

Come analizzare dei campioni di terreno

Per una totale produttività delle piante che coltiviamo è opportuno conoscere e curare per bene i proprio terreni. Il terreno infatti è la fonte principale di approvvigionamento da parte della pianta, da esso infatti le radici assorbono acqua e nutrienti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.