Come fare la prova della moltiplicazione in colonna

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La moltiplicazione appartiene al gruppo di base dei calcoli aritmetici. Non si può moltiplicare se non si conosce prima il calcolo dell'addizione. E non si può dividere, se non si conoscono i meccanismi della sottrazione e della moltiplicazione. Questa operazione serve per rappresentare la somma di numeri uguali al primo numero quante sono le unità del secondo. Il calcolo in colonna ha la medesima prova ugualmente in colonna. Grazie a questa semplicissima guida, imparerete come fare la prova della moltiplicazione in colonna.

25

I fattori della moltiplicazione

In una moltiplicazione, i numeri moltiplicati prendono il nome di "fattori". Il primo si chiama "moltiplicando" e il secondo "moltiplicatore". Il risultato prende il nome di prodotto. Nella scrittura matematica si usano due segni convenzionali tra i due fattori. Questi segni si scrivono " x " oppure ". " e si leggono entrambi "per" oppure "moltiplicato per ".

35

La disposizione dei fattori in colonna

In una moltiplicazione in colonna il primo fattore o moltiplicando si scrive sulla prima riga. Accanto a destra, si indica il segno del calcolo. Il secondo fattore o moltiplicatore si posiziona nella seconda riga allineandolo al primo in colonna. Seguire l'ordine delle unità, decine e così via. Una linea sottolinea il calcolo. Moltiplichiamo ordinatamente i numeri del moltiplicatore per quelli del moltiplicando, rispettando sempre il valore decimale di ogni numero. Sommare i risultati. Questa somma sarà il prodotto.

Continua la lettura
45

Eseguire la prova della moltiplicazione

La moltiplicazione è un'addizione ripetuta. Per questo motivo gode della proprietà commutata come l'addizione. Infatti cambiando l'ordine dei fattori il risultato o prodotto non cambia. Fare la prova della moltiplicazione è semplicissimo. Il secondo fattore o moltiplicatore deve occupare il primo posto sulla riga. In colonna al secondo rigo si posiziona il primo fattore o moltiplicando. Moltiplichiamo ordinatamente allo stesso modo del primo calcolo aritmetico. Tiriamo una linea sotto i due numeri così ottenuti. Procediamo facendo la somma. Rispettiamo sempre il valore dei numeri. Facoltativamente quando si moltiplica il secondo numero del secondo fattore si preferisce apporre un segno o un trattino sotto l'unità del primo risultato, per non sbagliare. Difatti questo procedimento si può continuare mettendo un altro segno sotto le decine e così via per quanti so o i numeri del secondo fattore. Il risultato di questa nuova operazione deve essere identico alla prima. Se non è uguale è necessario rifare il calcolo della prima moltiplicazione. Attenzione a non sbagliare la "prova" !

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come fare la prova del nove per la moltiplicazione

Molto spesso, quando i bambini svolgono i loro compiti, trovandosi di fronte problemi non semplici, chiedono aiuto ai loro genitori. In realtà, per quanto possano apparire banali, molti problemi mettono un po' a nudo alcune piccole lacune. Lo scopo di...
Elementari e Medie

Come verificare la divisione con la prova del nove

La prova del nove viene utilizzata in matematica per controllare l'esattezza del risultato della moltiplicazione e della divisione. Nel caso di divisione con il resto, il procedimento presenta qualche piccola variante. Questa semplicissima e pratica guida...
Elementari e Medie

La proprietà commutativa della moltiplicazione

In questa guida pratica e semplicissima che stiamo per proporre, vogliamo proporre il metodo per impare meglio la proprietà commutativa della moltiplicazione. In parole povere, non importa in che modo vengono ordinati i numeri da moltiplicare, il risultato...
Elementari e Medie

Come fare la prova del nove per la divisione senza resto

Qualora intendiate verificare la correttezza del risultato ottenuto da una qualunque operazione di divisione oppure di moltiplicazione, è possibile utilizzare lo strumento della cosiddetta prova del nove; ovviamente, applicando questa tipologia di sistema,...
Elementari e Medie

Come Fare La Prova Del 9 Nella Sottrazione

La prova del nove è un test di controllo semplice ma non sempre esatto, per verificare il risultato di una operazione aritmetica. Viene insegnata nella scuola elementare per verificare la moltiplicazione tra due numeri, ma può essere usata anche per...
Elementari e Medie

Come svolgere l'addizione in colonna

Generalmente, quando dobbiamo eseguire delle semplici operazioni matematiche, tendiamo ad utilizzare la calcolatrice, in modo da riuscire a svolgere il calcolo molto più rapidamente ed essere sicuri che il risultato finale sia quello corretto. Tuttavia,...
Elementari e Medie

Come spiegare le sottrazioni in colonna

A partire dalla scuola primaria i bambini iniziano ad imparare ad eseguire le sottrazioni in colonna. Non è esattamente un procedimento semplice da spiegare ai più piccoli: mentre è facile capire come si fa ad aggiungere ad una certa quantità un'altra,...
Elementari e Medie

Come eseguire la prova del nove dell'addizione

Alle scuole elementari si cominciano a studiare tutte le basi della matematica. I primissimi argomenti sono quelli che riguardano le quattro operazioni principali della matematica, cioè l'addizione, la sottrazione, la moltiplicazione e la divisione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.