Come fare Il Periodo Ipotetico In Spagnolo

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Studiare una lingua richiede tempo e grande forza di volontà, non è affatto semplice, infatti, apprendere un nuovo idioma, e non occorre assolutamente fidarsi di quello che dicono conoscenti e persone che ne sanno poco. Una lingua che infatti può sembrare sulla carta semplice, come lo spagnolo castigliano, nasconde notevoli insidie date dalla natura diacronica della stessa lingua, ovvero l'origine italia, romanza e neolatina del castigliano, cosa che rende la lingua spagnola una tra le più difficili a livello grammaticale come lo sono, tra le altre cose, il francese, l'italiano, il portoghese e il romeno. In prima analisi lo spagnolo può infatti apparire molto simile all'italiano, cosa che è, per quanto riguarda la semantica. La lingua però ha anche la morfologia, la fonetica e la sintassi, tutte cose su cui si deve riflettere e assimilare. In questa breve guida non spiegheremo come imparare l'idioma ma come fare il periodo ipotetico in spagnolo, in modo che chi studia la lingua a scuola o all'università, o anche chi desidera trasferirsi alla Canarie, cosa che va molto di moda oggigiorno, sappia come muoversi con le prime basi del nuovo linguaggio.

27

Occorrente

  • Libro di grammatica spagnola
  • Pazienza
37

Le ipotesi del periodo ipotetico

Una regola basilare da tenere bene a mente, è che il periodo ipotetico, come in italiano e nelle altre lingue romanze, è sempre costituito da una proposizione subordinata che contiene una condizione e da una proposizione principale che esprime la conseguenza se si dovesse verificare (o se si fosse già verificata) la condizione espressa. In spagnolo ci sono determinati modi per introdurre la proposizione condizionale, i più utilizzati sono: "a condición de que"; "siempre que" ; "en caso de que"; "si acaso"; "con tal de que". Questo per farvi capire che non appena si vedono espressioni di questo tipo (o si sentono se si è nel linguaggio orale) deve scattare il campanello d'allarme, o la lampadina come nei fumetti disney e pensare subito al periodo ipotetico, perché quella che si sta formulando è un'ipotesi.

47

Il periodo ipotetico della certezza

In spagnolo, come in italiano, il periodo ipotetico si divide in tre, ovvero esistono tre diversi periodi che possiamo chiamare ipotetici, ognuno dei quali ha i suoi tempi e modi specifici nella subordinata e nella principale. Il primo periodo è chiamato il periodo della certezza, e si esprime generalmente con un tempo presente e modo indicativo dopo l'ipotesi, dopo il se per capirsi, e il presente o il futuro indicativo nella principale.
Tale periodo ipotetico esprime una realizzabile condizione nel presente o realizzata nel futuro. Questo è detto periodo ipotetico della realtà. La formula sarà:
Si - indicativo, (entonces) - indicativo o imperativo: "si estás cansada, acuéstate! Se ti senti stanca, vai a letto!"; "Si quería verme, podía decirmelo. Se voleva vedermi, poteva dirmelo."
Se si usa il futuro il tutto in spagnolo sarà, Si - presente indicativo, (entonces) - futuro indicativo: "Si me hago rico, me compraré una barca". Traduzione: Se diventerò ricco, mi comprerò una barca.

Continua la lettura
57

Il periodo ipotetico della possibilità

Il secondo tipo di periodo ipotetico si chiama della possibilità, ovvero bisogna rendere possibile la condizione se si vuole che l'evento si verifichi. Anche in questo caso la forma sintattica è come nell'italiano, ma la morfologia cambia e molto, attenzione quindi!. Si introducono i modi congiuntivo e condizionale, entrambi generalmente al presente, per questa ragione se si vuole formulare un periodo ipotetico della possibilità in spagnolo si deve necessariamente studiare la morfologia dei verbi castigliani. Ricapitolando dal punto di vista sintattico la costruzione è: Si - congiuntivo imperfetto, (entonces) - condizionale semplice. Tutto semplice fin qui, vediamo ora degli esempi:

Si Napoles fuera más limpia, sería un sitio fantastico
Se Napoli fosse più pulita, sarebbe un posto fantastico.

Come si può ben vedere è essenziale imparare la morfologia se si vuole avere successo nella formulazione esatta del periodo ipotetico del secondo tipo in spagnolo.

67

Il periodo ipotetico dell'impossibilità

Quest'ultimo periodo ipotetico, tratta una condizione del tutto irrealizzabile. Irrealizzata nel passato ed irrealizzabile nel presente proprio a causa delle caratteristiche "assurde" della situazione (per esempio: Se avessi le ali sarei un aereo: è un contenuto decisamente irrealizzabile perché impossibile che un uomo abbia le ali. Questo caso rientra, come in italiano, nel periodo ipotetico dell'irrealtà. La formula sarà la seguente. Si costruisce con i tempi dei modi congiuntivo e condizionale al passato, per indicare che ormai non si può più tornare indietro. La forma sintattica è la seguente:

Si - congiuntivo trapassato, (entonces) - condizionale semplice o composto

Un esempio, per capire bene la costruzione può essere questo:
Si hubieras venido ayer, lo habrías visto
Se fossi venuto ieri, lo avresti visto.

La morfologia anche in questo caso è determinante per capire bene la costruzione della frase.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come Utilizzare Il Periodo Ipotetico Di 3° Tipo In Inglese

Nella lingua inglese il periodo ipotetico (conditional sentences) si forma con una proposizione principale, a cui segue una subordinata. Con il periodo ipotetico si possono esprimere differenti tipologie d'ipotesi o eventualità. Il periodo ipotetico...
Lingue

Come formare il periodo ipotetico in francese

Di questi tempi parlare due o più lingue è diventato di fondamentale importanza, soprattutto per le relazioni di lavoro e per chi vive e lavora all'estero. Non è infrequente infatti, soprattutto per le persone abituate a viaggiare molto, parlare più...
Lingue

Come Usare Il Periodo Ipotetico Di Secondo Tipo In Inglese

Si è soliti dire che il sistema verbale della lingua inglese sia molto più semplice rispetto a quello italiano: vero, anzi verissimo, ma anche in inglese ci sono delle piccole eccezioni per le quali va prestata un po' più di attenzione. Una di queste...
Lingue

10 consigli per imparare velocemente lo spagnolo

Lo spagnolo è una lingua moderna, ricca di tanti vocaboli, che sono molto facili da imparare, specie se la propria madre lingua è l'italiano. Imparare lo spagnolo non è un compito difficile, ci vuole solo molta pazienza. Nei passi seguenti saranno...
Lingue

Trucchi per memorizzare nuove parole in spagnolo

Se state iniziando un percorso di apprendimento della lingua spagnola, e vi serve una mano per imparare a memorizzare, avete sicuramente trovato la guida che fa al caso vostro. Lo spagnolo è un idioma relativamente semplice (soprattutto per noi italiani,...
Lingue

5 trucchi per imparare lo spagnolo

Lo spagnolo è una bellissima lingua che viene parlata non solo in Spagna ma anche in tutta l'America latina, anche se con qualche differenza riguardo alcuni vocaboli. Imparare questa lingua non è molto complicato per gli italiani poiché è abbastanza...
Lingue

Spagnolo: nozioni base

Lo spagnolo, come l'italiano, fa parte di quel ceppo linguistico che noi tutti conosciamo sotto il nome di "lingue romanze". Sicuramente avremo notato numerose analogie da la nostra lingua e quella parlata in alcune zone della penisola ibericaGrazie alla...
Lingue

Come costruire le proposizioni temporali in spagnolo

Lo spagnolo è una lingua romanza e fa parte delle lingue indoeuropee. Diffusa in Spagna, in America Centrale e in alzune zone dell' America Settentrionale senza dimenticare alcune aree asiatiche come le Filippine. Secondo le statistiche, è la terza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.