Come fare i compiti più in fretta

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molti studenti si lamentano del fatto che i compiti sono troppi, organizzati in modo tutt'altro che chiaro e soprattutto, che hanno poco tempo a disposizione per svolgerli. Organizzate i vostri studi: non pensate che 20/30 o più pagine da studiare siano troppe: con un buon metodo di studio tutto è possibile. Ecco alcuni consigli utili su come fare i compiti più in fretta e senza dimenticare i concetti più importanti.

26

Occorrente

  • Foglio di carta
  • Penna
36

Distribuire i compiti della settimana

Tutto ciò che dovete fare è spartirvi i compiti nell'arco di tutta la settimana. Ad esempio, se lunedì o martedì vengono assegnati dei compiti per il venerdì, non è obbligatorio attendere il giorno precedente per poter svolgere quanto richiesto.

46

Iniziare con le materie più difficili

A questo punto organizzatevi al meglio per poter affrontare la mole di compiti nel minor tempo possibile. Prima regola: non abbiate fretta. Sembra assurdo ma avere fretta implica avere poca concentrazione e questo sicuramente andrà ad influire negativamente sulle vostre performance di studio. Cominciate (consiglio prettamente personale) con le materie più difficili: a lungo andare, ossia dopo parecchie decine di minuti di studio, comincerete a stancarvi ed ogni pagina; è a questo punto che, una volta finite le materie più difficili, avrete da svolgere gli esercizi (o studiare) riguardanti le materie che preferite o che comunque, per quanto riguarda lo svolgimento dei compiti a casa, tornano più facili.

Continua la lettura
56

Iniziare con una lettura rapida dell'argomento

È ora utile capire come studiare. Iniziate con una lettura molto rapida dell'argomento, facendovi un'idea e concludete il prima possibile la lettura. A questo punto siete pronti ad affrontare la seconda lettura approfondita. Chi lo preferisce, a fine della prima lettura, può buttar giù i concetti appena appresi su un foglio, in uno schema. Dopo questa prima fase, affrontate la seconda: provate a ripetere, sopo la seconda lettura i concetti. Nel ripetere focalizzatevi sui punti fondamentali, in modo tale da avere una concezione chiara di tutto l'insieme, tralasciando concetti che ritenete secondari o sicuramente non fondamentali ai fini della verifica/interrogazione. L'ultimo consiglio utile, un vero e proprio segreto, è questo: seguite sempre in classe la lezione, non distraetevi. Pochi minuti seguiti in classe toglieranno tempo e fatica nello studio per due motivi: sapete già ciò che il professore andrà poi a chiedervi con maggiore probabilità e la prima lettura sarà ancora più semplice poiché avrete già capito i concetti di base che leggerete.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

10 consigli per far amare la scuola ai vostri bambini

Nei primi anni scolastici, può succedere spesso che nei bambini si crea una particolare ansia e un particolare odio verso la scuola. I motivi di tale problema, possono nascere soprattutto a causa del ritmo scolastico da seguire ogni giorno, dei compiti...
Elementari e Medie

10 trucchi per fare i compiti velocemente

Gli impegni quotidiani sono spesso molti e di vario genere, dallo sport alla musica, da un'uscita con gli amici ad una visita medica. I compiti sono però una questione seria, propedeutici per lo studente in vista di una verifica. In questa semplice lista...
Elementari e Medie

5 motivi per non aiutare i bambini a fare i compiti

Tornati a casa i nostri bambini hanno sempre una marea di compiti da fare. Spesso ci vogliono diverse ore perché finiscano e non rimane il tempo per giocare. C'è la tentazione di aiutarli per alleggerire il carico. Magari alcuni glieli facciamo fare...
Elementari e Medie

Compiti a casa: vantaggi

Tante volte i compiti lasciati in classe dalle maestre da fare a casa sembrano essere soltanto un peso. I bambini li fanno senza voglia, i genitori devono sedersi vicino loro per poterli seguire e non farli sbagliare, pur non avendo tempo per questioni...
Elementari e Medie

5 modi per affrontare i compiti a casa

Andare a scuola non è di certo piacevole per tutti i bambini. La scuola infatti richiede impegno, serietà, studio, curiosità e richiede anche un po' di impegno per quanto riguarda lo svolgimento dei compiti a casa. Molti bambini detestano studiare...
Elementari e Medie

Le migliori scuse per non aver fatto i compiti

La scuola per alcuni è bellissima, per altri è noiosa e per altri è necessaria nonostante si applichino solo quel tanto che basta per ottenere una promozione. Le migliori scuse per non aver fatto i compiti arrivano nel momento in cui un alunno, non...
Elementari e Medie

Come programmare i compiti per le vacanze estive

Le vacanze estive sono fondamentali per i bambini e i ragazzi, li aiutano infatti a rigenerarsi e recuperare tante nuove energie ed esperienze per affrontare con più maturità e rinnovato entusiasmo il successivo anno scolastico. Certamente i compiti...
Elementari e Medie

Come affrontare i compiti delle vacanze

Una volta concluso l'anno scolastico o durante i vari periodi di chiusura della scuola nel corso dell'anno, ogni studente è felice di potersi godere le vacanze e dedicarsi ad attività divertenti e rilassanti. Tuttavia, accade spesso che non si è completamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.