Come fare esercizi sul moto rettilineo uniforme

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per molte persone, la fisica generale è una materia abbastanza ostica. Sicuramente è importante e richiede esercizio, molto sforzo ma anche un abbinamento tra la teoria (che è più che essenziale) e la pratica (ovvero svolgere esercizi utili e diversi). Se siete giunti fin qui e avete bisogno di aiuto con la fisico del moto rettilineo uniforme, nei passaggi che compongono la guida che segue vi sarà spiegato chiaramente come fare esercizi su questo argomento.

26

Occorrente

  • Calcolatrice.
  • Appunti di fisica teorica.
36

Ricordate le formule

Innanzitutto ricordate le formule matematiche e fisiche che è importante utilizzare ed applicare durante un esercizio sul moto rettilineo uniforme. La prima formula è la seguente: V (cioè la velocità di movimento del corpo)= intervallo di spazio percorso\intervallo di tempo trascorso nel tragitto. La seconda formula è: St (spazio percorso ad un tempo t generico)= So (spazio al tempo zero) + velocità (di movimento, che nel moto rettilineo uniforme è -per definizione- pari a zero). Ricordate che le formule proposte dovrete sì impararle a memoria, senza errori, ma dovrete anche comprenderle e contestualizzarle. Alle volte è necessario modificare la formula o ricavare un fattore interno alla stessa. Studiate la teoria prima di immergervi in un esercizio di fisica.

46

Munitevi di calcolatrice

Vediamo un esercizio di fisica sul moto rettilineo uniforme e come risolverlo passo per passo con le formule poco fa elencate. Per viaggiare dalla città di Milano fino a Bologna, un aeroplano vola alla velocità costante di 252 km/h. La domanda è quanto tempo impiegherà l'aereo a percorrere il tragitto, se la distanza tra le due città è di 210 chilometri. La prima cosa da notare è che la velocità è costante, quindi si tratta di un esercizio sul moto rettilineo uniforme. Quello che vi viene chiesto di calcolare è un tempo. Voi sapete che la velocità è uguale al rapporto tra lo spazio percorso ed il tempo impiegato. Dunque potete benissimo ricavare il tempo dalla formula. Se v=dS/dT, dT=dS/dV.

Continua la lettura
56

Effettuate il calcolo

Munitevi di una calcolatrice ed effettuate il calcolo necessario: 210 km/252 km/h corrispondono esattamente a 0.83 ore. Il fatto che il risultato sia espresso in ore vi rassicura sul fatto che effettivamente avete calcolato un tempo. Per il sistema internazionale di misura, i tempi vanno sempre espressi in secondi. Convertite le ore in secondi, moltiplicando per 3600 il tempo. 0.83 ore x 3600 = 3000 secondi. 3000 secondi corrispondono a 50 minuti di tragitto. La soluzione dell'esercizio, dunque, è: l'aeroplano impiega 50 minuti (3000 secondi) di tempo a 252 km\h per percorrere il tragitto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate che le formule proposte dovrete sì impararle a memoria, senza errori, ma dovrete anche comprenderle e contestualizzarle.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come dimostrare il moto rettilineo uniforme

Il più semplice movimento che un corpo può avere è il moto rettilineo, in cui la sua traiettoria è costituita da una retta e la legge oraria è espressa tramite la variazione nel tempo di una sola delle tre coordinate (solitamente la x); il termine...
Università e Master

Come calcolare la velocità di caduta di un oggetto

Prima di spiegare come calcolare la velocità di caduta di un oggetto è bene sapere che questo fenomeno appartiene al moto rettilineo uniformemente accelerato, ed è il moto di caduta libera. Galileo Galilei studiando il problema di un corpo che cade...
Superiori

Leggi della dinamica: appunti

Tra le sottoclassi più affascinanti della fisica c'è senza dubbio la dinamica. Se la cinematica studiava il moto dei corpi rigidi, la dinamica si occupa invece delle cause che generano tali moti. Le cause che permettono ai corpi rigidi (cioè a corpi...
Superiori

L'accelerazione in un moto uniformemente accelerato

L'accelerazione è definita come il tasso di variazione della velocità rispetto al tempo, in una data direzione. Le unità di accelerazione sono: ms-2. Ciò significa che se un oggetto ha un'accelerazione di 1 ms-2 aumenterà la velocità solo in una...
Università e Master

Come risolvere un problema di fisica sul moto di un proiettile

La fisica è una delle materie più ostiche, ma anche più importanti, per tutti quegli studenti che intraprendono gli studi scientifici e che quindi decidono di frequentare l'istituto tecnico industriale oppure il liceo scientifico. La fisica comprende...
Superiori

Come Calcolare Il Campo Magnetico In Un Solenoide

Il solenoide è un filo conduttore avvolto a spirale e comprendente un elevato numero di spire elicoidali su un supporto isolante in genere cilindrico, di lunghezza molto grande rispetto al diametro delle spire. Ciascuna di esse, quando viene percorsa...
Università e Master

Come risolvere un problema di fisica sul moto circolare

Un punto materiale che si muove con traiettoria circolare accelerazione costante è definito in moto circolare uniformemente accelerato. Nell'analisi di questo moto di fondamentale importanza applicativa possiamo incontrare vari punti di interesse come...
Superiori

Come calcolare la velocità vettoriale media

Quando parliamo di velocità in fisica intendiamo il cambiamento della posizione che svolge un oggetto in un determinato quantitativo di tempo. La velocità ha anche un verso, una direzione che compie e viene rappresentata dal vettore: di seguito in questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.