Come far piacere la matematica: 5 utili consigli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Si sa che la matematica non è la materia più amata dai ragazzi. I motivi possono essere tanti. Innanzitutto il fatto che è ormai diventata una moda odiare questa materia perché considerata da bambini e adulti la materia più difficile esistente al mondo. E la si pensa così alle elementari e alle superiori, quando ancora le uniche competenze sono saper fare i conti e le espressioni. Se poi la materia è odiata al liceo ha il suo motivo, dato che si tratta di geometria analitica e dello spazio, algebra, goniometria e trigonometria, limiti e progressioni e via dicendo. Spesso può essere odiata anche perché si ha un insegnante che non ama il proprio lavoro e che quindi vede spiegare come un dovere e non come un piacere, quindi non trasmette quella passione desiderata dagli alunni. Un altro problema potrebbe essere il libro di testo adottato dalla classe che risulta essere poco chiaro che quindi scoraggia gli studenti. Scopriamo insieme come far piacere la matematica in 5 utili consigli.

26

Scegliere una brava insegnante

Scegliere una brava insegnante è l'imput per fare piacere la matematica ai ragazzi. Una brava insegnate è colei che ama la propria professione e che la svolge con piacere, che entra ed esce dalla classe col sorriso, che ha un senso dell'umorismo, che è affettuosa e socievole, e soprattutto sempre disponibile a risolvere ogni dubbio dei ragazzi. Una brava insegnate è come una mamma, che corre sempre nell'aiuto dei ragazzi e che riesce a comprenderli.

36

Adottare un buon libro di testo

Adottare un buon libro di testo è il secondo passo per far piacere la matematica, per capirla. Infatti, è necessario che il libro sia chiaro, che spieghi tutto passo per passo, che faccia degli esempi e che proponga degli esercizi guidati. Il linguaggio deve essere scorrevole e limpido, senza nascondere qualcosa.

Continua la lettura
46

Essere volenterosi e tolleranti

Per capire la matematica bisogna essere volenterosi e tolleranti: con queste due qualità si riesce ad andare avanti e lontano. Se non si capisce qualcosa a primo impatto, non bisogna chiudere il libro, arruffarsi e pensare di non essere intelligenti. Bisogna concentrarsi e provare a capire.

56

Scoprire un nuovo mondo

La matematica è un mondo tutto nuovo, che bisogna capire. Ci si entra piano piano, ma si sa che come le cose nuove ci deve essere la voglia di scoprire e di vedere le novità, che è il motivo che ci spinge avanti a studiarla. Sicuramente è molto complessa, ma ne vale la pena.

66

Autoconvincersi che la matematica sia per pochi

Autoconvincersi che la matematica sia per pochi a volte può aiutare. Soprattutto per quei ragazzi egocentrici, sapere di dover capire qualcosa che è per pochi e quindi per quelle persone intelligenti, è uno sprono a essere migliore degli altri e studiarla.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come far migliorare i propri figli in matematica

Dal primo anno della scuola primaria, i bambini si trovano a dover imparare i fondamenti della matematica. L'apprendimento di questa materia può rivelarsi ostico e impegnativo, influendo sulla motivazione e sul rendimento scolastico dell'alunno. I genitori,...
Elementari e Medie

Consigli utili per chi comincia la scuola elementare

Un bambino quando raggiunge l'età sufficiente per andare alle elementari, è importante che affronti questa nuova e prima esperienza di vita in modo corretto, e possibilmente con l'aiuto dei genitori. Per ottenere subito dei buoni risultati, è fondamentale...
Elementari e Medie

10 app per insegnare la matematica a bambini e ragazzi

Ai tempi di oggi anche l'insegnamento deve comunque collegarsi a qualcosa di più moderno e funzionale. È possibile infatti aiutare i bambini a capire una materia difficoltosa come la matematica attraverso l'utilizzo di alcune applicazioni molto utili....
Elementari e Medie

Matematica: come farla amare

Tra le varie materie più complicate da studiare a scuola, vi è sicuramente la matematica. La matematica accompagna il cammino degli studi sin dalle scuole elementari. Spesso questa materia, è vista proprio come un incubo perché è molto difficile...
Elementari e Medie

Come insegnare matematica ai bambini

La matematica insieme all'italiano è una delle materie fondamentali che bisogna studiare bene e, se capiti i concetti base può diventare anche interessante. Ciò che importa è che venga presentata fin dalle scuole elementari in maniera tale da essere...
Elementari e Medie

Come evitare di fare errori in matematica

Tra le materie più complesse sin dai primi anni scolastici, vi è sicuramente la matematica. La matematica è una disciplina molto contorta e complessa, basata su ragionamenti, verifiche e calcoli e molto spesso, risulta complessa per moltissimi alunni...
Elementari e Medie

Come interessare gli alunni alla matematica

La matematica è una materia fondamentale nel percorso scolastico, ma è anche una delle più difficili da affrontare poiché richiede molta pazienza e applicazione costante. Interessare gli alunni a questi argomenti è semplice se conosciamo le strategie...
Elementari e Medie

Come affrontare la prova invalsi di matematica per la seconda classe della scuola primaria

Dall'anno accademico 2008-2009, l'Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell'Istruzione ha sottoposto a dei test di valutazione nazionale gli studenti di terza media. Essa consiste in una test suddiviso in due parti: una prima prova di italiano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.