Come far migliorare i propri figli in matematica

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Dal primo anno della scuola primaria, i bambini si trovano a dover imparare i fondamenti della matematica. L'apprendimento di questa materia può rivelarsi ostico e impegnativo, influendo sulla motivazione e sul rendimento scolastico dell'alunno. I genitori, una volta individuate eventuali difficoltà e lacune, dovranno attivarsi con misure didattiche e di supporto, che possano aiutare i piccoli a sviluppare le abilità di calcolo ed acquisire le basi della matematica. Occorrerà impegnarsi con serietà e costanza e guidare nel modo giusto i propri figli nel modo dei numeri. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi forniremo dei preziosi suggerimenti su come far migliorare le performance matematiche dei piccoli scolari in modo facile e divertente.

25

Elaborare strategie adeguate e divertenti

I genitori, che si trovano alle prese con i propri figli nello svolgimento dei compiti di matematica, dovranno elaborare strategie adeguate affinché i piccoli comprendano il perché di specifiche operazioni e delle formule che vengono applicate di volta in volta, senza limitarsi ad impararle a memoria. È fondamentale, inoltre, far comprendere all'alunno i vantaggi pratici della matematica nella vita di tutti i giorni e il ragionamento che sta dietro ad ogni espressione aritmetica.

35

Utilizzare mappe concettuali e l'abaco

Per far migliorare i propri figli in matematica, è importante l'acquisizione della parte teorica sfruttando la memoria visiva dello scolaro. Individuate, quindi, le proprietà che vanno conosciute e imparate a memoria. Adoperate dei cartoncini e dei pennarelli colorati per realizzare simpatiche mappe concettuali che riassumano i concetti-chiave, magari affiancati da esempi pratici e divertenti disegni. Strumenti utili si rileveranno essere anche l'abaco, delle allegre filastrocche e canzoncine, che possano aiutare a memorizzare numeri e tabelline.

Continua la lettura
45

Sfruttare le app di matematica presenti sul web

Un prezioso alleato che renderà l'apprendimento della matematica dinamico e divertente è rappresentato dal web. Esistono, infatti, molte applicazioni didattiche e giochi interattivi da proporre ai bambini per farli esercitare nelle operazioni aritmetiche, unendo intrattenimento e apprendimento. Tra le più indicate c'è Quick Math, con una grafica amichevole e intuitiva, che sarà in grado di aiutare l'acquisizione delle operazioni di base in maniera semplice ed efficace. Un'altra app che si rivela essere utile allo scopo è Numerosity, che consente di andare alla scoperta delle basi della matematica per tentativi ed errori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Come insegnare matematica ai bambini

La matematica insieme all'italiano è una delle materie fondamentali che bisogna studiare bene e, se capiti i concetti base può diventare anche interessante. Ciò che importa è che venga presentata fin dalle scuole elementari in maniera tale da essere...
Elementari e Medie

Come evitare di fare errori in matematica

Tra le materie più complesse sin dai primi anni scolastici, vi è sicuramente la matematica. La matematica è una disciplina molto contorta e complessa, basata su ragionamenti, verifiche e calcoli e molto spesso, risulta complessa per moltissimi alunni...
Elementari e Medie

Come interessare gli alunni alla matematica

La matematica è una materia fondamentale nel percorso scolastico, ma è anche una delle più difficili da affrontare poiché richiede molta pazienza e applicazione costante. Interessare gli alunni a questi argomenti è semplice se conosciamo le strategie...
Elementari e Medie

10 app per insegnare la matematica a bambini e ragazzi

Ai tempi di oggi anche l'insegnamento deve comunque collegarsi a qualcosa di più moderno e funzionale. È possibile infatti aiutare i bambini a capire una materia difficoltosa come la matematica attraverso l'utilizzo di alcune applicazioni molto utili....
Elementari e Medie

Come affrontare la prova invalsi di matematica per la seconda classe della scuola primaria

Dall'anno accademico 2008-2009, l'Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema dell'Istruzione ha sottoposto a dei test di valutazione nazionale gli studenti di terza media. Essa consiste in una test suddiviso in due parti: una prima prova di italiano...
Elementari e Medie

Come motivare allo studio della matematica

L'ingresso dei figli nel mondo scolastico rappresenta anche per i genitori una nuova sfida da affrontare. I primi giorni di scuola possono essere molto belli, ma poi via via che si entra nel vivo dello studio iniziano ad affiorare i primi scogli. Uno...
Elementari e Medie

Come Applicare Le Proprietà Dell'Invertire E Del Permutare In Una Proporzione Matematica

Una proporzione matematica è un'uguaglianza tra due rapporti e anche se nel momento in cui si studia, di solito alla scuola media, si ritiene l'argomento del tutto inutile, le proporzioni hanno invece, nella vita pratica, numerose applicazioni, tra cui...
Elementari e Medie

Come far piacere la matematica: 5 utili consigli

Si sa che la matematica non è la materia più amata dai ragazzi. I motivi possono essere tanti. Innanzitutto il fatto che è ormai diventata una moda odiare questa materia perché considerata da bambini e adulti la materia più difficile esistente al...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.