Come evitare i litigi a scuola

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Già partendo dai primi periodi di vita, l'uomo che soggetto a degli scontri, a dei litigi, che possono essere più o meno gravi, e che portano dei disordini. Tutto questo, nei bambini, avviene anche a scuola, e vanno ad alterare quella che è la normale tranquillità dei bambini. In questa breve guida, composta da tre passi andremo a spiegarvi come riuscire a evitare i litigi a scuola. Incominciamo immediatamente a sviluppare questa interessante tematica.
Soprattutto nei bambini di giovane età queste discussioni sono la maggior parte delle volte futili ed evitabili, mentre per quanto riguarda l'adolescenza il problema è un po' più serio e delicato.

26

Occorrente

  • Insegnamento
  • Apprendimento
36

L'acquisizione dell'indipendenza

Prima di tutto, nel momento in cui si sviluppa la crescita, si acquisisce un'indipendenza sempre maggiore, e con essa, migliora la consapevolezza delle scelte che si prendono. Questo avviene anche nelle dinamiche scolastiche, senza che ci sia necessariamente il professore che svolga il ruolo del tutore in tutte le fasi.
Sta quindi qui, nel buon senso dei ragazzi, il cercare di evitare problemi e discussioni a scuola con gli altri compagni, magari anche più grandi di età, che fomentano una certa forma di bullismo scolastico, il quale è purtroppo sempre più diffuso oggigiorno. Quando invece si è presi di mira, e dunque non è il ragazzo stesso a cercare un affronto con gli altri, bensì il contrario, è fondamentale il dialogo con i genitori innanzitutto, ma anche con i professori ed il personale scolastico, evitando in qualche modo di alimentare questa forma di accanimento da parte del branco nei confronti del singolo ragazzo.

46

La distinzione in base all'età

È di fondamentale importanza riuscire a distinguere i casi a seconda dell'età dello scolaro. Quando un bambino frequenta la scuola dell'infanzia è a contatto con altri bimbi della stessa età ma con caratteri e precedenti diversi. È soprattutto compito della maestra cercare di integrare tutti i bambini in maniera unitaria, evitando quindi che si formino gruppetti che possano prevaricare su compagni più timidi, incutendo loro una sorta di timore che, a quell'età, è ancora più pericoloso. Non bisogna ovviamente scaricare tutta la responsabilità agli insegnanti; fondamentale è anche l'insegnamento che i bambini ricevono dai genitori. Essi giocano un ruolo fondamentale nella loro crescita e formazione.

Continua la lettura
56

Gli insegnamenti dei docenti

Un ennesimo consiglio per gli studenti di tutte le età, è quello di imparare sin da giovani a vivere il mondo della scuola senza competizioni ed invidia, ma soltanto come luogo di apprendimento e di aggregazione con i compagni, evitando ogni forma di contrasto e litigio, facendo tesoro di tutto ciò che viene insegnato dai docenti, sia in campo scolastico che in campo sociale.
Eccovi un link utile su questa tematica: http://www.nostrofiglio.it/bambino/bambino-3-6-anni/psicologia-3-6-anni/litigi-tra-bambini-9-consigli-ai-genitori.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Scuola primaria: come risolvere i problemi dei primi giorni

La scuola primaria, più comunemente chiamata scuola elementare, è un passo importante per qualsiasi bambino. Si inizia a concepire il concetto di una vera e propria classe di scuola, fatta di studio, amicizie e tanta voglia di imparare. Però, come...
Elementari e Medie

Guida di sopravvivenza alla scuola media

Se siete arrivati alla lettura di questa guida è perché siete entrati o state per entrare nel mondo dei grandi. Benvenuti nella Scuola Media. Avete lasciato il rassicurante "nido" della Scuola Elementare e dovrete frequentate l'insidiosa "tana" della...
Elementari e Medie

Le principali difficoltà del passaggio alla scuola media

Uscire dalla scuola elementare per passare alla scuola media è un passaggio molto delicato, perché intervengono molti fattori che rendono complicato l'adattamento al nuovo ambiente. Ovviamente non tutti i ragazzi reagiscono al cambiamento nello stesso...
Elementari e Medie

Come affrontare il rientro a scuola dopo le vacanze estive

Le vacanze sono agli sgoccioli e i vostri bambini ancora devono abituarsi all'idea di dover tornare a scuola? In effetti le vacanze estive sono il periodo dell'anno preferito sia dai bambini che dagli adulti, poiché segnano la fine dell'anno scolastico...
Elementari e Medie

Come preparare i bambini all'inizio della scuola elementare

Ormai ci siamo. I nostri bambini stanno per iniziare la scuola elementare. È un passaggio molto importante per loro. Dalla scuola materna, dedicata per lo più al gioco, si passa ora alla primaria, in cui si inizia a concentrarsi maggiormente sull'apprendimento....
Elementari e Medie

Come insegnare l'intercultura nella scuola primaria

Nella seguente pratica e semplice guida, che leggerete in seguito, vi spiegheremo come occorre insegnare l'intercultura nella scuola primaria esausticamente. Attualmente la presenza degli alunni stranieri, è un fatto strutturale praticamente: la scuola...
Elementari e Medie

Come accogliere i bambini il primo giorno di scuola

Se le vacanze estive stanno giungendo al termine e l'inizio della scuola è alle porte, le maestre dovranno adoperarsi a rendere entusiasmante l'avvio del nuovo anno scolastico e creare un clima quanto più possibile piacevole e allegro. Per un primo...
Elementari e Medie

10 consigli per far amare la scuola ai vostri bambini

Nei primi anni scolastici, può succedere spesso che nei bambini si crea una particolare ansia e un particolare odio verso la scuola. I motivi di tale problema, possono nascere soprattutto a causa del ritmo scolastico da seguire ogni giorno, dei compiti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.