Come esprimere l'orario in inglese

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Al giorno d'oggi la lingua inglese è la più diffusa e parlata al mondo. Che sia per lavoro o semplicemente per fare una vacanza all'estero, è fondamentale avere un minimo di conoscenza di questa meravigliosa lingua. Sotto cercherò di spiegarvi una delle nozioni fondamentali da acquisire nell'apprendimento di questa lingua, e cioè come esprimere l'orario in inglese, quindi, in pochi e semplici passi, vi insegnerò il modo in cui si chiede e il modo in cui si esprime. Ovviamente per imparare a parlare e capire l'inglese avrete bisogno di qualche lezione più specifica, con un insegnate madrelingua.

27

Occorrente

  • conoscenza di base
  • dizionario
37

La prima cosa che dovrete sapere è come fare per domandare a qualcuno l'orario. In genere, la forma più comune è "What time is it?" oppure "What's the time?". Ci sono altre frasi più informali, però, per chiedere l'orario, la prima frase è "Could you tell me the ime, please?" che sta a significare "Può dirmi l'ora, per favore", la seconda frase, invece, è "Do you happen have the time?" che invece significa "Sa per caso che ora è?". In qualsiasi caso ed indipendentemente dalla forma che deciderete di utilizzare per chiedere l'ora, dovete ricordare che la risposta sarà introdotta dal presente del verbo essere alla terza persona singolare e cioè "It is" seguito dall'ora esatta.

47

Per dare una risposta, se vi verrà posta qualcuna delle domande sopra elencate, bisogna distinguere due casi, il primo caso è se i minuti appartengono alla prima metà dell'ora e il secondo caso, invece, se appartengono alla seconda metà. Nel primo caso, la vostra risposta dovrà essere composta da "It is", o più semplicemente it's, seguito dai minuti, dalla parola past (passato) e dall'ora. Ad esempio, se sono le tre e venti minuti, sarà tradotto in inglese con "It's twenty past three". Potrete poi decidere se specificare se si tratta delle 3 del mattino o del pomeriggio, aggiungendo a. M. (e cioè ante-meridian, quindi prima del mezzogiorno) o p. M. (e cioè post-meridian, dopo mezzogiorno).

Continua la lettura
57

Nel secondo caso, invece, la risposta sarà formata da It is o it's seguito dai minuti, dalla parola to (su) e infine dall'orario. Ad esempio, "sono le 4.40" verrà tradotto con "It's twenty to five" (in italiano potrebbe essere tradotto in "mancano 20 minuti alle cinque"). Invece i 30 minuti esatti sono espressi con la parola "half past" (e mezza) preceduta da it is o it's e seguita dall'ora, ad esempio, "sono le 8.30" sarà tradotto in "It is half past eight". Stessa cosa vale per un quarto d'ora preciso che viene detto "a quarter" (un quarto) seguito dall'ora, quindi le 9.15 saranno "A quarter past nine", mentre le 9.45 "It's a quarter to ten".

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Seguiamo con estrema attenzione questa guida, in modo da poter utilizzare nel modo migliore possibile il nostro inglese!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Lingue

Come esprimere l'orario in tedesco

Il tedesco, appartenente alle lingue germaniche, è la lingua ufficiale della Germania, anche se viene parlato in Austria, Svizzera, parte dell'Alsazia e della Lorena. Lo studio di una nuova lingua è molto importante sia ai fini lavorativi che per un...
Lingue

Come esprimere l'orario in spagnolo

La lingua spagnola, così come l'italiano e tante altre lingue, è di origine neolatina; vale a dire che essa deriva dal latino volgare che veniva parlato dal popolo. Prima della diffusione di questo idioma, in Spagna si parlavano diverse lingue che sono...
Lingue

Come esprimere il superlativo in cinese

Oggi nella Facoltà di Lingue viene studiato oltre all'inglese ed il tedesco anche il cinese, sia per i continui rapporti commerciali che abbiamo con la Cina, ma soprattutto per la possibilità di trovare facilmente lavoro come interprete o nelle ambasciate....
Lingue

Come esprimere le ore In Cinese

Attraverso questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter esprimere, al meglio, le ore in cinese. Iniziamo subito con il dire che nella lingua cinese esistono moltissime possibilità di giungere a costrutti semantici particolarmente...
Lingue

L’inglese britannico e l’inglese americano

L'inglese e l'americano sono due accezioni come sinonimi, inerenti a un codice linguistico univoco, con regole uguali sia a livello di pronuncia che a livello morfo-sintattico. In realtà sussistono numerose differenze tra l’inglese che viene parlato...
Lingue

Come utilizzare il futuro in inglese

Nella lingua inglese esistono diverse forme che si possono impiegare per esprimere un'azione futura. Ogni singola modalità si utilizza per esprimere uno specifico significato che si distingue dagli altri. Tuttavia è opportuno precisare che, qualora...
Lingue

Come scrivere le ore in inglese

Di questi tempi non è da sottovalutare la possibilità di trasferirsi all'estero ed iniziare una nuova vita in un nuovo Paese. La meta preferita dagli italiani è ovviamente l'Inghilterra. Ma per potersi trasferire in un posto che non conosciamo e che...
Lingue

5 consigli per imparare l'inglese leggendo

L'inglese è certamente la lingua più diffusa e più rilevante nel mondo moderno, sia dal punto di vista di business lavorativo, sia dal punto di vista della globalizzazione. È utilissimo se non essenziale conoscere l'inglese al giorno d'oggi; purtroppo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.