Come eseguire il complemento a due di un numero binario

Tramite: O2O 23/04/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Come eseguire il complemento a due di un numero binario

Studiare l'informatica rappresenta un qualcosa di essenziale al giorno d'oggi, perché molte attività richiedono l'intervento della tecnologia. Fin dai suoi esordi, questa complessa quanto affascinante disciplina ha sempre avuto un vincolo con la matematica, che sta alla base del mondo computerizzato. Uno degli argomenti che vengono trattati in questa materia è quello che riguarda il numero binario. Quest'ultimo si differenzia da quello numerico per il fatto che vengono adoperati soltanto lo 0 e l'1. Di conseguenza, non si prendono in considerazione quei numeri che vanno dal 2 al 9 e si impiegano nel campo della matematica. La tecnica più conosciuta ed utilizzata per eseguire la rappresentazione del numero binario con segno di informatica è il complemento a due (two's complement). Le nozioni al riguardo hanno una complessità media qualora si possegga un minimo di esperienza. Approcciandosi soltanto la prima volta risulta invece più difficile comprenderne l'utilizzo. Per questo motivo è opportuno partire con un'infarinatura di base. Nel presente articolo sulla tecnologia vediamo dettagliatamente come eseguire il complemento a due di un numero binario. Si tenterà di illustrare facilmente questo metodo, allegando dei link funzionali ed un video appropriato.

27

Occorrente

  • Basi dell'informatica
  • Interesse per l'argomento
  • Numero binario
37

Conoscere le nozioni di base

Innanzitutto bisogna affermare che la grande diffusione del complemento a due di un numero binario si deve al fatto che i circuiti di addizione e sottrazione non devono prestare attenzione al segno. Attraverso il complemento a due, il bit iniziale potrebbe avere un importo positivo o negativo. Da questo consegue che ogni numero iniziante con un 1 rappresenta un numero binario negativo, mentre i numeri che iniziano con uno 0 costituiscono dei numeri binari positivi. Mediante questa tecnica si ha l'opportunità di fare una rappresentazione unica dello 0 e compiere efficacemente le addizioni/sottrazioni, avendo sempre il primo bit che indicherà il rispettivo segno. In altre parole, grazie al solo circuito dell'addizione è possibile effettuare anche la sottrazione. Adesso si potrà entrare finalmente nel vivo del concetto analizzato in questo tutorial di informatica. Tramite il complemento a due, un numero binario di N cifre può rappresentare i numeri compresi tra -2^(n-1) e 2^(n-1) - 1. In questo modo un numero binario di otto cifre potrà rappresentare i numeri inclusi fra -128 e +127.

47

Rappresentare il numero in binario

Per sapere come eseguire il complemento a due di un numero binario, è necessario servirsi di un esempio pratico. Supponendo di convertire il numero 5 ed avere 8 bit a disposizione, bisogna innanzitutto rappresentarlo in binario. La presente rappresentazione verrà compiuta in questa maniera: 0000 0101. Essendo 0 la cifra iniziale, significa che il numero binario 5 risulta positivo. Qualora venissero invertiti i bit, la sequenza cambierà in tal modo: 1111 1010. A questo punto si ottiene il complemento ad uno del numero binario 5. Per avere il complemento a due, basterà sommare 1. Così facendo si avrà 1111 1010 + 0000 0001 = 1111 1011. Il risultato ottenuto costituisce quindi il numero binario -5 (negativo), visto che il primo bit risulta uguale ad 1. Adesso non rimane che vedere l'ultima fase della procedura, che riguarda l'inversione dei bit. Prima però è bene annotare su carta i progressi fatti.

Continua la lettura
57

Invertire i bit

Prendendo in considerazione la numerazione appena trovata, è necessario ricercare il numero positivo. Bisogna quindi invertire i bit della rappresentazione del -5, ottenendo così la sequenza 0000 0100. Sommando 1, il risultato diventerà 0000 0100 + 0000 0001 = 0000 0101. Esiste un piccolo trucchetto per eseguire questa azione più rapidamente. Riferendosi ancora allo stesso esempio, il numero 5 in binario su 8 bit risulta pari a 0000 0101. Iniziando dalla prima cifra a destra (meno significativa), bisogna effettuare una copia bit a bit. Questa azione va portata avanti finché non si incontra il primo bit che vale 1. A questo punto si finisce di copiare gli ulteriori bit ricordandosi di compiere l'azione di negazione, dunque 1111 1011. Adesso il procedimento risulta finalmente terminato e, come notato sicuramente, è piuttosto intuitivo. Qualora ci fossero delle nozioni non comprese, basterà leggere i tutorial allegati e seguire attentamente il video relativo all'argomento.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Annotare le nozioni di base sui numeri in binario per memorizzarle in maniera più efficace.
  • Consultare un manuale di informatica per chiarire qualunque dubbio sull'uso del codice binario.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come eseguire operazioni nel sistema binario

La matematica è una materia che a scuola ci spaventa sempre un po'. Quando viene impiegata nella vita di tutti i giorni, invece, diventa davvero affascinante. I numeri fanno parte della nostra quotidianità, inutile negarlo. Tra l'alro ce li ritroviamo...
Superiori

Analisi logica: il complemento d'agente

Durante il periodo scolastico, uno degli argomenti da sempre maggiormente complicati è sicuramente l'analisi logica. Questa comprende la distinzione tra i vari complementi, nonché l'individuazione del soggetto e del predicato. Il compito è abbastanza...
Superiori

Analisi logica: il complemento di moto a luogo

L'italiano è una delle lingue con una grammatica particolarmente complessa. Bisogna perciò conoscerne bene le fondamenta e tutto ciò che fa parte delle regole grammaticali. Oltre all'analisi grammaticale è molto importante anche l'analisi logica e...
Superiori

Come Individuare Il Complemento Di Vocazione

Uno degli argomenti più ostici per uno studente della lingua italiana è l'analisi logica o verbale, un tipo di esercizio utile a comprendere meglio la grammatica e la funzione che ogni parola assume in una frase. Il complemento di vocazione, argomento...
Superiori

Analisi logica: il complemento di mezzo

La lingua italiana è una lingua romanza, nata dal latino e sviluppatasi unendo di più dialetti provenienti da diverse regioni e per questo presenta una difficoltà grammaticale non indifferente, infatti l'italiano è la seconda lingua con più verbi...
Superiori

Analisi logica: il complemento di causa

Per capire al meglio una frase o un periodo occorre fare l'analisi logica, attraverso questo operazione si riescono a capire al meglio i suoi diversi componenti. Sarà così che si avrà più chiare le relazioni sintattiche e quelle logiche, ma per fare...
Superiori

Analisi logica: il complemento di fine

La lingua italiana è una delle lingue più belle e complicate al mondo. Negli anni si è giunto ad un livello di studio della lingua molto approfondito e, alla base di tutto questo, vi è l'analisi logica. L'analisi logica comprende l'analisi di ogni...
Superiori

Grammatica latina: il complemento di causa

Anche trattandosi di una lingua ormai estinta, la grammatica latina rappresenta una materia di studio in tanti Paesi del mondo (compresa l'Italia). Come la lingua italiana, anche il latino ha una notevole quantità di complementi, ognuno dei quali svolge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.