Come effettuare una divisione tra numeri complessi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli studenti, a volte, faticano a comprendere alcune operazioni matematiche, non sempre per colpa loro, spesso è colpa della spiegazione troppo complicata che gli viene fatta in classe. Per questo motivo, nei passaggi seguenti, vi daremo alcuni consigli su come effettuare una divisione tra numeri complessi, utilizzando un'esposizione di facile comprensione.

25

Occorrente

  • Basi di matematica
35

Iniziamo facendo una breve introduzione ai numeri complessi, essi sono formati da una parte immaginaria e da una reale e possono essere rappresentati come la somma di un numero reale e di uno immaginario. Quando ci si trova di fronte ad una divisione tra numeri complessi, la prima operazione da compiere è quella di eliminare la parte immaginaria che si trova al denominatore. Per far ciò bisogna moltiplicare il denominatore per il suo coniugato, ovvero per la sua parte immaginaria cambiata di segno. Ricordate che il prodotto di "i" (l'unità immaginaria) per se stesso, dà come risultato -1, quindi i * i = -1. Moltiplicando un numero per il suo coniugato, lo si trasforma in un numero reale e si ottiene come risultato la somma tra i quadrati delle due cifre.

45

Per bilanciare la moltiplicazione, dovrete ricordare di moltiplicare anche il numeratore, non per il suo coniugato, ma per la stessa quantità moltiplicata al denominatore. Moltiplicando e dividendo lo stesso numero, infatti, rimane invariato il numero di partenza. A questo punto bisogna utilizzare la formula che dice che la divisione tra due numeri complessi "z1 = a + ib" e "z2 = c + id" è data da: z1/z2 = (a + ib) / (c + id) = (a + ib) * (c - id) / (c + id) * (c - id) = ac + bd + i (cb - ad) / c^2 + d^2. Usando la rappresentazione z = re^i0, il rapporto di due numeri complessi è: r1e^i01 / r2e^i02 = (r1/r2)*e^i (01-02). In figura potete osservare la formula, appena trattata, scritta in linguaggio matematico, che sicuramente vi sarà di più facile comprensione.

Continua la lettura
55

Per capire meglio quanto descritto nei passaggi precedenti, ricorriamo all'applicazione della formula in un semplice esempio: supponiamo di avere il numero z1 = (5*3i) ed il numero z2 = (4-i) e di dover risolvere la divisione z1/z2. Per prima cosa moltiplichiamo e dividiamo per il coniugato del denominatore ovvero (4+i). Al denominatore otteniamo 16+1=17, al numeratore otteniamo (20-3) (12 5) i. Facendo le somme al numeratore, separando la parte immaginaria da quella reale e semplificando, il risultato è i 1. Con l'applicazione della formula per la divisione tra numeri complessi, abbiamo visto come risulti semplice la risoluzione dei problemi, agevolando il compito a tutti gli studenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come Risolvere I Casi Particolari Della Divisione Con I Numeri Relativi

I numeri relativi fanno parte di una categoria di numeri certamente molto utilizzata in matematica. Molti, infatti, sono gli ambiti in cui essi trovano applicazione. Tra le operazioni fondamentali che possono essere fatti con i numeri relativi si colloca...
Superiori

Come risolvere un'equazione con i numeri complessi

Un numero complesso non è altro che un numero formato da una parte reale e da una parte immaginaria. Per parte reale si intende un numero facente parte dell'insieme dei numeri reali "R", mentre per parte immaginaria si indica un multiplo dell'unità...
Superiori

Come risolvere una divisione tra numeri relativi

I numeri relativi sono molto utili in matematica. L'insieme dei numeri relativi è denotato con la lettera Z e racchiude l'insieme dei numeri naturali, ovvero: 1,2,3.., quello dei reali negativi, ovvero -1, -2, -3... E in più lo 0. Anche se questi numeri...
Superiori

Come moltiplicare i numeri complessi: gradi, primi, secondi

Gli ultimi mesi di scuola sono sempre quelli più frenetici per gli studenti di ogni anno; si cominciano a preparare le ultime interrogazioni e si cerca di recuperare o migliorare quei voti che non sono ancora soddisfacenti. Molti diranno che è troppo...
Superiori

Come risolvere una divisione tra numeri decimali finiti

I numeri decimali fanno parte della matematica a tutti gli effetti, proprio come accade con i numeri naturali. In particolare, i decimali finiti (per esempio 3.1, 4.2) sono quei numeri che, dopo la virgola, presentano un "determinato" numero di cifre....
Superiori

Come scrivere in coordinate polari i Numeri Complessi

La maggior parte degli studenti hanno familiarità con i numeri complessi nella forma, tuttavia ci sono alcune forme alternative che sono utili nella maggior parte delle volte. Prima di entrare nelle forme alternative, è necessario dare un breve sguardo...
Superiori

Come applicare la formula di De Moivre ai numeri complessi

Per numero complesso si intende un numero costituito da una parte immaginaria e da una parte reale. Può quindi essere rappresentato dalla somma di un numero reale e di un numero immaginario. Quando si lavora nel campo dei numeri complessi, le prime cose...
Superiori

Come risolvere una divisione tra polinomi

La matematica è una materia piuttosto complessa e difficile da capire, per la maggior parte delle persone. Soprattutto se da piccoli non si hanno avute delle solide basi per poter capire argomenti più complessi. Tra i vari argomenti di matematica forse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.