Come effettuare l'idratazione degli alchini

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli alchini sono identificati come composti chimici organici che hanno tripli legami nella loro struttura chimica. Essi sono molto importanti in varie applicazioni industriali e la caratteristica che li rende riconoscibili è la presenza nella loro struttura chimica di legami tripli, che consistono in atomi di carbonio e idrogeno; per questo motivo, appartengono alla categoria degli idrocarburi insaturi. La loro idratazione è una delle reazioni più importanti in chimica. Vediamo allora come effettuare l'idratazione degli alchini.

25

Quando si parla di questi precisi elementi, ci si riferisce a composti organici disposti a catena aperta, formati soltanto da atomi di carbonio e di idrogeno, (quindi appartenenti alla più ampia famiglia degli idrocarburi). Dopo aver effettuato una breve ripetizione di questo 'gruppo', della loro nomenclatura, struttura e sterochimica, soffermatevi a ripetere la reazione di idratazione degli alchini, che è molto simile a quella che stiamo per illustrarvi, utilizzando tranquillamente il butino.

35

Per ottenere questo genere di reazione, occorre disporre di un catalizzatore acido ed in questa circostanza dovete utilizzare H2SO4 ed HgSO4: otterrete quindi dell' H3O. Fate 'stappare' un H dall'alchino e formate un carbocatione, quindi utilizzate la molecola di acqua restante per effettuare un attacco al carbonio carico positivamente. A questo punto avrete un intermedio con l'ossigeno carico positivamente.

Continua la lettura
45

Adesso utilizzate una seconda molecola di acqua per 'strappare' un H dall'ossigeno: in questa maniera si va ad ottenere un alcol di tipo vinilico, data la presenza del doppio legame C=C. Ma ora la reazione non è ancora completata, poiché l'alcol non è il prodotto principale. Per procedere, dovete utilizzare la regola della tautomeria cheto-enolica, tramite cui l'alcool cede il posto al suo chetone corrispondente, il quale risulta essere maggiormente stabile.

55

Possiamo affermare che tautomeria enolitica è caratteristica tra composti organici (specialmente aldeidi e chetoni) provvisti almeno di un atomo di idrogeno unito al carbonio in posizione 'α' rispetto al gruppo CHO o -C=O. Per essere maggiormente chiari: mentre il prodotto che si ottiene con l'unione di acqua e acido catalizzata ad un alchene è un alcol, per quanto concerne un alchino è invece un enolo. Il doppio legame del carbonile può così rompersi creando un ossidrile, trasformando quindi l'aldeide o il chetone iniziale in un enolo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Università e Master

Come Fare Una Idratazione Acido Catalizzata Di Un Alchene

In questa guida andrete a capire come fare una idratazione acido catalizzata di un alchene. Per l'appunto si tratta di una reazione chimica. E come in tutte le reazioni chimiche si ha uno scambio di energie chimiche. Pertanto ci sono scambi di elettroni...
Università e Master

Come Eseguire Una Idrogenazione Catalitica Degli Alchini

Se siamo appassionati di chimica e vorremmo imparare ad eseguire alcuni tipi di reazioni, sarà fondamentale conoscere per prima cosa tutta la teoria di questa particolare disciplina, che ci permetterà di comprendere i vari passaggi della reazione di...
Università e Master

Appunti di chimica: idratazione degli alcheni

In questa guida andremo ad esaminare un argomento abbastanza difficile da comprendere ed leggermente ostico. Tratteremo, infatti, di alcuni appunti fondamentali di chimica, sperando di essere di supporto a tutti gli studenti di chimica. Nel dettaglio,...
Università e Master

Come Effettuare Una Addizione Di Alogeni Ad Un Alchino

In chimica le operazioni tra i vari elementi non possono essere effettuate a caso, ovviamente dietro ogni addizione tra sostanze diverse c'è una formula imprescindibile, che è fondamentale conoscere soprattutto per capirne il meccanismo e prevederne...
Università e Master

Come Effettuare Una Addizione Elettrofila Di Acidi Alogenidrici Ad Un Alchene

Nella famiglia degli alcheni ci sono molteplici reazioni ed esse aprono vari scenari che sono molto vasti e anche complessi in buona parte dei casi. Soffermandoci su come effettuare un addizione elettrofila di acidi alogenidrici ad un alchene, la prima...
Università e Master

Come Effettuare Una Colorazione Istologica Emallume-eosina

La colorazione emallume-eosina è una colorazione di base, molto semplice e molto adoperata in istologia che colora selettivamente il nucleo e il citoplasma delle cellule. In questa guida ti illustro i passi di questa tecnica e come procedere per evitare...
Università e Master

Come eseguire una idroborazione ad un alchino terminale

Gli Alchini sono idrocarburi che contengono un triplo legame carbonio-carbonio. Se il triplo legame si trova alla fine della catena, viene classificato come Alchino Terminale. Se si trovano in altra posizione invece, vengono classificati come Alchini...
Università e Master

Come Effettuare l'analisi dei polifenoli dell'olio extravergine di oliva

L'olio extravergine d'oliva, è il condimento più sano che esiste in natura. Difatti è consigliato ed inserito in tutti i piani alimentari, a scapito di altri meno nobili. Per altro, la nostra nazione ha il vanto di averne la maggiore produzione sia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.