Come distinguere subordinate soggettive e oggettive in italiano

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno degli errori più comuni nello svolgere l'analisi del periodo, in italiano, è la confusione tra due tipi di subordinate: soggettive e oggettive. Questo accade sia perché le due proposizioni hanno una struttura molto simile, sia perché vengono insegnate contemporaneamente o comunque in tempi molto ravvicinati. Certo è che queste sono cose che vanno insegnate e di conseguenza imparate alle scuole medie, quindi se non le si sanno potrebbe essere un problema di insegnate o di scarsa attenzione quando le si sono state spiegate.
Questa guida vi proporrà pochi semplici passaggi da seguire per distinguere e fare un adeguato utilizzo delle due subordinate. È una cosa molto semplice benché sia un errore molto comune, serve solo capire dove si sbaglia ed evitare che questo avvenga.
Quindi armatevi di un po' di pazienza e vediamo insieme come procedere passo per passo con questa guida.

26

Occorrente

  • Carta
  • Penna
36

La subordinata soggettiva

Iniziamo con la subordinata soggettiva che nel suo insieme fa da soggetto alla proposizione reggente. Essa è sempre introdotta da forme impersonali: verbi semplici, verbi costruiti con il si passivante e locuzioni impersonali. Può essere esplicita: introdotta dal "che". Può essere implicita: introdotta o meno dal "di". La subordinata oggettiva svolge nel periodo lo stesso ruolo che il complemento oggetto svolge nella frase. Quindi tale subordinata ha la funzione di fare da complemento oggetto della reggente. Si utilizza nel caso di verbi di significato dichiarativo, verbi che indicano percezione o ricordo, verbi che esprimono opinione, sospetto o dubbio e infine verbi che esprimono volontà, speranza, desiderio e timore. Può essere implicita: introdotta dal "di". Può essere esplicita: introdotta dal "che".
Altra azione da non sottovalutare la vediamo ora con "la funzione nei confronti del verbo reggente" nel secondo passo.

46

La funzione

Ciò che le distingue è la funzione che esse svolgono nei confronti del verbo reggente: l'oggettiva svolge funzione di complemento oggetto, la soggettiva svolge quella di soggetto. Quindi la vostra attenzione dovrà focalizzarsi sul verbo della proposizione reggente. Si procede semplicemente come segue: per distinguere una soggettiva da un'oggettiva dovete guardare la principale: se questa non ha soggetto (neanche sottinteso) e ha un verbo impersonale (transitivo o intransitivo) la subordinata sarà soggettiva. Se la principale ha soggetto (anche sottinteso) e ha un verbo transitivo, la subordinata sarà oggettiva.
Finiamo questa guida con il terzo passo in cui spiegheremo il tutto attraverso qualche esempio utile per capire meglio l'operazione da svolgere.

Continua la lettura
56

Esempi

Chiariamo con degli esempi. Esempio sulla subordinata oggettiva: Nella frase "Sembra che il tuo piano funzioni" dovete capire di che tipo è la subordinata introdotta da che: il verbo sembrare è transitivo? No, quindi la subordinata non è oggettiva. Analizziamo ora "Dico che il tuo piano funzionerà": il verbo dire è transitivo? Sì. C'è in questa frase un complemento oggetto? No, la sua funzione è espressa dalla subordinata: possiamo concludere che si tratta di un'oggettiva. Seguendo questa sequenza di ragionamenti potrete affrontare i prossimi test sulla lingua italiana in maniera più rilassata, bastano solo tanta pratica e studio e con questi suggerimenti, il risultato è assicurato.
Spero che questa guida possa esservi stata d'aiuto e se avete qualche dubbio non esitate a cliccare sui link allegati di seguito.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Verificate che il "che" sia effettivamente una congiunzione e non un pronome relativo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Superiori

Come distinguere le coordinate dalle subordinate

Nell'analisi del periodo, che determina le relazioni e la funzione logica delle proposizioni di una frase complessa, il riconoscimento dei rapporti di coordinazione e di subordinazione potrebbe risultare non proprio evidente, così da incorrere facilmente...
Superiori

Come Comporre Una Proposizione Infinitiva In Latino

Uno dei costrutti più importanti da studiare per imparare al meglio la sintassi latina è sicuramente la proposizione infinitiva. Nelle proposizioni infinitive il predicato è costituito dal modo infinito. Una proposizione infinitiva può essere soggettiva...
Superiori

Come distinguere i metalli nella tavola periodica

La chimica è una materia molto complessa. Per studiare la chimica sin dai primi anni di liceo, viene utilizzata la classica tavola periodica, ovvero uno schema dettagliato di elementi chimici divisi in base al loro specifico numero atomico e in base...
Superiori

Come Costruire La Proposizione Completiva Volitiva In Latino

Il latino è la lingua madre degli italiani, difatti l'italiano deriva appunto dal latino; tuttora oggi, alcuni termini sono riportati nella nostra lingua. La grammatica è abbastanza complessa e presenta perlopiù gli stessi termini di quella italiana....
Superiori

Come valutare un compito di italiano: gli errori morfosintattici

Se siamo dei maestri o professori di italiano da poco tempo, sicuramente ci capiterà di dover correggere i compiti di italiano dei nostri studenti e per farlo nella maniera più corretta possibile dovremo essere molto preparati.Su internet potremo trovare...
Superiori

Il Risorgimento italiano: guida

Il Risorgimento italiano è un periodo storico molto importante per la nostra Nazione. Esso infatti ci ha portato alla formazione dello Stato unitario italiano per mezzo dei maggiori esponenti di quel periodo. Il RIsorgimento si concluse con l'occupazione...
Superiori

Come scrivere un'analisi del testo in italiano

Con l'ingresso alle scuole superiori, per gli studenti iniziano nuovi importanti impegni. Lo studio si fa più impegnativo e analitico, e richiede certamente più concentrazione. In lettere, è fondamentale essere capaci di leggere e comprendere il significato...
Superiori

Come fare un buon tema di italiano

Di fronte ad un tema di italiano ancora da svolgere, a volte i ragazzi si trovano in difficoltà e chiedono aiuto ai genitori. Come fare per aiutarli quando, come spesso succede, ne sappiamo meno di loro ma non vogliamo darlo a vedere? Ecco qui una guida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.