Come distinguere il complemento oggetto da quello di termine

Tramite: O2O 26/09/2018
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L'analisi logica può risultare talvolta difficile, specialmente per chi è alle prime armi. Andiamo ad analizzare due tra i complementi più utilizzati e presenti negli esercizi di analisi logica, e ci soffermeremo sui metodi per riconoscerli velocemente e senza commettere errori. Tali complementi prendono il nome di complemento oggetto e complemento di termine: come distinguerli?

26

Il complemento oggetto

Il complemento oggetto rappresenta ciò su cui ricade direttamente l'azione del soggetto ed è introdotto dalla domanda "chi?che cosa?"
Facciamo subito un esempio: "L'arbitro espelle il giocatore"
L'arbitro: soggetto Espelle: predicato (Chi?) Il giocatore: complemento oggetto
"La palla ha rotto il vetro"
La palla: soggetto ha rotto: predicato (Che cosa?) il vetro: complemento oggetto
.

36

Il complemento di termine

Il complemento di termine indica l'elemento (essere animato o cosa) verso il quale viene rivolta o ricade l'azione del predicato. Viene introdotto dalla domanda "a chi? A che cosa?"
Vediamo alcuni esempi. "Il fumo nuoce alla salute"
Il fumo: soggetto nuoce: predicato (A che cosa?) alla salute: complemento di termine
"La partita interessa agli sportivi"
La partita: soggetto interessa: predicato(A chi?) agli sportivi: complemento di termine.

Continua la lettura
46

Complemento oggetto e complemento di termine

Analizziamo adesso alcune frasi che contengono entrambi i complementi, facendo attenzione alle domande che li introducono
"Sandra ha venduto i dischi alla sorella"
Sandra: soggetto ha venduto: predicato verbale (Che cosa?) i dischi: complemento oggetto (A chi?) alla sorella: complemento di termine
"Marco ha riferito i fatti al vigile"
Marco: soggetto ha riferito: predicato (Che cosa?) i fatti: complemento oggetto (A chi?) al vigile: complemento di termine.

56

Complemento oggetto e complemento di termine: analogie e differenze

Una delle differenze fondamentali tra il complemento oggetto e quello di termine è che il primo non è mai preceduto da preposizioni, mentre il secondo è introdotto dalla preposizione A, semplice o articolata.
Entrambi i complementi possono essere costituiti da pronomi: anche in questo caso, per poterli distinguere, basta riconoscere la domanda dalla quale sono introdotti.
"La mamma mi chiama"
La mamma: soggetto (Chi?) mi: complemento oggetto chiama: predicato
Questa frase possiamo riscriverla come: "La mamma chiama te"
La mamma: soggetto chiama: predicato (Chi?) te: complemento oggetto

"Gli abbiamo regalato i giochi"
(A chi?) Gli: complemento di termine abbiamo regalato: predicato verbale i giochi: complemento oggetto
Questa frase possiamo riscriverla come: "Abbiamo regalato a lui i giochi"
Abbiamo regalato: predicato(A chi?) a lui: complemento di termine i giochi: complemento oggetto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Porsi sempre le domande "chi? che cosa" oppure "a chi?a che cosa?". Nel primo caso siamo in presenza del complemento oggetto, nel secondo caso del complemento di termine

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

Analisi logica: il complemento di qualità

La grammatica è una delle materie più importanti in assoluto, in quanto fornisce allo studente tutte le nozioni necessarie per riuscire a parlare, leggere e scrivere perfettamente in madrelingua. Tra gli argomenti di maggiore rilievo della nostra grammatica...
Elementari e Medie

Come distinguere i verbi transitivi e intransitivi

Una regola fondamentale della grammatica italiana è la distinzione tra i verbi transitivi e quelli intransitivi. Nonostante sia una regola molto semplice da capire e da applicare, molto spesso viene ignorata, incorrendo in gravissimi errori. Questa distinzione...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento di specificazione e di denominazione

Le frasi sono composte da più componenti ed è attraverso l' analisi logica che è possibile individuare la loro funzione all' interno della frase stessa. I primi elementi da individuare in una frase sono: soggetto, predicato verbale o nominale, (a...
Elementari e Medie

Come individuare il complemento concessivo

Quando si svolge l'analisi logica di una frase, è importante conoscere tutti i complementi, non solo i più importanti, per evitare di commettere errori. Uno dei complementi a cui si fa riferimento con meno frequenza, ed è quindi più difficile da individuare,...
Elementari e Medie

Come individuare il complemento eccettuativo

La grammatica italiana è ricca di locuzioni e di regole. Esse vanno applicate affinché si possa affrontare un discorso di qualità e ben comprensibile. Ogni termine svolge un ruolo ben determinato all'interno di una frase o di un periodo. Ogni periodo...
Elementari e Medie

Come riconoscere il complemento distributivo

L'analisi logica viene insegnato ai bambini sin dalle elementari. Questo serve per far capire a loro la corretta suddivisione delle parole in una frase e il corretto utilizzo di tutti gli elementi che la compongono. Fra i complementi più ostici, riconoscere...
Elementari e Medie

Come Riconoscere Il Complemento Di Compagnia Ed Unione

Nella lingua italiana i complementi che arricchiscono la frase minima sono numerosi. Il complemento di compagnia e unione è uno dei tanti complementi che si trovano con più facilità nelle frasi da esaminare con l'analisi logica. Conoscere l'analisi...
Elementari e Medie

Come distinguere attributo e apposizione

Districarsi nella giungla della grammatica italiana, tra coniugazioni dei verbi, varietà di articoli, aggettivi e sostantivi, non è di certo un'impresa facile per chi si approccia per la prima volta all'apprendimento della nostra lingua. Tuttavia, sebbene...