Come distinguere i verbi transitivi e intransitivi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Una regola fondamentale della grammatica italiana è la distinzione tra i verbi transitivi e quelli intransitivi. Nonostante sia una regola molto semplice da capire e da applicare, molto spesso viene ignorata, incorrendo in gravissimi errori. Questa distinzione permette di capire se l'azione ricade sul complemento oggetto, o se il verbo è utilizzato in modo assoluto o accompagnato da un complemento indiretto. Vediamo ora come distinguerli.

24

Cosa sono i verbi transitivi

I verbi sono detti transitivi quando la loro azione transita dal soggetto direttamente al complemento oggetto, che può essere costituito da un oggetto o da una persona. Per riconoscere i verbi di questo gruppo bisogna rispondere alle domande "Chi?/Che cosa?". Se dopo aver letto la frase "Luca suona la chitarra", ci poniamo le domande sopra citate, capiamo che l'oggetto dell'azione è la chitarra. Questo significa che il soggetto compie un'azione che si conclude nell'oggetto. Occorre, però, fare attenzione ad una particolarità: può capitare, infatti, che il complemento oggetto non venga espresso, cioè sia lasciato sottinteso. Se modifichiamo l'esempio precedente in "Luca suona", è sottinteso che ci sia qualcosa che venga suonato da Luca: il verbo mantiene, quindi, la sua proprietà transitiva.

34

Come identificare i verbi transitivi

Un'altra tecnica per identificare i verbi transitivi è verificare se è possibile trasformare la frase dalla forma attiva in forma passiva, come in questo caso: la frase in forma attiva "Paolo legge un libro", nella forma passiva diventa "il libro è letto da Paolo". Il verbo leggere è, pertanto, transitivo.

Continua la lettura
44

Cosa sono i verbi intransitivi

I verbi intransitivi esprimono invece un modo di essere del soggetto e quindi non hanno bisogno di un complemento oggetto, poiché l'azione non transita sul complemento oggetto ma si conclude nel soggetto stesso. Questo gruppo di verbi non risponde alle domande "Chi?/Che cosa?" ed è accompagnato da complementi indiretti. Un esempio è la frase Giovanni arrossisce; è chiaro che l'azione si conclude nel soggetto, quindi non necessita di complemento oggetto. I verbi intransitivi prendono come ausiliare il verbo "essere" e di conseguenza possono avere solo la forma attiva, mai la forma passiva o riflessiva. Nella maggior parte dei casi, non è complicato distinguere le due categorie perché molto spesso è presente un complemento diretto o indiretto che chiarisce il dubbio. Bisogna, però, fare attenzione a capire quando il verbo si trova in una frase attiva o passiva poiché, in quest'ultimo caso il verbo usato è l'ausiliare essere e non più avere.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

5 dritte per non sbagliare la concordanza dei verbi

Spesso si sente dire che la nostra lingua è una delle più complete ma anche complesse. Questo è vero, e rappresenta anche il motivo del fatto che molte persone, seppur ben istruite, non riescano a concordare correttamente i verbi. Sbagliare la concordanza...
Elementari e Medie

Come fare per non sbagliare la concordanza dei verbi

Spesso ci capita, anche involontariamente, di ascoltare i discorsi delle persone che incontriamo quando andiamo a fare la spesa, al pub e alla televisione. Non vi è mai capitato di pensare "ma come parla questa persona?". Personalmente l'ho pensato spesso...
Elementari e Medie

Come formare l'indicativo presente dei verbi in ER in francese

La formazione dell'indicativo dei verbi del primo gruppo (con desinenza in -ER) è molto semplice, vanno però analizzate delle piccole eccezioni. In francese le coniugazioni dei verbi sono 4 e si distinguono in base alle proprie desinenze: - 1° gruppo...
Elementari e Medie

Inglese: i verbi irregolari

Una prima classificazione, anche se un po' approssimativa, dei verbi inglesi, potrebbe distinguerli in: regolari, irregolari e ausiliari. Come dice la parola stessa, i verbi irregolari sono tali poiché non seguono le regole "standard" quando si tratta...
Elementari e Medie

Come imparare i verbi divertendosi

Generalmente, insegnare qualcosa ai bambini non è affatto un compito semplice, sebbene durante il periodo del primo grado scolastico essi mostrino un entusiasmo vivido e siano predisposti all'apprendimento. In passato, si pensava ai bambini come a dei...
Elementari e Medie

Come imparare velocemente i verbi

Ecco una guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto poter imparare come e cosa fare per imparare, nel modo corretto velocemente i verbi, in maniera tale da poterli utilizzare al meglio e senza grossi problemi. Imparare in modo perfetto i verbi, è...
Elementari e Medie

Come fare a non sbagliare la coniugazione dei verbi

La lingua italiana risulta essere una delle più complicate tra quelle parlate in tutto quanto il mondo. La sua grammatica, infatti, non è sicuramente semplice e molte sono le persone che sono portate a sbagliare, compresi diversi madrelingua. In questa...
Elementari e Medie

I verbi irregolari in francese

il francese come l'italiano presenta una grammatica abbastanza vasta e articolata, che serve a racchiudere la sintassi nel linguaggio sia scritto che orale. Nella grammatica francese sono presenti i nomi, i pronomi, le congiunzioni, i verbi e gli avverbi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.