Come distinguere i verbi transitivi e intransitivi

Tramite: O2O 31/08/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Come distinguere i verbi transitivi e intransitivi

Una regola fondamentale della grammatica italiana è la distinzione tra i verbi transitivi e quelli intransitivi. Nonostante sia una regola molto semplice da capire e da applicare, molto spesso viene ignorata, incorrendo in gravissimi errori. Questa distinzione permette di capire se l'azione ricade sul complemento oggetto, o se il verbo è utilizzato in modo assoluto o accompagnato da un complemento indiretto. Vediamo ora come distinguerli.

25

Cosa sono i verbi transitivi

I verbi sono detti transitivi quando la loro azione transita dal soggetto direttamente al complemento oggetto, che può essere costituito da un oggetto o da una persona. Per riconoscere i verbi di questo gruppo bisogna rispondere alle domande "Chi?/Che cosa?". Se dopo aver letto la frase "Luca suona la chitarra", ci poniamo le domande sopra citate, capiamo che l'oggetto dell'azione è la chitarra. Questo significa che il soggetto compie un'azione che si conclude nell'oggetto. Occorre, però, fare attenzione ad una particolarità: può capitare, infatti, che il complemento oggetto non venga espresso, cioè sia lasciato sottinteso. Se modifichiamo l'esempio precedente in "Luca suona", è sottinteso che ci sia qualcosa che venga suonato da Luca: il verbo mantiene, quindi, la sua proprietà transitiva.

35

Come identificare i verbi transitivi

Un'altra tecnica per identificare i verbi transitivi è verificare se è possibile trasformare la frase dalla forma attiva in forma passiva, come in questo caso: la frase in forma attiva "Paolo legge un libro", nella forma passiva diventa "il libro è letto da Paolo". Il verbo leggere è, pertanto, transitivo.

Continua la lettura
45

Cosa sono i verbi intransitivi

I verbi intransitivi esprimono invece un modo di essere del soggetto e quindi non hanno bisogno di un complemento oggetto, poiché l'azione non transita sul complemento oggetto ma si conclude nel soggetto stesso. Questo gruppo di verbi non risponde alle domande "Chi?/Che cosa?" ed è accompagnato da complementi indiretti. Un esempio è la frase Giovanni arrossisce; è chiaro che l'azione si conclude nel soggetto, quindi non necessita di complemento oggetto. I verbi intransitivi prendono come ausiliare il verbo "essere" e di conseguenza possono avere solo la forma attiva, mai la forma passiva o riflessiva. Nella maggior parte dei casi, non è complicato distinguere le due categorie perché molto spesso è presente un complemento diretto o indiretto che chiarisce il dubbio. Bisogna, però, fare attenzione a capire quando il verbo si trova in una frase attiva o passiva poiché, in quest'ultimo caso il verbo usato è l'ausiliare essere e non più avere.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Elementari e Medie

5 dritte per non sbagliare la concordanza dei verbi

Spesso si sente dire che la nostra lingua è una delle più complete ma anche complesse. Questo è vero, e rappresenta anche il motivo del fatto che molte persone, seppur ben istruite, non riescano a concordare correttamente i verbi. Sbagliare la concordanza...
Elementari e Medie

Come fare per non sbagliare la concordanza dei verbi

Spesso ci capita, anche involontariamente, di ascoltare i discorsi delle persone che incontriamo quando andiamo a fare la spesa, al pub e alla televisione. Non vi è mai capitato di pensare "ma come parla questa persona?". Personalmente l'ho pensato spesso...
Elementari e Medie

Come formare l'indicativo presente dei verbi in ER in francese

La formazione dell'indicativo dei verbi del primo gruppo (con desinenza in -ER) è molto semplice, vanno però analizzate delle piccole eccezioni. In francese le coniugazioni dei verbi sono 4 e si distinguono in base alle proprie desinenze: - 1° gruppo...
Elementari e Medie

Inglese: i verbi irregolari

Una prima classificazione, anche se un po' approssimativa, dei verbi inglesi, potrebbe distinguerli in: regolari, irregolari e ausiliari. Come dice la parola stessa, i verbi irregolari sono tali poiché non seguono le regole "standard" quando si tratta...
Elementari e Medie

Come imparare i verbi divertendosi

Generalmente, insegnare qualcosa ai bambini non è affatto un compito semplice, sebbene durante il periodo del primo grado scolastico essi mostrino un entusiasmo vivido e siano predisposti all'apprendimento. In passato, si pensava ai bambini come a dei...
Elementari e Medie

Come imparare velocemente i verbi

Ecco una guida, pratica e veloce, mediante il cui aiuto poter imparare come e cosa fare per imparare, nel modo corretto velocemente i verbi, in maniera tale da poterli utilizzare al meglio e senza grossi problemi. Imparare in modo perfetto i verbi, è...
Elementari e Medie

Come fare a non sbagliare la coniugazione dei verbi

La lingua italiana risulta essere una delle più complicate tra quelle parlate in tutto quanto il mondo. La sua grammatica, infatti, non è sicuramente semplice e molte sono le persone che sono portate a sbagliare, compresi diversi madrelingua. In questa...
Elementari e Medie

I verbi irregolari in francese

il francese come l'italiano presenta una grammatica abbastanza vasta e articolata, che serve a racchiudere la sintassi nel linguaggio sia scritto che orale. Nella grammatica francese sono presenti i nomi, i pronomi, le congiunzioni, i verbi e gli avverbi,...